Archivi tag: brioche

Treccia Svedese Alle Mele

Treccia Svedese alle mele e con Re-Cake 2.0 sai che non puoi sbagliare.

Cominciamo il nuovo anno con un ottimo lievitato, che poi sia farcito con le mele e profumato di spezie non è solo un dettaglio. A noi piacciono molto i dolci con le mele e questo si fa mangiare boccone dopo boccone… finisce e non te rendi conto! Davvero buono perché la pasta brioche è molto soffice forse per la presenza della panna acida che a noi italiani può risultare strana, invece dà quella spinta in più al lievitato. Andiamo a vedere come preparare questa delizia. La ricetta non ha subito stravolgimenti da parte mia, ho solamente usato il lievito di birra fresco in minore quantità perché non mi piace esagerare con il lievito ed ho aumentato la dose dello zucchero della brioche.

16325486_10212162088277450_1731154634_o

Direttamente dal sito di Re-Cake 2.0 #15

INGREDIENTI

Per l’impasto (2 trecce):

  • 245 g di panna acida
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 60 ml di acqua tiepida
  • 30 g di burro
  • 60 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 uovo
  • 400 g di farina 00

Per la farcia alle mele

  • 800 g di mele deliziose sbucciate, private del torsolo e tagliate a spicchi
  • 60 g di zucchero
  •  il succo di 1 limone
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • 20 gr di burro
  • 15 gr di maizena

Per la finitura:

  • mandorle tostate Q. B.
  • glassa semplice zucchero a velo, acqua e succo di limone

PROCEDIMENTO

 

Preparate l’impasto

Se non trovate la panna acida potete prepararla facilmente con 125 g di yogurt greco ed uguale quantità di panna fresca mescolando il tutto con un cucchiaino di aceto di mele. Lasciate fermentare per almeno un’ora in frigorifero, ma può rimanerci anche molto più a lungo se volete prepararla prima, io l’ho fatta la sera prima e poi l’ho lasciata in frigo fino al momento dell’utilizzo.

16326622_10212162192480055_1201408785_o

Riscaldate la panna acida al microonde fino a renderla tiepida. Aggiungete il burro alla panna acida, in modo che si ammorbidisca. Sciogliete il lievito nell’acqua. Aggiungete la panna acida con il burro, lo zucchero, l’uovo e 1/3 della farina. Mescolate fino a ottenere un impasto senza grumi.

Continuate a impastare incorporando il resto della farina.

16357634_10212162183239824_1942077631_o

Trasferite l’impasto su un piano di lavoro ben infarinato e impastate fino a ottenere un panetto liscio (ci vorranno circa 10 minuti). Mettete il panetto in una ciotola unta, coprite e fate lievitare nel forno con la lucina accesa, fino al raddoppio, serviranno circa due ore secondo la stagione.

16325472_10212162179399728_89179086_o

Preparate la farcia alle mele.

In una terrina mescolate gli spicchi di mela con lo zucchero, il succo di limone, il sale e le spezie. Lasciate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.

16357896_10212162149558982_1110187232_oQuindi scolatele raccogliendo il succo in una casseruola. Unite il burro e cuocete a fuoco medio, facendo bollire per circa 5 minuti ruotando la casseruola ma senza mescolare, fino a creare uno sciroppo.

16325988_10212162143878840_429161009_o

In un’altra terrina mescolate le mele con la maizena, quindi unite lo sciroppo.

16357517_10212162141438779_1335943011_oQuando l’impasto sarà ben lievitato riscaldate il forno a 180 gradi. Riprendete l’impasto e sgonfiatelo.

16325398_10212162133518581_2090586501_oDividetelo in 2 parti uguali. Stendete ciascuna parte fino a ottenere un rettangolo.

16251288_10212162125438379_2139599076_oSuddividete la farcia alle mele sui 2 rettangoli di pasta, disponendola al centro e lasciando i bordi liberi. Incidete i bordi, quindi prendete le strisce di pasta e richiudetele verso il centro sovrapponendole e racchiudendo il ripieno, cercando di creare una treccia.

16358044_10212162120558257_1886380209_o

16251374_10212162116478155_180352170_o

16325600_10212162112918066_1773780703_o

Trasferite le trecce su una placca imburrata o coperta con carta forno. Cuocete per 20 -25 minuti o finché non saranno dorate.

16325955_10212162102237799_387887196_o

Completate la treccia svedese alle mele con la glassa e le mandorle tostate.

Note: Consiglio di versare lo zucchero a velo in una ciotola e aggiungere il limone e un po’ d’acqua gradualmente fino ad ottenere la consistenza fluida desiderata, versate subito, aiutandovi con un cucchiaio, sulle trecce perché si secca velocemente.

16326862_10212162106997918_1815232338_o

16325497_10212162105117871_1153019768_o

Se gustate la treccia svedese alle mele ancora tiepida sentirete una vera esplosione di sapori e le vostre papille vi ringrazieranno

16326379_10212162091037519_942665015_o

re-cake-20-600x848

con la treccia svedese alle mele partecipo a Re-Cake 2.0 #15

Babka per Re-Cake#18

Babka un nome che non avevo mai sentito, ma seguendo il gruppo Re-Cake 2.0 impari tante cose che possono sembrare lontane dalla tua cultura e invece invariabilmente ti piacciono moltissimo. Anche la Babka non si smentisce, una dolce e soffice brioche arricchita di cioccolato e noci pecan nella ricetta originale, io ho usato le nocciole del nostro giardino che sono sicuramente bio e mai trattate.

Delle Babka esistono versioni cristiane realizzate soprattutto a Pasqua nell’est europeo, ma sono più famose le versioni ebraiche realizzate sempre per le festività pasquali, in tutto il mondo compreso il Nord America dove c’è una grande presenza ebraica.

Un sentito grazie a SIGRID VERBERT del blog IL CAVOLETTO DI BRUXELLES per questa meravigliosa ricetta.

INGREDIENTI

per l’impasto
530 g farina 00
150 g burro
100 g zucchero
3 uova
12 g lievito di birra fresco
1 limone
120 ml di acqua

per il ripieno
130 g cioccolato fondente
120 g burro
100 g noci pecan ( io ho usato nocciole tostate)
50 g zucchero a velo
30 g cacao amaro
2 cucchiai di zucchero semolato

per finire
40 g miele
2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio
2 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO

Preparare l’impasto
Versare la farina, lo zucchero, il lievito (sciolto precedentemente in metà dell’acqua -prevista- tiepida)

14689155_10211079572655236_1028646004_o e la buccia grattugiata del limone in una terrina o come ho fatto io nella ciotola della planetaria.

14689045_10211079536054321_402090706_o
Aggiungere le uova, il burro a temperatura ambiente e l’acqua al centro, iniziare a impastare e continuare per una decina di minuti. L’impasto finale dev’essere elastico e piuttosto colloso.

14672812_10211079563575009_1941699217_o
Coprire con della pellicola e lasciar lievitare per 1h30 a temperatura ambiente, e poi 2 ore nel frigorifero (oppure tutta la notte in frigorifero, come ho fatto io).

14677953_10211079528814140_955310486_o

Preparare il ripieno
Far sciogliere il burro con il cioccolato a bagnomaria,

14618784_10211079518973894_544536049_oaggiungere lo zucchero a velo e il cacao setacciati

14699671_10211079514933793_807037387_o mescolare bene il tutto

14689262_10211079508453631_1432570034_o e tenere al fresco per 10 minuti. A parte, tritare grossolanamente le nocciole.

Preparazione treccia
Riprendere l’impasto, dividerlo a metà e stendere una metà in un rettangolo di circa 30x40cm.

14625657_10211079505533558_527620403_o Spalmare l’impasto con metà della crema di cioccolato, cospargere con 1 cucchiaio di zucchero e metà delle noci o nocciole.

14699635_10211079501293452_1433699231_oArrotolare sul lato più lungo,

14689211_10211079499413405_608367357_opoi tagliare il rotolo per metà nella lunghezza

14725334_10211079491693212_1950387181_o (1)infine intrecciare le due metà, e disporre la treccia ottenuta in una teglia di 22x8cm (foderata con della carta forno).

14699605_10211079488933143_1348130552_o
Ripetere tutto ciò con l’altra metà dell’impasto in un altro stampo analogo spennellato con la mia emulsione staccante, qui la ricetta.

Lasciar lievitare a temperatura ambiente per 1h

14672736_10211079478692887_682602275_o poi infornare a 190°C, per 30-40 minuti, o fino a quando uno stecchino uscirà asciutto.

Preparare lo sciroppo per finire il dolce
Scaldare leggermente il miele insieme all’acqua di fiori d’arancia e l’acqua, spennellare le trecce appena sfornate.

14689866_10211079476052821_1534604387_o

14689168_10211079438091872_712281121_o14689891_10211079413251251_1715551085_o

Con questa ricetta partecipo a Re-Cake #18

recake2.0 _1a

brioches col tuppo

Brioches col tuppo-Brioscia siciliana

Le Brioches col tuppo che vengono chiamate così fuori dalla mia città, fanno parte della mia vita da sempre o almeno da quando ne ho memoria…. Noi la chiamiamo semplicemente “brioscia” da abbinare a colazione o merenda con le nostre straordinarie granite o anche come contenitore dei nostri stratosferici gelati artigianali. Così si dice “menza ca panna e na brioscia”. Da dove venga il termine mezza non sono molto certa, forse prima esisteva una misura doppia di bicchiere nel quale ne servivano una intera?…… Forse erano troppe le calorie e hanno dimezzato le dosi? chi lo sa? Intanto adesso andiamo a preparare le nostre “brioscie”del tutto naturali senza additivi e coloranti….

13607768_10210085237237472_733308450_n

Ingredienti per 10 brioches:

  • 500 gr di farina manitoba
  • 15 gr di lievito di birra
  • 100 gr di zucchero
  • 110 g di uova intere (circa 2)
  • 175 ml di latte
  • 20 g di burro
  • 80 gr di margarina o 80 ml di olio di riso
  • 10 g di zucchero aromatizzato all’arancia
  • 4 ml di acqua di chiodi di garofano
  • 5 ml di estratto di vaniglia
  • 3  g  di sale

Ingredienti per la doratura prima di infornare:

  • 10 ml di latte
  • 1 tuorlo

Preparazione:

Preparate tutti gli ingredienti

In una ciotola o nella planetaria versate la farina, le uova, lo zucchero, il sale, lo zucchero aromatizzato ( io quando ho le bucce di arancia le faccio disidratare e poi le frullo con lo zucchero, conservo in un barattolo e uso per aromatizzare quasi tutti i dolci), la margarina e il burro a tocchetti a temperatura ambiente, l’acqua di chiodi di garofano (se vi piace l’aroma) e la vaniglia.

Scaldate appena il latte e scioglietevi il lievito di birra, quindi versarlo sugli altri ingredienti e fate lavorare con il gancio da impasto a bassa velocità finché non avrete ottenuto un composto ben omogeneo che abbia raggiunto l’incordatura.

DSCN5328Spolverate con la farina il piano di lavoro e posizionate l’impasto sulla farina, coprite a campana e poi con un panno da cucina e se serve anche con una copertina di lana per tenere il luogo al caldo e senza correnti d’aria. Fate lievitare per circa un’ora. Trascorso questo  tempo preparate la placca del forno foderata con carta da forno bagnata e ben strizzata dove sistemerete le vostre brioches col tuppo tipiche siciliane che dovranno ancora lievitare. Cominciate a fare dei paninetti tondi del peso di 80 g cadauno e posizionateli sulle teglia ben  distanziati gli uni dagli altri, fatene poi altrettanti del peso di 20 g cadauno e facendo un piccolo buco al centro di ogni pallina grande con le dita adagiatevi le palline piccole , dando così la forma caratteristica delle famose “brioche con tuppo”.

brioches prep13595705_10210085263438127_1559057990_nFate lievitare le brioches col tuppo in forno chiuso e spento per circa due ore o anche se servisse. Trascorso questo tempo tirate fuori la placca dal forno, accendete il forno alla temperatura di circa 180° e nel frattempo spennellate le vostre brioches con il tuorlo sbattuto insieme al latte.

13566116_10210085258678008_1450518872_nInfornate e lasciate cuocere per circa 15/20 minuti e saranno pronte. Appena sfornate fate raffreddare su una gratella

Potete anche spolverarle con zucchero a velo, ma noi le preferiamo al naturale per intingerle nella granita del giorno.

Saranno soffici e profumate e se ne rimanessero per il giorno dopo conservatele in un contenitore ermetico così ritroverete la loro sofficità anche il giorno seguente

brioches col tuppo

Danubio alla crema di cioccolato

Danubio alla crema di cioccolato: Prima di cimentarmi con questo classico lievitato  ho resistito a lungo, ma alla fine spinta dalla curiosità e dal pensiero che non è altro che una pasta brioche farcita ho capitolato….

Bisogna ammettere e dare atto a quanti osannano la sua sofficità e morbidezza, oltre al delicato aroma, che hanno perfettamente ragione. Il Danubio alla crema di cioccolato spalmabile è veramente buono e tutti in famiglia sono rimasti soddisfatti. A chi non piace la brioche con il cioccolato? Se poi la mangiate ancora calda appena sfornata è una vera goduria. Certo ha i suoi tempi di lievitazione, ma merita tutta l’attesa!

La bellezza di questo dolce sta nella sua presentazione: tante palline di pasta brioche farcite accostate l’una all’altra e si possono staccare con facilità direttamente con le mani, per questo si può presentare anche ad una festa destando la curiosità e la golosità di grandi e piccini.

DSCN5790Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 300 g di farina 0
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di burro fuso
  • 250 ml di latte fresco
  • 30 ml di acqua minerale naturale
  • 12 g di lievito di birra fresco
  • 55 g di uova intere (circa 1)
  • la buccia grattugiata di un’arancia bio
  • la polpa di una bacca di vaniglia
  • 5 g di sale
  • crema spalmabile al cioccolato q.b.
  • 1 uovo e 1 cucchiaio di latte per la lucidatura finale

Procedimento

Per prima cosa bisogna sciogliere il burro e quando sarà ancora tiepido inserire la buccia grattugiata dell’arancia, o limone se preferite, e la polpa della bacca di vaniglia.

Intiepidire anche il latte in cui sciogliere il lievito. Se volete che i tempi di lievitazione siano più brevi usate un cubetto intero o anche una bustina di quello secco.

Nell’acqua invece bisogna sciogliere il sale

A questo punto setacciare le farine e metterle in planetaria con il gancio a foglia se l’avete o in una ciotola capiente.

Aggiungere prima lo zucchero azionando la planetaria a velocità bassa e poi il latte, l’uovo e il burro aromatizzato fare amalgamare il tutto e per ultima cosa versare l’acqua con il sale.

Quando l’impasto sarà ben amalgamato cambiare il gancio con quello da impasto

DSCN5328 e continuare a lavorare finché non si sarà incordato.

DSCN5332A questo punto trasferire l’impasto su una spianatoia unta di burro e lavorare un pochino a mano per rendere il tutto liscio e omogeneo.

Sistemare l’impasto in una ciotola unta di burro, coprire con la pellicola e mettere a lievitare in un posto tiepido, meglio se usate il forno spento con la lucina accesa. Serviranno circa 3 ore o comunque fino a quando la pasta brioche non sarà raddoppiata di volume.

Adesso bisogna lavorare delicatamente l’impasto fino a farne un lungo filone. Tagliare dei pezzetti di pasta del peso di 30 g l’uno

13082575_10209493172596226_2927664967118545789_ne metterli in fila in modo che poi comincerete a farcire dal primo in ordine di tempo. Una volta che sono tutti pesati passare alla farcitura.

13015190_10209493259358395_4721432721210119446_nStendere ogni pezzetto aiutandosi anche con un matterello

13010874_10209493264638527_5205230580787551725_n in modo che al centro si possa inserire un po’ di crema al cioccolato e raccogliendo i lembi fare una pallina.

sistemare tutte le palline, saranno circa 30, in una teglia di 28/30 cm di diametro in modo concentrico cominciando il primo giro da bordo e poi via via fino al centro.

DSCN5770Coprire la teglia con la pellicola trasparente e rimettere a lievitare in forno per un’altra oretta.

Scaldare il forno a 180°

Nel frattempo spennellare il Danubio alla crema di cioccolato con la miscela di uovo e latte  sbattuti insieme ed infornare per circa 20/25 minuti.

DSCN5773DSCN5774Se volete che il vostro Danubio alla crema di cioccolato sia ancora più goloso coprirlo di zucchero a velo.

Questo impasto così versatile può essere farcito anche con crema pasticcera  o marmellata a vostro piacimento, il gusto sarà sempre ottimo!

 

DSCN5788