Crea sito

Tempi di cottura per cuocere in vasocottura

TEMPI DI COTTURA PER VASOCOTTURA , cari lettori ecco a grande richiesta la tabella dei tempi di cottura degli alimenti da cuocere in vasocottura al microonde.
Una guida pratica per capire come destreggiarsi nel mondo della cottura in vasetto in base all’alimento.
Prima di procedere con l’elenco, bisogna, però, fare delle premesse, perché nella vasocottura al microonde, come nella cucina tradizionale, ci sono delle variabili di cui tener conto. Prima di iniziare vi ricordo di leggere le istruzioni per cuocere in vasocottura, in tutta sicurezza!

  • i vasetti vanno riempiti a 3/4 a meno che non si cuociano verdure che perdono volume o verdure tagliate a pezzi. Questo per calibrare l’aria che rimarrà all’interno, poiché più ne rimane e più verrà compromessa la conservazione e la tenuta del sottovuoto. In alcuni casi è bene pigiare le verdure dentro il vasetto.
  • nei tempi di cottura previsti, in una determinata ricetta, va considerato se l’alimento è caldo, tiepido o freddo. È naturale che se inseriamo una besciamella ancora calda, in una lasagna, il vasetto andrà a bollore prima dei 4 minuti. In tal caso, vi ricordo, basterà osservare l’inizio bollore e aggiungere 2 minuti effettivi di cottura (nel vasetto da 500). Per questo sconsiglio l’uso di contenitori che non permettano di vedere il vasetto.
  • se riduciamo i tempi di cottura, si riducono i tempi di conservazione. C’è chi preferirà avere delle verdure più sode e croccanti, o per non rovinare le carni di molluschi e crostacei, si potranno ridurre i tempi di cottura ma questo non garantirà l’abbattimento della carica batterica e la lunga conservazione.
  • Vi rammento che i lievitati, i grandi lievitati, la pasta frolla o sfoglia, non possono essere cotti in vasetto.

Tempi di cottura e potenza da impiegare per gli alimenti cotti in vasocottura

  • Tempi di cottura per la frutta in vasocottura: ricca di acqua, va cotta a potenza ridotta. Ad esempio: la mia potenza testata è 750 watt e per la frutta impiego i 500 watt. Mele e pere vanno cotte per 6 minuti (nel vasetto da 500), mentre la frutta più acquosa necessiterà di 5 minuti di cottura.
  • Tempi di cottura per le verdure in vasocottura: in genere cuociono per 6 minuti nel 500 ml. Patate, rape, cavoli, melanzane, funghi, peperoni, zucchine, tagliati anche in grandi pezzi. Mentre le patate a fettine andranno sbianchite prima o precotte al vapore, prima di essere cotte in vasetto. Le patate si conservano per una settimana in frigorifero.

Tempi di cottura per pasta, riso e cereali in vasocottura

  • Tempi di cottura per la pasta in vasocottura: formati di pasta che hanno un tempo di cottura che va dai 12 ai 16 minuti, vanno cotti per 6 minuti nel 500 ml. Formati di pasta che hanno un tempo di cottura da 10 minuti, vanno cotti per 5 minuti + il riposo. Poiché la pasta cotta in vasetto trattiene tutti gli amidi, una buona regola è di interrompere la cottura a metà tempo e di mescolare, facendo dondolare il vasetto o scuotendolo su un piano. Stessa cosa va fatta durante il riposo, per evitare che la pasta si attacchi sul fondo. Sconsiglio la conservazione della pasta in vasocottura, è un alimento che continua a cuocere per inerzia e anche a freddo. Fatelo solo se vi piace la pasta molto cotta, altrimenti conservatela per 6-8 ore.
  • Tempi di cottura per riso in vasocottura: il riso Vialone nano, il S.Andrea, il Roma, il Basmati, il Jasmine e le varietà di riso che hanno un tempo di cottura che va dai 10 ai 18 minuti, possiamo cuocerli in vasocottura senza problemi. Sappiamo che possiamo cuocere egregiamente i risi parboiled (precotti a vapore), mentre con le varietà di riso integre abbiamo il problema che l’acqua viene surriscaldata dalle microonde e il cereale non ce la fa ad assorbirla.
  • Tempi di cottura per bulgur e quinoa in vasocottura: cuociono mediamente per 6 minuti, nel vasetto da 500 ml. Il cous cous è precotto, non serve cuocerlo ma va solo reidratato.

Tempi di cottura dei legumi in vasocottura

Tempi di cottura dei legumi in vasocottura: le lenticchie rosse decorticate cuociono per 6 minuti (nel vasetto da 500 ml), le altre varietà di lenticchie vanno ammollate per 8 ore e poi potremo cuocerle per 6 minuti. Le fave e i piselli secchi spezzati vanno ammollati per 8 ore e poi possono essere cotti per 7 minuti in vasocottura. I ceci, i fagioli, la soia e tutti i legumi che prevedono più di 30 minuti di cottura, non possono essere cotti in vasetto. Tuttavia possiamo precuocerli in pentola, magari in pentola a pressione, per poi essere suddivisi, conditi a piacimento e ultimati nei vasetti.

Tempi di cottura per le carni in vasocottura

Pollo, coniglio, agnello e maiale cotti in vasocottura cuociono egregiamente, anche in presenza di ossa. Chiaramente per i pezzi di pollame con osso vanno seguiti alcuni accorgimenti, ad esempio è utile rosolarli prima di procedere con la cottura in vasetto o, eventualmente, aumentare di qualche minuto la cottura. Ecco un esempio, con la ricetta del pollo alla birra in vasocottura.

La carne rossa in vasocottura è un capitolo più nodoso, alcuni tagli è più difficile renderli teneri. Sarà necessario, dunque, procedere con potenze ridotte e prolungate per poi aumentare la potenza al fine di mandare in pressione il vasetto e di prolungarne il post cottura. Per capire, guardate la ricetta del brasato al barolo in vasocottura del mio blog Nel tegame sul fuoco. Via libera a involtini e polpette e tutto ciò che è tritato o a fettine.

Tempi di cottura per pesci, molluschi e crostacei in vasocottura

Tutte le varietà di pesce cotte in vasocottura danno il meglio di se. Tuttavia ci sono alcune precauzioni da prendere per tutte quelle varietà che richiedono una breve cottura. Sappiamo bene che per poter conservare le ricette a base di pesce a lungo, dobbiamo cuocerle per un determinato tempo. Tempo, però, che potrebbe far cuocere troppo, rendendo le carni asciutte e stoppose. Pesce stocco, baccalà, in genere, richiedono una più lunga cottura, quindi sono l’ideale da cuocere in vasocottura. Mentre le varietà di pesce più delicate come il merluzzo, il tonno, il branzino, l’orata necessitano di alcuni accorgimenti. Utile il passaggio in freezer, refrigerando i tranci o le fette di pesce permetterà di poter cuocerli poi in vasocottura, senza far sforare la cottura. Chiaramente va evitata l’escursione termica del vetro, ma se i tranci di pesce surgelati li inseriamo tra alimenti che non lo sono, non si correrà questo rischio. Qualche esempio di ricetta: branzino in vasocottura o il merluzzo con verdure. Stesso trucco si può utilizzare per le cozze, i gamberi e le vongole. Ottimi i calamari e le seppie in vasocottura che, mediamente, cuociono per 6 minuti nel vasetto da 500 ml.

Tempi di cottura per dolci, uova e latticini in vasocottura

I dolci in vasocottura, così come tutte le preparazioni a base di uova e latticini, frittate, flan, vanno cotti a potenza dimezzata, ad esempio, la mia potenza testata è 750 watt e questi alimenti li cuocio a 350 watt. Tutti quei dolci che andrebbero cotti a bagnomaria, nel forno, sono perfetti per essere cotti in vasocottura. La cottura dei dolci e dei latticini va monitorata, in quanto andrà interrotta non appena il composto gonfierà e/o inizierà a bollire. In genere, i tempi di riposo vanno dai 10 ai 15 minuti ed è in questa fase che la ricetta ultimerà la cottura.

Spero che questo articolo dedicato ai tempi di cottura per cuocere in vasocottura vi sia utile, qualora avessi dimenticato qualche alimento, scrivetemi qui, nei commenti, e sarò lieta di aggiornare l’articolo.

Per ogni dubbio o se questo mondo vi affascina e volete saperne di più, iscrivetevi a Vasocottura Facile il gruppo di assistenza.

Seguitemi sul Vasocottura Facile la pagina ufficiale e su Instagram per non perdervi tutte le novità.

6 Risposte a “Tempi di cottura per cuocere in vasocottura”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.