Pesto alla genovese con pistacchi- ricetta regionale-

Lo so il pesto alla genovese si fa con i pinoli … ma il mio fruttivendolo di fiducia mi ha reperito all’improvviso tanto …ma tanto basilico e non mi ritrovavo abbastanza pinoli… è così ho apportato una delle mie solite “varianti”: Pesto alla genovese con pistacchio. Regola vuole che il pesto si prepari con il mortaio ma per le quantità da me preparate ho utilizzato il frullatore (o meglio dire Bimby), eh sì, mi son preparata una bella scorta per l’inverno 😉

pesto1

Due i trucchi per realizzarlo al meglio anche con un occhio alla dieta: punto primo riponete nel freezer il boccale del frullatore con tutte le lame, questo consentirà di avere un pesto bello verde, poiché il calore che creano le lame in movimento fa ossidare, anzi cuocere, il basilico; punto secondo se volete fare una bella scorta di pesto, piuttosto che ricoprirlo di olio per farlo conservare a lungo, mettetelo nei bicchierini da caffè di plastica e congelatelo, avrete cosi delle mono dosi di pesto come fresco ma più leggero!

                  Pesto alla genovese con pistacchi

Ingredienti per 6 persone:

  • 80 grammi di basilico asciutto
  • 80 grammi di parmigiano reggiano
  • 30 grammi di pistacchi (meglio se di Bronte)
  • 1 spicchio di aglio
  • 80 ml di olio evo (in genere ne va circa 130 ml)
  • sale qb (moderato)

Procedimento:

Mettete il boccale del frullatore nel freezer, nel frattempo pesate il basilico da asciutto poi lavatelo delicatamente e adagiatelo su un canovaccio, adagiate un’altro canovaccio sul basilico e tamponate l’acqua in eccesso. Sbucciate lo spicchio di aglio e preparate gli ingredienti necessari. Fatto questo estraete dal freezer il boccale ed iniziate mettendo nel l’aglio, il parmigiano, i pistacchi, il basilico ed il sale. Iniziate a frullare e dopo pochi secondi raccogliete il basilico con l’aiuto di un cucchiaio, aggiungete l’olio e continuate a frullare fino ad ottenere un composto ben amalgamato.

pesto 2

 

* Ovviamente, se preferite,  mettete i pinoli al posto dei pistacchi e, se gradite un gusto più deciso, aggiungete del pecorino ( a casa mia non lo amiamo molto).

Date libero sfogo al vostro pesto condendo degli gnocchi o trenette o, perché no, delle lasagne … il vostro palato ringrazierà!!!!

Curiosa io … di sapere se ti è piaciuta la ricetta o se hai qualche suggerimento 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.