Raviole catanesi alla ricotta fritte come quelle del bar

Raviole catanesi alla ricotta fritte, come quelle dei migliori bar catanesi.
Fanno parte della tavola calda e della rosticceria catanese, sono dei morbidissimi calzoni fritti ripieni di deliziosa crema di ricotta e cannella, una sfiziosità  che crea dipendenza, che occorre provare almeno una volta e che difficilmente si dimentica.
Chi è nato a Catania, chi ci ha studiato o chi per un motivo o per l’altro c’è già stato, riconoscerebbe a distanza di centinaia di metri quel profumo di rosticceria fritta, mischiato all’aroma di vaniglia e cannella, che si sprigiona dai bar del centro ogni mattina e sa già che unica causa di quel profumo sono le raviole di ricotta fritte, must delle colazioni invernali di ogni Catanese in giro per la città al mattino.
Le raviole sono una coccola soffice dal cuore cremoso, mix di aromi e un insieme di ricordi e
se non vi fosse mai capitato di provarle, fatelo , magari seguendo questa ricetta, vedrete che sogno che sono!!

Raviole catanesi alla ricotta fritte
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni12 raviole circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Impasto

  • 500 gFarina 0
  • 340 gLatte (tiepido)
  • 30 gZucchero
  • Mezza bustineLievito di birra secco (o 12 g fresco)
  • 50 gStrutto
  • 12 gSale

Farcitura

  • 750 kgRicotta di pecora (fresca e ben colata)
  • 100 gZucchero
  • 2 cucchiainiCannella in polvere
  • 3 q.b.Scorza di limone
  • 1 bustinaVanillina

Finitura

  • q.b.olio di semi di girasole
  • q.b.Zucchero (per passere le raviole)
  • q.b.Latte (Per sigillare le raviole)
  • 1uovo (per sigillare le raviole)

Raviole catanesi alla ricotta fritte: preparazione…

  1. raviole fritte

    Versate la farina in una ciotola, aggiungete il latte tiepido, il lievito e lo zucchero.

    Mescolate per far sciogliere, poi unite il sale e lo strutto.

    Lavorate in ciotola, e dopo passate alla spianatoia o al piano di lavoro e impastate vigorosamente.

    L’impasto inizialmente appiccicoso, prenderà consistenza poco per volta, senza aggiungere farina.

    Ottenuto un impasto liscio, omogeneo e incordato, ci vorranno circa 10 minuti, riponetelo a lievitare al caldo, in forno con luce accesa, fino al raddoppio, ci vorranno circa 90 minuti.

  2. Poco prima che l’impasto sia pronto, prendete la ricotta (deve essere almeno del giorno prima e ben scolata), unite lo zucchero, la cannella e la scorza grattugiata  di mezzo limone, mescolate e mettete da parte.

  3. A lievitazione avvenuta dividete l’impasto in pezzi da 80-90g grammi, formate delle palline e lasciatele rilievitare  per circa 15 minuti.

    Stendete la pasta dello spessore di circa 5mm.

  4. disponete al centro 1,5 cucchiai di ricotta, spennellate i bordi con latte mischiato a uovo, quindi chiudete a mezza luna e sigillate i bordi molto bene, evitando di far uscire ripieno. Scaldate l’olio, immergetevi uno stuzzicadenti, se friggerà saremo pronti ad immergere le raviole, cuocetele da un lato e dall’altro, se vedete che si dorano troppo in fretta abbassate la fiamma per qualche minuto, eviteremo che restino crude dentro ma bruciate fuori.

  5. Raviole catanesi alla ricotta fritte

    Poggiate le raviole cotte su della carta assorbente per eliminarne l’olio in eccesso, poi immediatamente passatele e nello zucchero semolato, a cui potreste aggiungere della vanillina.

    Servite le vostre frittelle ancora calde, vi assicuro che spariranno in un attimo!

  6. Raviole catanesi alla ricotta fritte

Note

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.