Crea sito

Crocchette di lampascioni

Avete mai assaggiato le crocchette di lampascioni? Il lampascione è un bulbo  ricco di sali minerali e che cresce a 12-20 cm circa sotto terra, è simile a una piccola cipolla di sapore amarognolo ed è consumato specialmente nell’Italia meridionale, in Puglia e Basilicata. Si può cucinare in diversi modi soltanto dopo averlo sbucciato e tenuto in acqua per due o tre giorni per consentirgli di perdere il liquido amaro che trasuda dopo essere stato sbucciato. I lampascioni vanno cucinati interi ma, a seconda della preparazione, vanno intaccati alla base in modo diverso: numerosi tagli perpendicolari se cucinati in padella o bolliti; un taglio a croce se fatti sott’olio. Dato il loro sapore intenso, i lampascioni vanno cucinati con molta semplicità.

Crocchette di lampascioni

 

Crocchette di lampascioni

INGREDIENTI:

500 g di lampascioni

3 uova

150 g di Grana (o Parmigiano) grattugiato

2 cucchiai di farina

olio per friggere

PREPARAZIONE:

Con un coltello tagliate la radice, sbucciate i lampascioni e fate dei tagli perpendicolari alla base. Metteteli in una ciotola con dell’acqua e lasciateli a bagno per due o tre giorni, cambiando l’acqua 3-4 volte al giorno.

Il terzo giorno, sciacquateli bene sotto l’acqua corrente e lessateli in acqua salata.

Scolateli e metteteli nuovamente nell’acqua per un paio di ore. Trascorso questo tempo, scolateli bene, metteteli in una ciotola e schiacciateli grossolanamente con il dorso della forchetta. Aggiungete le uova, sbattetele e cominciate ad amalgamare; unite quindi il formaggio grattugiato e la farina e incorporateli bene al composto.

Friggete a cucchiaiate, rigirandoli spesso; scolateli dall’olio e poggiateli su carta assorbente prima di servire.

<>

Passate a trovarmi su Facebook: Rafano e cannella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.