Bundt cake, l’elegante torta americana

La bundt cake è una ciambella molto scenografica, soffice come una nuvola e si ispira a una torta tipica dei paesi nordici, il Gugelhupf. Al contrario di quest’ultima, però, la bundt cake non è un grande lievitato. La sua particolarità è nella forma, si dovrebbe utilizzare il suo stampo, tutto scanalato per esaltare l’eventuale copertura di glassa o cioccolato, oppure il semplice zucchero a velo. Io amo prepararla semplicemente così, per esaltare i suoi pochissimi ingredienti. E’ una torta perfetta per la colazione o la merenda e ne esistono tantissime varianti, tra cui la famosa “raimbow cake”. Siccome io non ho lo stampo da bundt cake ho utilizzato il mio da gugelhupf. Se ci cliccate sopra potete leggere la ricetta che ho preparato tempo fa.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaAmericana
385,19 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 385,19 (Kcal)
  • Carboidrati 53,09 (g) di cui Zuccheri 31,40 (g)
  • Proteine 5,83 (g)
  • Grassi 17,92 (g) di cui saturi 11,21 (g)di cui insaturi 6,54 (g)
  • Fibre 0,68 (g)
  • Sodio 26,18 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la bundt cake

  • 400 gFarina 00
  • 360 gZucchero
  • 250 gBurro (morbido)
  • 4Uova (a temperatura ambiente)
  • 3 cucchiainiLievito in polvere per dolci
  • 2 tazze da caffèLatte intero
  • 1 baccavaniglia
  • q.b.zucchero a velo (per decorare)

Preparazione della bundt cake

  1. Versate nella ciotola della planetaria il burro e lo zucchero, i semi della vaniglia e azionate la frusta. Montate ad alta velocità fino a ottenere un composto gonfio e spumoso. Incorporate un uovo alla volta, ed poi il latte, continuando a sbattere fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati.

  2. Setacciate la farina e il lievito direttamente sul composto di uova e burro e mescolate con l’aiuto di una spatola, con molta delicatezza, fino a ottenere un composto omogeneo. Imburrate e infarinate lo stampo da 26 cm di diametro. Versate il composto all’interno dello stampo, livellate con la spatola e cuocete in forno caldo a 170° per circa 60 minuti.

  3. Una volta cotta, sfornate la bundt cake, lasciatela raffreddare alcuni minuti e capovolgetela su una griglia. lasciatela raffreddare completamente. Appoggiate la bundt cake sul piatto da portata e spolverate con abbondante zucchero a velo.

La vera storia del bundt

  1. La storia del bundt è un tipico sogno americano del Novecento, di quelli che cominciano con un’intuizione e finiscono in tv, con milioni di pezzi venduti. Tutto comincia negli anni Cinquanta, quando due membri dell’associazione ebraico-americana commissionarono ad un ingegnere la realizzazione di uno stampo leggero ed economico simile nella forma a quello tradizionale del Kugelhupf europeo, fatto di ceramica smaltata, molto diffuso nell’impero austro-ungarico. Il dolce che vi si cuoceva, simile nella forma ad una ciambella, deriva dal kugel ebraico, letteralmente “palla”. Così David Dalquist, l’inventore, realizzò uno stampo per ciambelle in alluminio pressofuso, prendendo il nome in prestito dal tedesco: Bund Cake.

    Il termine “Bund” significa comunità, la “t” finale fu aggiunta per poter registrare il marchio: insieme al fratello Mark, Dalquist fondò in Minnesota un’azienda che produceva questi stampi, che chiamò Nordic Ware. Non fu un successo, tutt’altro. L’azienda vendette qualche stampo – per 4$ ciascuno – ai membri della comunità ebraica, ma fuori da lì il prodotto non riscontrò l’interesse sperato, tanto che la società rischiò di fallire. Fino al 1966, quando Ella Elfrich, casalinga, si aggiudicò il secondo posto nella competizione Bake-Off  con la sua meravigliosa Tunnel of Fudge Cake, realizzata in uno stampo da Bundt. L’eco fu tale che la vera vincitrice fu subito dimenticata, ma la Nordic Ware ricevette ordini per oltre 200000 stampi, tanto da surclassare lo stampo Jell-O in stagno, fino a quel momento il più venduto nelle case americane. Quando David Dalquist morì nel 2005, più di 50 milioni di stampi da Bundt cake erano stati venduti negli Stati Uniti e la ricetta era diventata un classico contemporaneo.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.