Calamari e gamberi gratinati

I CALAMARI E GAMBERI GRATINATI sono un piatto semplicissimo e veloce, ma capace di procurare una vera e propria esplosione di profumi e di gusti, grazie alla cottura rapida e alla speciale panatura, ricca di aromi e croccantezza.

Ideale come secondo di pesce, il piatto può anche essere presentato come sfizioso antipasto, magari accompagnato da una bella bottiglia di bollicine…

Il piatto, come potete leggere, è davvero semplicissimo e di sicura riuscita, a patto di attenersi a poche regole auree: frutti di mare freschissimi (o surgelati di prima scelta), panatura e aromi di qualità (suggerisco di usare del pangrattato fatto in casa, non troppo fine) e infine cottura breve, per mantenere la carnosità di calamari e gamberi.

Croccante panatura esterna e morbidezza ad ogni morso, unite al profumo intenso del limone, alla fragranza del pistacchio e alla sapidità del Parmigiano rendono questa simpatica ricetta veramente eccezionale. Provatela e fatemi sapere.

calamari e gamberi gratinati
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 1 kg Calamari
  • 500 g Gamberi (gamberoni o mazzancolle)
  • 40 g Granella di pistacchi
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • 20 g Parmigiano reggiano
  • 3 cucchiai Pangrattato (non troppo fine)
  • q.b. Prezzemolo
  • Scorza di limone (bio)
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe nero

Preparazione

  1. Per preparare questi deliziosi CALAMARI E GAMBERI GRATINATI come prima cosa lavate i calamari sotto acqua corrente e molto delicatamente rimuovete i tentacoli dal resto del corpo.

    Eliminata anche la penna di cartilagine interna, le interiora, le pinne e la pelle esterna.

    Quindi risciaquateli sia dentro che fuori e tagliateli a rondelle di mezzo cm. Se volete potete utilizzare anche degli anelli di calamaro o di totano freschi già puliti.

    Tamponateli con della carta assorbente e teneteli da parte.

  2. Nel frattempo pulite i gamberi. Privateli della testa e del carapace, lasciando solo quello che ricopre la coda. Se l’intestino è molto evidente provvedete a toglierlo aiutandovi con uno stuzzicadenti.

  3. In un piatto mettete il pangrattato (potete farlo da voi tostante per 5 minuti del pane in cassetta in forno a 180° fino a che non inizia a dorare), il parmigiano, il prezzemolo tritato, la granella di pistacchi, la scorza di limone, un pizzico di sale e una grattata di pepe. Mescolate il tutto.

  4. Foderate una teglia ampia con della carta forno, oliatela e adagiatevi il pesce. Salate leggermente, ricoprite con la panatura e terminate con un filo d’olio.

    Infornate a forno preriscaldato e statico a 180° e cuocete per 20 minuti, non di più altrimenti i calamari risulteranno gommosi.

    Una volta cotti impiattate e gustateli caldi.

  5. GUARDA ANCHE:

Note

Precedente Lasagne broccolo e salsiccia Successivo Farfalle al salmone

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.