Crea sito

Brioche fior di latte

Niente, è più forte di me! Io non resisto alla tentazione di impastare qualcosa ogni volta che rinfresco il mio lievito madre. Non c’è caldo o afa che tenga! Ho scoperto la ricetta della brioche fior di latte sul blog “Il piatto allegro” e non ho resistito, ho messo subito le mani in pasta. Con l’afa che c’è, l’impasto ci ha messo poco a lievitare ma poi ho dovuto fare i conti col calore del forno. Però quando ho sfornato la mia brioche, il suo profumo, il sapore e la sofficità mi hanno ripagata del gran caldo sopportato. 😉

Ricetta originale “Fables de sucre

brioche fior di latte

Brioche fior di latte

<>

INGREDIENTI (per una tortiera da 26 cm di diametro):

175 g di farina Manitoba

75 g di farina “00”

75 g di lievito madre

125 ml di latte intero

60 g di zucchero semolato

30 g di tuorli 

5 g di miele

1/2 bacca di vaniglia

3 g di latte in polvere

50 g di burro morbido

un pizzico di sale fino

Per decorare:

1 tuorlo

pari peso di latte

zucchero in granella

PREPARAZIONE

Rinfrescate il lievito (per la ricetta cliccate QUI) e aspettate che raddoppi.

Versate le farine e il lievito spezzettato nel boccale della planetaria e avviate la macchina a velocità minima usando il gancio. Quando si sarà formato un miscuglio granuloso aggiungete il latte in cui avrete sciolto il miele. Dovrete ottenere un impasto liscio. Se necessario, aggiungete ancora un goccio di latte (potrebbe dipendere dall’assorbimento della farina).

Cominciate ad incorporare i tuorli, poco per volta fino a quando saranno stati ben assorbiti e l’impasto sarà ben incordato; dovrà risultare omogeneo, asciutto e dovrà staccarsi dalla parete del boccale.

A questo punto aggiungete lo zucchero insieme ai semi della bacca di vaniglia. Anche lo zucchero va aggiunto poco per volta, avendo cura di mantenere l’incordatura dell’impasto.

Quando tutto lo zucchero sarà stato assorbito unite il latte in polvere (se non ne avete, potete anche ometterlo…è solo un insaporitore) mantenendo l’incordatura.

Anche per il burro (è importante che sia a temperatura ambiente) vale la stessa procedura: poco per volta fino al completo assorbimento.

Quando tutto il burro sarà stato assorbito e l’impasto sarà ben incordato aggiungete il sale.

A questo punto avrete ottenuto un impasto liscio ed elastico; quindi ribaltatelo su un piano di lavoro, pirlatelo e mettetelo in una ciotola coperta con pellicola trasparente.

DSCN0130

Dovrà riposare in frigo per almeno un’ora in modo che il burro possa rapprendersi e la pasta possa essere modellata facilmente. Dato che sarà una lievitazione abbastanza lunga, regolatevi in base al tempo che avete a disposizione. L’impasto può rimanere in frigo fino ad un massimo di dodici ore.

Una volta tolto dal frigo, lasciatelo acclimatare per un paio di ore prima di procedere.

Trascorso questo tempo, ribaltate l’impasto su un piano di lavoro e allungatelo formando un filone che andrete a dividere in sette pezzi uguali.

Formate delle palline e sistematene una al centro di una tortiera precedentemente imburrata. Le altre, allungatele un pochino e sistematele intorno alla pallina centrale, equidistanti tra loro.

Coprite con pellicola e lasciate lievitare ad una temperatura di 28°. Occorreranno dalle sei alle nove ore però tenete presente che più bassa sarà la temperatura e più tempo ci vorrà.

L’impasto sarà pronto quando avrà riempito tutti gli spazi nella tortiera; quindi togliete la pellicola e lasciate stare così per una decina di minuti.

Collage

Poi spennellate con il mix di tuorlo e latte e cospargete con lo zucchero in granella.

Infornate a 165° in modalità statica per 35 minuti (regolatevi col vostro forno).

Quando la brioche sarà cotta, sfornatela e lasciatela raffreddare su una gratella.

11802611_996443320401675_8280096461763792198_o

Potete gustare la brioche fior di latte così (parola di marito goloso!), con un buon thé o con della marmellata per rendere ancora più golosa la merenda dei vostri bimbi.

<>

Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.