Crea sito

Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso

Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso…
Forse molti di voi non lo sanno, ma io sono nata a Catania, un grosso centro con tutte le dinamiche di una grande città, dove le tradizioni culinarie più antiche stanno lentamente perdendosi a meno che non si sia appassionati di cucina come lo sono io.
Ho sposato ormai parecchi anni fa mio marito, nato e vissuto a Misterbianco, un centro abitato quasi attaccato alla città di Catania e li sono andata a vivere. Benché il paese sia piuttosto grande e densamente abitato le tradizioni , soprattutto quelle culinarie ancora resistono e le generazioni precedenti alla mia ancora le realizzano al meglio.
Entrando a far parte della nuova famiglia ho imparato molto e soprattutto ho conosciuto ricette del tutto nuove per me, ma in realtà antiche e tradizionali. Ho amato sin da subito la cucina di mia suocera, fatta di cose semplici, fresche, genuine e naturali e pian piano l’ho fatta mia, imparando tecniche e metodi derivanti da un’antica tradizione rustica e contadina, che altrimenti non avrei conosciuto.
Nel ricettario di mia suocera, scritto rigorosamente a mano in un’agenda di non so quale anno ci sono molte ricette, alcune mai provate, ma altre che ormai sono diventate un must di famiglia. Così è per la raviole rustiche di ricotta, realizzate ad occhio, senza pesare nulla , dal gusto unico e fatte con ingredienti semplici, economici e rustici, che possono derivare solo da una realtà contadina povera, ma legata alle cose buone date dalla terra.
Oggi condivido con voi questa ricetta squisita, appuntatela e tenetela cara, perché ormai questi gioielli della tradizione stanno via via sparendo e finendo nel dimenticatoio e trovarne qualcuna e sempre un’esperienza meravigliosa!
Ma ora andiamo in cucina, le nostre profumatissime, deliziose, fragranti raviole fritte alla ricotta, aspettano solo noi!!

Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso.
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura6 Minuti
  • Porzioni40 pezzi piccoli-20 pezzi grandi
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgsemola rimacinata di grano duro
  • 100 golio extravergine d’oliva
  • 100 gzucchero
  • 600 gvino rosso

Per il ripieno

  • 1 kgricotta di pecora (1000)
  • 80 gzucchero
  • 80 gvino cotto (mosto d’uva ristretto)
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • 1 bustinavanillina (facoltativa)
  • q.b.zucchero (per la finitura)
  • q.b.olio extravergine d’oliva (per friggere)
  • q.b.albume (per chiudere le raviole)

Strumenti

  • Padella
  • Rotella dentata taglia pasta o coppa pasta
  • Carta assorbente
  • Mattarello
  • Vassoio
  • Pennello

Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso: preparazione…

  1. In una ciotola raccogliete la ricotta (che deve essere asciutta e ben scolata almeno dal giorno prima), aggiungete il mosto cotto (se non lo avete, omettete, è insostituibile, ma aggiungete alla ricotta un po’ più di zucchero), lo zucchero e la cannella. Lavorate un po’ e unite la vanillina, quindi mescolate molto bene per amalgamare tutto.

  2. Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso.

    L’impasto rustico per le raviole andrebbe fatto ad occhio senza pesare nulla, ma regolandosi ad intuito. Io l’ho realizzate pesando gli ingredienti solo per darvi delle dosi indicative, che potrete leggermente modificare al bisogno, soprattutto per la quantità di vino. La semola rimacinata infatti potrebbe richiederne quantità maggiori o inferiori e proprio per questo, dovrete aggiungerlo poco per volta…

    Versate la farina sul piano di lavoro, unite l’olio e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere un composto simile alla sabbia bagnata. Riformate la fontana e aggiungete il vino poco per volta.

  3. Lavorate e aggiungete vino, fino ad ottenere una massa liscia, omogenea e elastica.

    Staccatene un pezzetto e stendetelo con il mattarello,

  4. Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso.

    fino ad ottenere una sfoglia spessa poco più di una moneta.

    Coppate la pasta con un coppa pasta o ritagliate un disco da 12cm circa di diametro (potrete farle anche più grandi).

    Pennellate i bordi con l’albume, poggiate al centro un cucchiaio di ricotta e chiudete a mezza luna, sigillando i bordi con una forchetta.

  5. Friggete le raviole in abbondante olio di semi e bucherellatele con uno stecchino, per non farle gonfiare.

    Accompagnate la frittura girandole spesso, perché se cuocessero solo da un lato, tenderebbero ad aprirsi e gli schizzi arriverebbero ovunque.

    Raccogliete le raviole su della carta assorbente, quindi passatele nello zucchero e servite.

    Sono buone appena fatte o tiepide e anche dopo qualche ora, non conviene comunque prepararle con parecchio anticipo.

    Possono essere mangiate anche al giorno dopo, ma sono molto più buone se appena fatte.

  6. Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso.
  7. Raviole di ricotta fritte con impasto rustico al vino rosso

    “In questa ricetta vi è presenza di alcuni link di affiliazione, su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Si tratta comunque di semplici suggerimenti d’acquisto, senza alcun vincolo”.

Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.