Paris brest laghetto dei cigni

Paris Brest laghetto dei cigni

Oggi prepariamo il paris brest ispirato al laghetto dei cigni, un dolce che all’apparenza può sembrare di difficile esecuzione, invece è semplicissimo e molto, molto scenografico.

 

Paris Brest laghetto dei cigni

Ingredienti per la pasta choux

  • 125 g di acqua
  • 125 g di latte
  • 100 g di burro
  • un pizzico di sale
  • 150 g di farina
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di mandorle a scaglie o granella di nocciole
per farcire
  • crema chantilly
  • 500 g di fragole
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato

per la crema chantilly

  • 500 g di panna freschissima
  • 100 g di zucchero a velo
  • aroma di vaniglia

per decorare

  • colorante alimentare azzurro
  • zucchero a velo

 

 

 

Procedimento
Preparate la pasta choux mettendo sul fuoco una casseruola con l’acqua, il latte, il burro a pezzetti e un pizzico di sale. Appena avrà raggiunto il bollore e il burro si è sciolto, allontanate dalla fiamma e aggiungete in un unico colpo la farina. Amalgamate velocemente con un cucchiaio di legno, rimettete sul fuoco e lavorate l’impasto fin quando si sarà rassodato e si staccherà dalle pareti della casseruola. Trasferite l’impasto in una ciotola normale o in quella della planetaria e lasciate intiepidire prima di aggiungere le uova.

Queste vanno aggiunte una alla volta aggiungendo il successivo solo quando il precedente uovo sarà stato completamente assorbito dall’impasto. Dovete ottenere un composto liscio della consistenza di una crema pasticcera molto densa, l’importante è aggiungere l’ultimo uovo battuto e a cucchiaiate in modo da fermarsi nell’aggiungerne appena vedete che l’impasto è della giusta consistenza.

Disponete sulla teglia del forno un foglio di carta oleata, poi mettete l’impasto nella sacca a poche con la bocchetta grande e formate sulla teglia due anelli dal diametro di circa 20 cm, uno vicino all’altro e un terzo sopra, al centro dei due.

Distribuite sulla superficie del dolce le mandorle sfilettate o la granella di nocciole.

Con il resto dell’impasto ed utilizzando una bocchetta a stella grande formate dei bignè lunghi 7-8 cm premendo di più all’inizio ed allentando la presa alla fine per ottenere un effetto a punta. Con una bocchetta piccola fate i colli dei cigni premendo la pasta su carta forno e formando una S.

Fate cuocere la ciambella in forno statico e preriscaldato a 200°C. per i primi 10 minuti quindi proseguite la cottura a 180°C per circa 25 minuti. La pasta dovrà risultare gonfia e leggera e ben asciutta internamente. Per quanto riguarda i cigni la cottura va fatta ad una temperatura più bassa, quindi a 190° C per 15 minuti. Trascorsi i primi 15 minuti abbassate a 170 e proseguite per altri 10 minuti, trascorsi i quali potete spegnere il forno e lasciare all’interno i bignè per altri 10-15 minuti con lo sportello leggermente aperto, questo servirà a far asciugare bene l’interno dei bignè. Questa regola vale anche per la ciambella, quindi fatela raffreddare bene nel forno socchiuso, in questo modo non rischierete che si afflosci.

Tagliate le fragole a pezzetti o se sono piccole, in due parti e fatele macerare con un cucchiaio di zucchero semolato.

Preparate la crema chantilly: aggiungete qualche goccia di aroma vaniglia alla panna e montatela con le fruste elettriche, appena raggiunge una certa cremosità aggiungete gradatamente(continuando a montare) lo zucchero a velo.

A questo punto tagliate in due la ciambella in orizzontale e farcitela con metà crema e metà fragole. Richiudete e riempite il buco centrale con le fragole rimaste.

Prendete 3 cucchiai abbondanti di crema chantilly e coloratela aggiungendo qualche goccia di colorante alimentare, dopo di ché va messa sulle fragole, al centro del paris brest per simulare un laghetto.

Mettete il dolce in frigo e procedete nella preparazione dei cigni.

Per la preparazione dei cigni ho fatto un passo passo con relative foto e quindi sarà il post di domani.

Posizionate i cigni al centro del paris brest e spolverate il tutto con zucchero a velo.

Il vostro dolce scenografico è pronto e già buonissimo per essere gustato ma darà il massimo il giorno dopo. Ovviamente va conservato ben coperto in frigo.

 

 

 

923110_486707841402174_111156812_n

 

 

 

 

 

Segui le mie ricette anche su facebook….  ti aspetto qui: https://www.facebook.com/ProfumoDiGlicineCheArrivaInCucina

 

Ciaooooooo  !!!!!

 

baci

 

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Chiara Nappi autrice del blog Profumo di Glicine.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.

 

Precedente Lumaconi ripieni con ricotta e melanzane - ricette della domenica Successivo Ali di pollo saporite in padella – ricetta semplice ed economica

5 commenti su “Paris brest laghetto dei cigni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.