E’ da quasi tre anni che preparo la maggior parte dei miei lievitati con il lievito madre. Eh sì, perché, quando lo decido all’ultimo momento, non ho il tempo materiale di aspettare i suoi tempi di lievitazione, più lunghi rispetto al lievito di birra. Ad ogni modo “mettere le mani in pasta” mi piace da matti e ogni occasione è buona per farlo. In estate, o almeno quando la temperatura è mite, non ci sono problemi. Questi si presentano in inverno quando, con le basse temperature, gli impasti faticano a lievitare. E quindi ci si ingegna alla meno peggio per cercare di tenere l’impasto in un luogo più mite possibile, spesso con scarsi risultati, specialmente con i grandi lievitati. Certo, i professionisti del settore hanno le loro belle camere di lievitazione e tutto procede nella norma. In casa non si possono certo avere “macchine” professionali e ci si ingegna (sì, è proprio il termine esatto!) per creare qualcosa di simile. Cercando in rete ho trovato diverse soluzioni, alcune troppo sofisticate, altre meno ma più fattibili da chi, come me, non ha grandi conoscenze in elettrotecnica. L’idea l’ho presa da questo blog (cliccate QUI) e ho realizzato la mia cella di lievitazione. Basta poco per realizzarla, anzi ho impiegato più tempo a cercare i componenti (si trovano facilmente) che ad assemblarla. Ovviamente dopo la realizzazione sono passata al collaudo: fenomenale! Pensate che una brioche che ci aveva impiegato sei ore a lievitare, nella cella di lievitazione, ci ha impiegato appena cinque ore! Il motivo è molto semplice: nella cella la temperatura si mantiene costante e non ci sono spifferi di nessun genere. Per questo motivo ho deciso di realizzare un video tutorial così che anche voi possiate avere la vostra cella di lievitazione casalinga (ovviamente parlo per gli appassionati di lievitati) con poca spesa ma tanta resa. Guardiamolo insieme! 🙂

cella di lievitazione

Cella di lievitazione fai da te – video tutorial

<>

OCCORRENTE

1 contenitore in plastica trasparente con coperchio

1 mattonella forata in plastica da giardino

1 termostato

1 cavetto riscaldante da 50 W

MONTAGGIO

Prima di procedere con la spiegazione del montaggio mi sembra doveroso dare informazioni utili su dove trovare il materiale necessario.

Il contenitore in plastica (va bene in plastica perché la temperatura che avrete all’interno oscillerà tra i 28 e 30 gradi) lo trovate il qualsiasi Brico o negozio di articoli per la casa; la mattonella presso chi vende articoli per giardinaggio (anche Brico); il termostato e il cavetto sono articoli per acquari per cui li trovate nei negozi specifici.

Poggiate sul piano di lavoro il coperchio del contenitore con la parte interna rivolta verso l’alto.

Ricavate due fasce dalla mattonella (è abbastanza grande) e fissatele sul coperchio con un po’ di colla (possibilmente senza additivi) facendo attenzione a lasciare i “piedini” verso l’alto.

Sistemate in cavetto a serpentina, incastrandolo nei suddetti “piedini”.

Coprite con la mattonella che avrete tagliato della giusta misura. Ovviamente verso l’alto sarà rivolta la parte liscia.

Chiudete il contenitore e praticate in basso un foro per il passaggio del cavetto; nella parte alta invece ne praticate un altro per il passaggio della sonda. Avendo questa la punta un po’ più larga del cavo, vi ritroverete con un foro un tantino più largo del diametro del cavo da cui entrerebbe aria fredda. Potete ovviare a questo piccolo ma inevitabile problema con una ventosa che va a chiudere.

Collegate il termostato al cavetto riscaldante e la vostra cella di lievitazione è pronta… visto com’è semplice realizzarla? 🙂

<>

Se questo video tutorial è stato di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social:FacebookGoogle+TwitterInstagram e Pinterest

oppure

iscrivetevi alla mia NEWSLETTER cliccando QUI o al mio canale Youtube.

 

2 Comments on Cella di lievitazione fai da te – video tutorial

  1. Elenamata@virgilio.it
    26 settembre 2017 at 10:08 (2 mesi ago)

    Quanto misura la scatola? E le piastrelle?
    Grazie
    Ele

    Rispondi
    • rafanoecannella
      26 settembre 2017 at 13:12 (2 mesi ago)

      Ciao Ele! La mia scatola misura alla base 50 x 30 cm. Comunque tu puoi prenderla anche più grande.
      Le piastrelle sono misura standard, dovrai ritagliartele tu in base alle misure della scatola. 🙂

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*