Crea sito

Castagnole catanesi con crema di ricotta

Castagnole catanesi con crema di ricotta.

Sono delle piccole frittelle di pasta choux o pasta bignè, ripiene di un cuore cremoso di ricotta profumato alla cannella. Piccole e deliziose perle della pasticceria catanese, in città le troverete anche ripiene di crema pasticcera o di crema pasticcera alla panna, ma vi assicuro, che il modo migliore di gustarle è appunto con la ricotta.

Se vorrete seguirmi, oggi le prepareremo insieme e vedrete che delizia!

Siete pronti? Allora andiamo in cucina!

 

Castagnole catanesi con crema di ricotta
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 30 Castagnole medie
  • Costo: Economico

Ingredienti

Pasta choux o pasta bignè

  • 150 g Acqua
  • 80 g Burro
  • 250 g Farina 00
  • 1/2 cucchiaino Sale
  • 3 o 4 Uova grandi
  • q.b. Olio di semi (per friggere)

Per la crema di ricotta

  • 500 g Ricotta di pecora fresca (e ben asciutta)
  • 100 g Zucchero
  • 1 cucchiaino Cannella in polvere
  • 1 bustina Vanillina
  • q.b. Scorza d'arancia (grattugiata)

FINITURA

  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. Inseriamo l’acqua e il burro in una pentola, portiamo a sfiorare il bollore e aggiungiamo la farina in una volta sola. Mescoliamo fino a quando non si sarà formato un composto liscio e omogeneo che tenderà a staccarsi dalla pentola lasciando un leggero velo.

    Ribaltiamo l’impasto su una spianatoia, allarghiamolo e aspettiamo che si raffreddi, lavorandolo un po’.

  2. Riponiamo l’impasto in una ciotola, aggiungiamo una alla volta le uova incorporandole bene prima di unirne altre. Il mio impasto ha preso tre uova e metà di un altro, alla fine di tutti gli inserimenti dovrete attenere una crema ben sostenuta e non molle.

  3. Scaldiamo l’olio di semi a 180°C o fino a quando, immergendovi uno stecchino o la punta del manico del cucchiaio di legno, non vedremo salire in superficie tante piccole bollicine, tuffiamoci delle piccole dosi d’impasto raccolte col cucchiaio (aiutiamoci con un altro cucchiaio per farle scivolare)  ricordando che queste triplicheranno di volume in cottura.

    Lasciate cuocere senza scaldare troppo l’olio, ci vorranno circa cinque sei minuti, a fiamma media eviteremo che brucino fuori restando crude dentro (vedrete che ad un certo punto si spaccheranno perché anche l’interno cuoce).

    Riponiamo le palline fritte su di un vassoio ricoperto di carta assorbente e lasciamo raffreddare.

    Intanto prepariamo la ricotta che deve essere asciutta e ben colata (tenetela a colore per almeno 12 ore), uniamo lo zucchero, la vanillina, la cannella e la scorza d’arancia e mescoliamo, ma senza insistere troppo per evitare che la ricotta si sciolga.

    Fate un buchino su ogni bignè e con l’aiuto della tasca da pasticcerie riempite ogni castagnola.

     

  4. Castagnole catanesi con crema di ricotta

    I dolci sono pronti per essere gustati, magari dopo trenta minuti di riposo e cosparsi sul momento di zucchero a velo. Si conservano in frigo al massimo per due giorni, ma danno il meglio di se appena fatti.

    Spero la ricetta vi sia piaciuta e ho il piacere di invitarvi sulla mia pagina facebook , dove troverete molte idee stuzzicanti e  lasciando il vostro like resterete aggiornati su tante e nuove e golosità !

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram , su twittere su google+.

    Realizzate le ricette del blog e inviatemi le vostro foto, sarò orgogliosa di condividerle sulle mie pagine social!

    Se questa ricetta ti è piaciuta guarda pure:

    Chiacchiere col vino rosso senza lievito;

    Castagnole alla crema con yogurt nell’impasto.

    Chiacchiere senza lievito friabili e bollose.

Note

Se non amate la ricotta, potrete tranquillamente sostituirla con crema pasticcera.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.