Crea sito

Shakshuka

lo Shakshuka è un piatto di origine tunisina, ma è diventato molto popolare a Gerusalemme e in generale in tutto Israele, mangiato soprattutto a colazione o a pranzo. Non arricciate il naso, sapete che in tantissime parti del mondo vengono comunemente consumati piatti salati per colazione.
Nella versione originale andrebbe aggiunto un paio di cucchiai di harissa, ma io non amo per niente il piccante ed ho preferito ometterlo. Ma voi siete liberissimi di aggiungere questo famoso condimento nord africano, che può tranquillamente essere acquistato già pronto e che trovate nel reparto etnico di qualsiasi supermercato ben rifornito.
La ricetta, leggermente modificata, è tratta dal bellissimo libro Gerusalem di Yotam Ottolenghi. Io adoro la sua cucina e ogni tanto mi cimento nei suoi piatti.

Se avete voglia di provare un suo dolce vi invito a leggere e preparare la sua crostata al cioccolato di cui vi lascio la ricetta.

shakshuka
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaMediorientale

Ingredienti

  • 300 gPeperoni rossi
  • 500 gPolpa di pomodoro
  • 8Uova
  • 1Cipolla piccola
  • 4 cucchiaiConcentrato di pomodoro
  • 4 spicchiAglio
  • 1 cucchiainoSemi di cumino
  • 2 cucchiaiPrezzemolo (tritato)
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Lavate e asciugate i peperoni, quindi puliteli e tagliateli a cubetti uniformi.

    Pulite la cipolla e tagliatela a pezzetti piccolini.

  2. Versate in una padella ampia un poco di olio extravergine di oliva, aggiungete la cipolla tagliata finemente e lasciate cuocere a fuoco dolce alcuni minuti. Aggiungete i peperoni, un pizzico di sale e lasciate cuocere.

  3. Appena i peperoni si sono leggermente ammorbiditi aggiungete la passata di pomodoro, il concentrato diluito in un pochino di acqua calda e i semi di cumino.

  4. Lasciate cuocere a fuoco dolce fino a quando i peperoni saranno cotti, ma non spappolati.

    Con un cucchiaio cercate di formare un incavo e versatevi dentro un uovo sgusciato. Procedete in questo modo per tutte le uova.

  5. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere alcuni minuti, in modo che l’albume cuocia per bene e il tuorlo rimanga leggermente morbido.

    Assaggiate e regolare se serve il sale.

  6. Servite a tavola spolverando lo shakshuka con il prezzemolo tritato e fette di pane, indispensabili per raccogliere tutto il sughetto.

  7. shakshuka

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.