Gugelhupf

Il Gugelhupf è un dolce tipico della cucina tedesca composto da una pasta lievitata leggera e diffuso in Germania, Alsazia, Austria, Svizzera, Croazia, Slovenia, Bosnia e Paesi Bassi. Il nome deriva del tedesco keugel che significa letteralmente palla o globo. Non a caso la caratteristica fondamentale del Gugelhupf è la classica forma a tortiglione ottenuta attraverso il tipico stampo a ciambella. Nel dolce è fondamentale la presenza delle mandorle, onnipresenti in tutte le varianti della ricetta, al contrario dell’uvetta che è invece un ingrediente opzionale. Molto comune anche l’uso di frutta candita e noci. Il Gugelhupf è un dolce tipico del periodo invernale ed è preparato in particolare durante il Natale. Per questa ragione e per via dell’impasto (fatto a base di farina, zucchero, lievito, latte e uvetta), sono in molti ad accomunarlo al panettone. E’ perfetto come golosa colazione, oppure come ricca merenda o durante la pausa caffè.

Quale migliore occasione dell’uscita della rubrica de “Il granaio baking time” per preparare questa ricetta.

Se amate i lievitati dolci vi consiglio queste ricette

Gugelhupf
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaTedesca
  • StagionalitàInverno

Ingredienti per il Gugelhupf 

350 g farina (forte )
100 ml latte
1 cucchiaio miele di acacia
10 g lievito di birra fresco
70 g zucchero
2 uova
1 tuorlo
140 g burro (morbido)
5 g sale
1 cucchiaio liquore all’arancia (Grand Marnier)
20 g mandorle in scaglie
375,51 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 375,51 (Kcal)
  • Carboidrati 44,71 (g) di cui Zuccheri 12,17 (g)
  • Proteine 8,11 (g)
  • Grassi 19,16 (g) di cui saturi 10,76 (g)di cui insaturi 7,11 (g)
  • Fibre 6,20 (g)
  • Sodio 264,48 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 116 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Preparazione del Gugelhupf 

Sciogliete il lievito nel latte in cui avete aggiunto il miele. Mescolate il composto a 100 g di farina e lasciate lievitare, coperto con la pellicola trasparente, in un luogo tiepido per 45 minuti. Dovrebbe gonfiarsi e fare tante bollicine.

Versate il lievitino nella ciotola della planetaria con la frusta a foglia, e aggiungete un uovo intero. Iniziate ad impastare a bassa velocità. Aggiungete, alternando, l’altro uovo, la farina, il tuorlo, lo zucchero e per ultimo il sale. Lasciate lavorare a bassa velocità la planetaria per alcuni minuti, quindi aggiungete il liquore.

Aumentate la velocità e iniziate ad aggiungere il burro a piccoli pezzetti, aspettando che il pezzetto sia perfettamente assorbito prima di inserire quello nuovo.

Impastate per circa venti minuti, quindi versate l’impasto in una ciotola unta e lasciate puntare l’impasto per un’ora. Trascorso questo tempo trasferite l’impasto in frigorifero per tutta la notte.

Al mattino riportate a temperatura ambiente.

Versate l’impasto sul tagliere infarinato, quindi fate un paio di pieghe. Non preoccupatevi se l’impasto si sgonfia completamente, è normale.

Imburrate lo stampo per gugelhupf perfettamente, io ho usato lo stampo Guglhupf che non necessita di essere imburrato, ho solo passato un leggero filo d’olio. Distribuite le mandorle a lamelle sul fondo dello stampo quindi fate un foro con le mani al centro dell’impasto e mettetelo delicatamente nello stampo.

gugelhupf

Coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare finché non avrà raggiunto il bordo dello stampo.

Scaldate il forno a 170° e cuocete il vostro gugelhupf per 30 minuti.

Sfornate e lasciate intiepidire, quindi sformate il dolce su una gratella.

Spolverate il gugelhupf con lo zucchero a velo prima di servire.

Questo dolce si conserva tre-quattro giorni chiuso in un contenitore.

Gugelhupf

Per la rubrica de “Il Granaio baking time” queste sono le proposte che trovate nel paniere:

Sabrina – Ciabatta alle erbe di Provenza

Simona – Girella di pane di semola e farro

Zeudi – Quiche al cavolfiore

Federica – Gozleme, piadina turca

Teresa – Pizza con l’impasto alla zucca

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook  il mio profilo Instagram  la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

4 Risposte a “Gugelhupf”

  1. Dev’essere proprio ottimo questo Gugelhupf, ha un aspetto fantastico. E’ un po’ che vorrei provare a farlo anch’io, bè, adesso so dove copiare la ricetta ;-D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.