Buone le brioche, vero? E se preparassimo l’impasto di base in casa? Oggi vi spiegherò come realizzare la pasta brioche. Non è difficile, occorre solo un po’ di pazienza per i tempi di lievitazione. Il fattore importante (e determinante) per la buona riuscita di questo impasto è la “forza” della farina. Occorre, infatti, una farina molto proteica, preferibilmente W300. Con la pasta brioche potete preparare brioche per la colazione e merende, farcite e non. Insomma, potete dare libero sfogo alla vostra fantasia. 🙂

Pasta brioche

 Pasta brioche

<>

INGREDIENTI:

Per il lievitino

150 g di farina “00″

20 g di lievito di birra

poco latte tiepido

Per la pasta

450 g di farina “00″

250 g di burro

100 g di zucchero semolato

7 tuorli + 2 per spennellare

1 bustina di vanillina

scorza grattugiata di 1 limone

poco latte

1 pizzico di sale fino

1 cucchiaino da caffè di aroma al Rhum

PREPARAZIONE:

Per preparare il lievitino fate sciogliere il lievito di birra in poco latte tiepido e unitelo alla farina. Se necessario unite tanto latte quanto basta per avere un impasto morbido. Ponetelo in una ciotola leggermente infarinata, fategli un taglio in croce, copritelo con uno strofinaccio e lasciatelo lievitare per un’ora.

Sulla spianatoia o nel bicchiere della planetaria mettete le polveri insieme alla scorza del limone, fate la fontana e mettetevi al centro i tuorli e l’aroma al Rhum e cominciate ad impastare. Aggiungete tanto latte tiepido quanto basta per ottenere una pasta morbida ed elastica. Lavorate l’impasto fino a quando si staccherà dalle mani (o dalle pareti della planetaria); quindi unite il burro morbido a pezzetti e fatelo amalgamare bene. Solo quando il burro sarà stato tutto assorbito unite il lievitino e continuate a lavorare fino a quando l’impasto sarà divenuto liscio e lucido.

Fate una palla e mettetela a lievitare per due ore in una ciotola leggermente infarinata e coprite con uno strofinaccio.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto, lavoratelo per qualche minuto e rimettetelo nella stessa ciotola a lievitare per tutta la notte (6-7 ore) in luogo fresco.

Trascorso questo tempo, date alla pasta la forma che preferite, farcitela (se preferite) e lasciate lievitare ancora per poco e infornate.

Come cuocerla:

la pasta brioche va cotta a 220° per pochi minuti, 10-15 o anche più,  a seconda della dimensione e della forma che date alla pasta.

Ricetta originale: “Milledolci” 

<>

Provate anche:

Girelle di brioche con gocce di cioccolato

6 Commenti su Pasta brioche

  1. mi chiamo Gabriella Vannini faccio spesso le vostre ricette e sono favolose.
    Avrei bisogno di un aiuto,vorrei adoperare il lievito madre al posto del lievito di birra, ma non so se lo si può adoperare con tutti i lievitati (per ora l’ho provato con fette biscottate, pan brioche, pizza e pane tutto bene) ma per esempio panettoni, pandori e colombe non so con quali dosi e soprattutto se si deve aumentare o diminuire la dose della farina o degli altri liquidi) Avete una rubrica dove spiegate l’uso del lievito madre?
    Vi ringrazio

    • Ciao Gabriella, innanzi tutto ti ringrazio della fiducia. 🙂
      Le dosi da lievito di birra a lievito madre si possono sempre convertire. Con i grandi lievitati, tipo panettoni, colombe, ecc. il discorso diventa un tantino più impegnativo in quanto queste sono ricette calibrate al grammo. Per cui ti conviene trovare una ricetta che usi il lievito madre. E’ comune giusto che in caso di conversione da lievito di birra a lievito madre (o viceversa) bisogna sistemare anche le dosi della farina e dei liquidi. Ma qui ci vuole una precisione assoluta. Potresti provare la conversione utilizzando questo sito: http://www.pastamadre.eu/?page=conversione_lievito_di_birra_pasta_madre
      Io ho provato con i lievitati più semplici ma mai con i grandi lievitati.
      Per quanto riguarda l’uso e la gestione del lievito madre, leggi qui: https://blog.giallozafferano.it/rafanoecannella/lievito-madre/
      Spero di esserti stata d’aiuto, in caso contrario non esitare a ricontattarmi e insieme cercheremo di risolvere qualsiasi problema.
      Buona serata 🙂

  2. che domanda stupida che ho fatto !!! era ovvio che il lievito fosse quello fresco,visto la quantità… maaaaa

  3. deve essere buonissima questa pasta ,nella ricetta dici 20 gr di lievito,ti riferisci a quello fresco in cubetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.