Crea sito

Hokkaido milk bread

Hokkaido milk bread, un nome esotico per un pane morbido dalla mollica fitta e soffice. Un vero pane in cassetta, perfetto per la prima colazione, accompagnato da una buona confettura.
Ho visto questo pane parecchie volte su Pinterest, che per me è sempre una grandissima fonte di ispirazione, e il suo nome mi ha subito incuriosita.
Sapete della mia innata curiosità verso le ricette “esotiche”, ho preparato i panini al vapore giapponesi un po’ di tempo fa ed avevo voglia di provare anche qualcosa più “da grandi”. A proposito, trovate la ricetta dei panini al vapore qui, sono assolutamente da provare.
Complice questa quarantena che ci accomuna un po’ tutti, e il tempo a disposizione per me veramente prezioso, mi sono messa all’opera. Si perché per fare questa ricetta ci vuole un po’ di tempo, tempo che io durante tutto l’anno purtroppo non possiedo. E questa quarantena mi sta regalando questo tempo.
La sera prima di quando abbiamo deciso di preparare l’Hokkaido milk bread dobbiamo preparare il Tangzhong. Il mattino seguente procederemo con la ricetta.
Prepariamola insieme.

In fondo all’articolo trovate alcune informazioni su questo metodo di panificazione.

Hokkaido milk bread
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaGiapponese

Ingredienti

Per il Tangzhong

  • 120 gAcqua
  • 40 gFarina (W 350)

Per l’impasto

  • 400 gFarina (W 350)
  • 50 gZucchero
  • 130 gLatte intero
  • 1Uovo
  • Tutto lo Tangzhong
  • 3 gLievito di birra secco
  • 25 gBurro (morbido)
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. La sera prima mettete l’acqua e la farina per lo Tangzhong in un pentolino. Mettete sul fuoco ad addensare, continuando a mescolare con una frusta fino a che non si sarà formata una specie di gelatina bianca (water roux). Lasciate riposare in frigorifero coperto da pellicola trasparente.

  2. Il mattino dopo versate nella ciotola della planetaria la farina, il lievito, il latte, lo zucchero e tutto lo tangzhong. Iniziate a impastare con il gancio.

  3. Aggiungete l’uovo e poi il sale e proseguite ad impastare fino a ottenere un composto liscio. A questo punto aggiungete il burro morbido e lasciate impastare per almeno 15 minuti.

  4. Trasferite l’impasto in una ciotola oliata e lasciate lievitare l’impasto dell’hokkaido milk bread fino al raddoppio. Ci vorranno circa tre ore.

  5. Una volta lievitato trasferite l’impasto sul tagliere leggermente infarinato e dividetelo in tre parti.

    Pirlate i panetti facendoli roteare sul tagliere dandogli così la forma arrotondata. Lasciateli riposare per 10 minuti coperti da un canovaccio pulito.

  6. Trascorso questo tempo trasferite i panetti in uno stampo da plumcake, rivestito di carta forno, e lasciate lievitare fino al raddoppio. Io ho lasciato molto di più, ho dovuto aspettare perché non potevo utilizzare il forno e alla fine è lievitato un pochino di più. Ed è stato molto meglio così.

  7. conservare il pane dentro ad una campana di vetro per qualche giorno.
  8. Spennellate la superficie del pane con un tuorlo diluito con un pochino di latte e cuocete in forno statico già caldo a 170° per circa 40-45 minuti.

  9. Appena il Hokkaido milk bread è cotto, sfornatelo, attendete alcuni minuti e trasferitelo su una gratella a raffreddare.

  10. Conservare il pane dentro ad una campana di vetro per qualche giorno. 

  11. Hokkaido milk bread

Tips

Tutti conosciamo il roux, la preparazione a base di burro e farina che, nelle sue tre versioni – bianco, biondo o bruno – rappresenta il punto di partenza di molte salse, a cominciare dalla besciamella. Chi tra voi è appassionato di panificazione e prodotti da forno invece, forse si è già imbattuto in quello che molti considerano l’ingrediente segreto per ottenere un pane soffice e ben lievitato. Il water roux è uno starter, un pre-impasto. L’origine di questo composto, noto anche con il nome di tangzhong, è orientale. La sua diffusione, soprattutto sul web, si deve al libro di Yvonne Chen, “65°C bread doctor” , nel quale l’autrice spiega l’uso del water roux e ne offre diversi esempi di utilizzo.

Preparare il water roux non è affatto difficile e i benefici che apporta al composto sono molteplici. Innanzitutto l’impasto è molto ben idratato, tenetene conto quando aggiungete i liquidi all’impasto man mano che lo lavorate, e si presenta particolarmente elastico. Rispetto a un normale impasto può richiedere più tempo per raggiungere la giusta lievitazione, ma l’aggiunta di water roux conferisce a pane, pizza e brioche una notevole sofficità e morbidezza. La sua azione emulsionante inoltre permette di ridurre l’uso di grassi come burro o olio. Usatelo per preparare pan brioche, ciambelle e pizzette anche nella versione milk roux, che prevede l’utilizzo di latte al posto dell’acqua.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.