Gelato al pistacchio senza gelatiera

Gelato al pistacchio senza gelatiera, con latte condensato e senza uova. Avete mai provato a fare il gelato al pistacchio con latte condensato? Si tratta di un vero e proprio gelato furbo, buono come quello della gelateria, ma che si fa senza gelatiera. Ma come si fa il gelato senza gelatiera al pistacchio? Semplice, basta avere a disposizione della panna fresca da montare, della pasta di pistacchio (si fa in casa ed è facilissima, clicca sulla scritta azzurra) del latte condensato e con poche mosse e un riposo in congelatore il gioco è fatto! Oggi prepareremo insieme un gelato al pistacchio fatto in casa, con veri pistacchi, senza aromi e coloranti, senza uova, ma davvero eccezionale, un dolce che piacerà a tutta la famiglia!

Pronti a scoprire insieme a me la ricetta del gelato al pistacchio con latte condensato?Andiamo in cucina, vedrete che la facilità di questa ricetta vi stupirà, ma prima vi ricordo che se volete restare aggiornati su tutte le mie ricette, potete seguire mia pagina Facebook (qui) e il mio profilo Instagram (qui).

Vuoi provare altre ricette per gelati da fare senza gelatiera? Guarda pure:
Gelato alla nocciola senza gelatiera e senza uova;
Ricetta gelato fiordilatte senza gelatiera;
Gelato al caffè furbo senza uova e senza gelatiera;
Gelato furbo al limone senza gelatiera.
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Porzioni500 g circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gPanna fresca liquida (no vegetale)
  • 120 gpasta di pistacchi (senza zucchero)
  • 30 gGranella di pistacchi
  • 1 cucchiainoessenza di vaniglia
  • 120 glatte condensato

Come fare il gelato al pistacchio senza gelatiera.

  1. Partite dalla base al pistacchio, vi consiglio di farla in casa, è più economica e siete sicuri che non ci siano aromi e coloranti, ecco il link: Pasta di pistacchio fatta in casa.

  2. Riponete la ciotola dove monterete la panna in congelatore per 10 minuti e allo stesso tempo riponetevi anche la panna nel suo contenitore.

    Se possibile non utilizzate la panna vegetale, perché comprometterebbe il risultato finale e ci ritroveremmo un gelato colmo di agglomerati grassi e granelli di ghiaccio.

    Dopo aver montato la panna in modo che sia il più ferma possibile unite il latte condensato freddo da frigo e la pasta di pistacchio, amalgamate delicatamente e unite la granella di pistacchio tostata (vi basterà saltarla in padella per un minuto senza bruciarla e poi lasciarla freddare)e l’essenza di vaniglia.

    Riponete il composto nel congelatore e mescolate una volta ogni ora, fino a raggiungere la consistenza giusta. Potrebbero volerci dalle 4 alle 6 ore.

    Se avete la gelatiera, dopo aver fatto raffreddare il composto, inseritelo nel cestello e aspettate che sia pronto.

  3. Il gelato è pronto, si conserva benissimo in congelatore, sigillato nel suo contenitore. Purtroppo dopo parecchie ore in frigo si presenterà molto duro e compatto, quindi prima di servirlo lasciatelo acclimatare 15 minuti a temperatura ambiente e mantecate nuovamente con il cucchiaio.

    Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi anche su:

    pinterest;  twitteryou tube e tiktok.

    Se questa ricetta ti è piaciuta guarda pure:

    Gelato al cioccolato fondente senza gelatiera;

    Gelato furbo al dulce de leche;

    Gelato furbo al cioccolato al latte e nocciole;

    Granita siciliana al cioccolato senza ;

    Granita siciliana al limone facile senza gelatiera;

    Granita siciliana alla mandorla.

Note

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.