Crea sito

Almond thumbprints

Almond thumbprints, un nome inglese per questi biscotti senza cottura deliziosi da morire.
Sono i biscotti che ho scelto tra quelli proposti per Il Club del 27 di questo mese, in cui abbiamo affrontato a colpi di fresco il libro The New Cookie: The Best No Bake Recipes You Can Find in The World  di Molly Mills.
Il libro è tutto dedicato ai biscotti senza cottura, ce ne sono veramente per tutti i gusti, perfetti per concedersi un dolcetto goloso durante la stagione calda.
Come vi dicevo poco più su ho deciso di preparare questi dolcetti perché mi hanno incuriosita, hanno come base i pretzel tritati, si proprio i tondi salatini che mangiamo durante gli aperitivi e il burro di mandorle. Qui da noi è abbastanza raro trovarlo, ma è molto simile al burro di noccioline, è ottimo spalmato sul pane accompagnato dalla confettura che più vi piace, oppure si può utilizzare al posto del burro tradizionale all’interno di dolci e biscotti.
Sotto vi lascerò la ricetta per prepararlo in casa, è abbastanza semplice e necessita solo di un frullatore potente.

Se adorate le mandorle so che adorerete gli amaretti tradizionali di Modena, sono facilissimi da fare.

almond-thumbprint
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni24 biscotti
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaAmericana

Ingredienti per gli Almond thumbprints

  • 300 gcracker (tipo pretzel tritati)
  • 200 gburro di mandorle
  • 45 gburro (a temperatura ambiente)
  • 120 gzucchero a velo
  • 60 gconfettura di lamponi
  • 5 gscorza d’arancia (tritata finemente)

Burro di mandorle

  • 250 gmandorle pelate
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicosale (facoltativo)
  • 3 cucchiaiacqua (solo se serve)

Preparazione degli Almond thumbprints

  1. Versate in una ciotola il burro di mandorle, il burro non salato e lo zucchero a velo. Montateli con l’aiuto di una frusta elettrica.

    Aggiungete i pretzel e mescolate con cura.

  2. Inumidendovi leggermente le mani prelevate un pochino di impasto e formate una pallina grande come una grossa noce. Appoggiatela su un vassoio coperto da carta forno. Procedete in questo modo con il resto del composto, dovete ottenere circa 24 palline.

  3. Mescolate la confettura di lamponi alla scorza d’arancia grattugiata.

    Premete con il pollice ogni pallina in modo che si formi un incavo.

    Mettete nella cavità ottenuta un pochino di confettura di lamponi.

    Riponete in frigorifero a rassodare per almeno mezz’ora prima di servire.

  4. almond-thumbprint
  5. Ho arricchito i miei almond thumbprints con confettura di fichi e marmellata di arance-limone-carota, ed effettivamente il sapore dei dolcetti si è arricchito e completato alla meraviglia. Sentitevi liberi di sperimentare nuovi accostamenti.

Preparazione del burro di mandorle

  1. Tostate le mandorle per 5 minuti in una padella ben calda o in forno preriscaldato a 180°C. Versate le mandorle nel boccale del frullatore o nel robot da cucina. Iniziate a frullare le mandorle fino ad ottenere una farina. Continuate a frullare per amalgamare il composto.

    Durante il processo, le mandorle inizieranno a rilasciare i loro oli naturali. Se il composto tende ad attaccarsi alle pareti del frullatore, spingetelo verso il centro con un cucchiaino e riprendete a frullare. Per facilitare il tutto, aggiungete 1 cucchiaino d’acqua e 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva alla vostra preparazione.

    Se però utilizzerete un robot da cucina potente, non vi servirà aggiungere né acqua né olio e il vostro burro di mandorle perfettamente omogeneo sarà pronto in pochi minuti. Con un comune frullatore invece dovrete avere un po’ di pazienza in più e aggiungere un filo d’olio per frullare meglio se occorre.

    Potrete insaporire il burro di mandorle con un pizzico di sale ma si tratta di un’aggiunta facoltativa, a seconda che lo utilizziate per la preparazione di piatti dolci o salati.

    Il burro di mandorle fatto in casa si conserva in un barattolo di vetro ben pulito o in un contenitore per alimenti con coperchio da riporre in frigorifero per circa una settimana. Con gli ingredienti indicati otterrete circa 250 grammi di burro di mandorle fatto in casa.

  2. almond-butter

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

8 Risposte a “Almond thumbprints”

  1. Ottim al’idea di pubblicare anche al ricetta e il procedimento per il buro di mandorle, che io tra l’altro adoro e utilizzo comunemente come alternativa.
    I tuoi thumbprint hanno davvero un aspetto goloso con quel cuore di confettura lucido.

  2. A casa mia non mancano mai burro di mandorle e di nocciole, li adoro.
    Buonissimi questi thumbprints, da provare al più presto!
    Un abbraccio.

  3. Non so dove sia finito il mio commento precedente. 🙁
    Io adoro il burro di mandorle, che a casa mia non manca mai; qui mi piace particolarmente l’accostamento con i pretzel e la finitura con confetture a piacere.
    Da provare!

    1. Sai che non l’ho trovato! E quindi ho dovuto farlo io e non ho un super frullatore che me lo ha reso super liscio, è comunque molto buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.