Spaghetti carote e speck

Mi sono ricordata di una sciocchezza scritta per far divertire le mie bambine millanta anni fa. Loro si divertivano ad ascoltare le storie o le filastrocche mangiando, però non è così semplice trovare la ricetta e inventarsi la “storiella” con le ricette per bambini. C’è già chi lo fa ed è più bravo di me…

Ho recuperato anche le foto “d’epoca”.

Comunque sia la ricetta è buona, adatta alla cucina di tutti i giorni, ma anche a una improvvisata spaghettata tra amici. E la filastrocca è carina da recitare preparando il piatto insieme con i bambini.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Ore
  • Tempo di cottura10 Ore
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

2 carote
160 g spaghetti
60 g speck a fettine
1 scalogno (piccolo )
1 bicchiere vino bianco
1 cucchiaio olio extravergine d’oliva
q.b. peperoncino secco
sale
367,32 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 367,32 (Kcal)
  • Carboidrati 38,19 (g) di cui Zuccheri 6,76 (g)
  • Proteine 15,30 (g)
  • Grassi 13,75 (g) di cui saturi 3,07 (g)di cui insaturi 3,82 (g)
  • Fibre 4,88 (g)
  • Sodio 944,79 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 300 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Pentola

Passaggi

Tella Carò e la sorella Tina

chiacchieravano ormai dalla mattina.

“Guarda che bello questo mio ciuffo.”

“E hai visto quello quanto è buffo?”,

diceva Tina, indicando il finocchio,

che ci provava, strizzandole l’occhio.

” E la mia linea? Sono ben snella!

Io, tra le carote, son la più bella!”

Poi una mano dal frigo le prese…

“Ma guarda questa, com’è scortese!”

Era gran Madre, Signora in cucina,

che lavò con fresca acqua Tella e Tina,

sopra il tagliere le mise adagiate,

il ciuffo lor tolse per delle insalate,

raschiò un pochino la lor superficie,

con il coltello le ridusse a strisce

e quindi a filetti sottili sottili

(lo fece sempre con modi gentili).

Intanto in padella scaldava dell’olio,

in cui si crogiolava dello scalogno,

tagliato anch’esso a sottili fettine,

e insieme vi mise le due carotine.

Lasciò il tutto appassire un pochino

e poi vi aggiunse un peperoncino.

Nel tagliere poi mise dello speck, affettato

non troppo sottile e assai profumato.

Anch’esso ridusse a listarelle

e lo mandò con le due sorelle

in quel bel sugo a mischiarsi pacioso,

e sfumò il tutto col vino gioioso.

Vicino ad esse borbottando bolliva

una pentola grande, che conteneva

allegri spaghetti in danza gaudente,

che Madre scolò appena al dente.

Li mise in padella nel sugo di sole

e fece far loro un po’ di capriole.

Così carote, speck e spaghetti

si ritrovarono uniti e contenti

e quindi nel piatto in bella collina.

E questa è la storia di Tella e di Tina.

La ricetta si evince facilmente

Per fare una variante più “particolare”, si può aggiungere un cucchiaio di cacao in polvere prima di aggiungere gli spaghetti. Per i bambini non mettere il peperoncino.

Divertitevi insieme!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights