Tiramisù semifreddo al pistacchio

Il tiramisù si presenta con moltissime varianti, ma vi assicuro che questa lascerà voi ed i vostri commensali a bocca aperta. Dolce morbido ed insieme corposo, cremoso e ricco di profumi intensi: questo è un dolce che non lascia indifferenti. Gli ingredienti pregiati, dal pistacchio di Bronte al cioccolato bianco e al Marsala dry aggiungono alla ricetta originale elementi molto interessanti ed anche qualche nota del Sud, che non guasta mai…

 

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

tiramisù semifreddoTiramisù semifreddo al pistacchio

 

Ingredienti

Savoiardi

3 tuorli d’uovo

125 g zucchero

250 g mascarpone

200 ml di panna fresca

50 g crema al cioccolato bianco e pistacchio (o solo pistacchi)

1 bicchiere latte

1/2 bicchiere di Marsala

 

Per decorare

150 ml di panna

Pistacchi di Bronte

 

 

tiramisù semifreddo

Procedimento

Come prima cosa montate i tuorli e lo zucchero fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Aggiungete il mascarpone e lavorate il composto fino a ottenere una crema ferma

In una ciotola, preferibilmente fredda, montate la panna. Amalgamare delicatamente i composti e lasciate riposare in frigorifero (una trentina di minuti)

Prendete la crema al mascarpone e suddividetela in due parti; a una di queste incorporate la crema al pistacchio.

Mescolate il latte con il Marsala e inzuppateci i savoiardi.

Foderate uno stampo da plumcake (fondo e lati) con della pellicola trasparente e poi con i savoiardi inzuppati.

Versate all’interno la crema al pistacchio, formate un altro strato di savoiardi inzuppati e terminate con la crema mascarpone.

Ricoprite il tutto con gli altri savoiardi inzuppati. Mettete in freezer per almeno 2-3 ore.

Prelevate il tiramisù semifreddo dal freezer almeno 2 ore prima di servirlo, facendolo decongelare lentamente in frigorifero. Al momento di servire decorate con ciuffetti di panna e granella di pistacchi.

  • Per la granella di pistacchi di Bronte: come prima cosa dovete sgusciarli. Una volta effettuata questa operazione passate alla pelatura. In un pentolino fate bollire dell’acqua. Una volta raggiunto il bollore, versarla in un recipiente e immergervi i pistacchi sgusciati per 5-10 minuti. Quindi scolateli e pelateli a mano oppure sfregateli in un canovaccio pulito: così facendo, la pellicina si toglierà nel giro di pochi secondi. Puliti tutti i pistacchi, metteteli in un mixer e frullateli fino ad ottenere una granella grossolana.

Precedente Polpettone di tonno Successivo Gnocchi di patate viola, colorati e saporiti