Confettura di fichi piccante per formaggi

Confettura di fichi piccante per formaggi, con robot e senza…
Quando si parla di confetture e marmellate, si pensa subito alla colazione, ma forse non sapete che alcune confetture e alcune marmellate, sono perfette da abbinare ai formaggi stagionati o freschi.
Oggi voglio preparare con voi una di fichi davvero speciale, perfetta da accompagnare a formaggi stagionati e semistagionati, ma adatta soprattutto a formaggi freschi e morbidi: preparata con poco zucchero rispetto alla classica, ha una delicata nota piccante ed è arricchita da un leggero agrodolce dato dall’aceto balsamico, se volete provarla, seguitemi in cucina, vedrete che bontà!

Confettura di fichi piccante per formaggi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni10 Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 650 gfichi (quelli che preferite, già pelati)
  • 120 gzucchero di canna (o bianco)
  • 60 gaceto balsamico
  • 2 gsale
  • q.b.peperoncino

Strumenti

  • Robot da cucina o frullatore
  • Fornello

Preparazione

  1. Sciacquate i fichi sotto l’acqua corrente, tamponateli con della carta assorbente e pelateli grossolanamente.

    Tagliateli a pezzi e mettetene da parte 100g.

    Raccogliete nel boccale del frullatore tutti gli ingredienti e frullate alla massima velocità per 45 secondi, poi aggiungete i 100g messi da parte, così la confettura presenterà anche delle parti più corpose.

    Se come me utilizzate un robot da cucina adatto anche alla cottura, togliete le lame, inserite l’accessorio a farfalla e cuocete a 100°C per un’ora, mantenendo il coperchietto aperto, in modo da permettere la fuoriuscita del vapore.

    In alternativa al robot, versate tutto in una padella e cuocete il composto a fiamma bassa per circa un’ora o fino a che la confettura non si sarà ristretta.

    Turante la cottura in padella, la confettura farà parecchi schizzi, quindi se lo avete, utilizzate un coperchio a rete, ricordandovi di mescolare tutto molto spesso.

    Utilizzando il robot da cucina invece, i tempi di cottura potrebbero allungarsi parecchio perché l’acqua contenuta nei fichi evapora con più difficoltà, quindi se trascorsa l’ora di cottura la confettura dovesse sembrarvi troppo liquida, spostatela in una padella e lasciate che si restringa ancora un po’.

    A procedimento finito, versate in una ciotola e spettate che si raffreddi completamente, poi spostate in frigo e servite preferibilmente fredda.

    Se volte, potete anche farne una conserva: versate il composto in una barattolo sterilizzato tramite bollitura (dovrete bollire tappi e barattoli per dieci minuti, quindi farli asciugare capovolti su un canovaccio pulito), quindi chiudete, avvolgete il barattolo in uno strofinaccio e ribollite per almeno altri 15 minuti.

    Lasciate riposare in pentola con l’acqua bollente per dieci minuti poi togliete dall’acqua e lasciate raffreddare capovolto, se girandolo dopo essersi raffreddato si sarà formato il sottovuoto (si formerà un incavo sul tappo), il procedimento è andato a buon fine e la confettura si conserverà bene per più di un anno.

  2. Se questa ricetta ti è piaciuta, guarda pure:

    Confettura di cipolle rosse fatta in casa;

    Cipolle rosse in agrodolce;

-Se vuoi restare aggiornato sulle mie ricette, seguimi su:

facebook pinterestinstagramtwitter.

Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.