Crea sito

Tette delle monache

Buongiorno! La ricetta di oggi è un dolce dal nome curioso molto diffuso (e apprezzato!) in Puglia: le tette delle monache. Non so dirvi da dove derivi l’origine del nome ma il dato certo e che questo dolce ricorda, nella forma, questa parte anatomica del corpo femminile. Le tette delle monache sono facilissime da preparare, tutto sta in una corretta lavorazione. Un sofficissimo pan di Spagna farcito con crema diplomatica, una vera bontà! Inutile dirvi che appena le ho farcite sono sparite in un lampo, c’è mancato poco che non riuscissi neanche a fotografarle! Vi ho incuriositi abbastanza? Prepariamole insieme! 😉

Ricetta presa dal blog “In cucina con Mara

tette delle monache

Tette delle monache

<>

INGREDIENTI (circa 15 dolci):

300 g di uova (circa 6)

60 g di zucchero a velo + il necessario per decorare

230 g di farina africano mix

500 ml di crema diplomatica

PREPARAZIONE

Preparate la crema diplomatica come spiegato QUI e tenetela in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Procedimento con la planetaria

Mettete tutti gli ingredienti nel boccale della planetaria e impastate a velocità elevata per almeno quindici minuti. L’impasto dovrà risultare ben gonfio, spumoso e biancastro.

Procedimento con sbattitore elettrico

Mettete le uova insieme allo zucchero in una ciotola e fate montare per tre minuti. Aggiungete la farina continuando a montare l’impasto per quindici minuti o più, se necessario. Alla fine dovrete aver ottenuto ugualmente un impasto gonfio, spumoso e abbastanza sostenuto.

In entrambi i casi trasferite poi l’impasto in un sac à poche con beccuccio grande e liscio e depositate sulla carta forno (precedentemente sistemata sulla teglia) dei mucchietti del diametro di circa 6 cm. 

Collage

Infornate a 180-190° per circa venti minuti. Se il vostro forno dispone di una funzione “pasticceria” usate quella altrimenti cuocete le “tette” in modalità ventilata.

Con molta delicatezza praticate un foro sotto ogni dolce e, con l’aiuto di un sac à poche con beccuccio a imbuto, farciteli.

Spolverizzate con zucchero a velo e (per comodità) mettete ogni dolce in un pirottino di carta.

Le tette delle monache sono pronte per essere gustate e, credetemi, vi sentirete in paradiso! 🙂

<>

Trovate tutte le mie ricette anche su Facebook, Google+, Twitter e Pinterest, vi aspetto!

6 Risposte a “Tette delle monache”

    1. Ciao! No, mi spiace ma devi usare solo ed esclusivamente quel tipo di faina. La trovi nei migliori negozi di prodotti per pasticceria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.