Detersivo per lavastoviglie fatto in casa

Hai la lavastoviglie e spendi tanti soldi per comprare il detersivo perfetto? Hai le mani sensibili e quando lavi le stoviglie il detersivo ti procura reazioni allergiche? Fai un regalo a te stessa e all’ambiente: prepara il detersivo per stoviglie in casa! Con pochi ingredienti naturali e pochissimo sforzo otterrai un detersivo per lavastoviglie (e stoviglie) completamente eco-bio, efficace, economico e profumatissimo!

detergente bio per stoviglie 2Con tutti i pasticci di casa Gastronomy Love, la lavastoviglie è diventata ormai una delle mie migliori aiutanti e ad oggi non saprei proprio rinunciare a questa grandissima comodità! Confesso però di essere abbastanza esigente ed esigo che i piatti escano dalla lavastoviglie puliti, lucidi, senza residui di detersivo o di sporco e privi di quell’odiosissimo odore di detersivo che sulle stoviglie trovo davvero insopportabile. Per queste ragioni sono costretta a comprare sempre detergenti in gel tra i più costosi e questo di certo non aiuta l’economia domestica! Qualche tempo fa, in rete, lessi che era possibile preparare in casa il detergente per lavastoviglie; ne fui incuriosita ma a dirla tutta la cosa non mi convinceva ed accantonai l’idea di provarlo. Tutto è cambiato qualche giorno fa quando parlando a telefono con mia zia Claudia, un’esperta di espedienti naturali, lei mi ha raccontato di come da anni prepara in casa e usa con soddisfazione il detersivo per lavastoviglie, il brillantante, l’ammorbidente per il bucato e tante altre cose furbe salva portafoglio e salva ambiente (grazie Tati ♥). Da allora l’idea di provare questo detersivo si è trasformata in un chiodo fisso! Gli ingredienti necessari sono economici, tutti facilmente reperibili e credo proprio che nella maggior parte delle vostre cucine non manchino  mai! Cosa aspettate? Io lo uso ormai da giorni e mi ci trovo davvero bene! In più finalmente la mia lavastoviglie ha un ottimo odore di limone 100% naturale!

detergente bio per stoviglie_ingIngredienti per circa 800 ml di detersivo in gel

  • 4-5 limoni
  • 200 ml di aceto bianco
  • 400 g di acqua
  • 200 g di sale grosso

Cosa serve

  • Un coltello
  • Un mixer da cucina (io uso il food processor kenwood)
  • Un frullatore a immersione (per togliere i grumi e rendere il detersivo liscio)
  • Un contenitore in vetro o una bottiglia con dosatore (per conservare il detersivo)

detersivo bio stoviglie_preparazionePreparazione

  1. Lavare accuratamente i limoni eliminando i residui terrosi.
  2. Tagliare i limoni compresi di  buccia a pezzi piccoli avendo cura di eliminare per bene i semi.
  3. Frullare benissimo i limoni con il sale e  200 g di acqua, finché il composto non risulta omogenizzato alla perfezione ( con il food processor kenwood basteranno 2 minuti ad alta velocità).
  4. Trasferire il frullato in una pentola, unire l’aceto e il resto dell’acqua.
  5. Mescolare e cuocere per 10 minuti dal primo bollore, girando di tanto in tanto.
  6. Far raffreddare il composto benissimo.
  7. Frullare nuovamente il tutto con un mixer ad immersione e, se necessario, filtrare il preparato aiutandosi con un colino. E’ importante che non ci siano residui solidi che possano depositarsi sulle stoviglie e intasare i tubi della lavastoviglie.
  8. Conservare il detersivo fatto in casa in barattoli o bottiglie di riciclo.
  9. Ad ogni lavaggio riempire l’apposita vaschetta con due cucchiai di prodotto (io fino a riempimento).

detergente bio per stoviglieNote & consigli

  • Per un lavaggio totalmente ecologico sostituire il brillantante con l’aceto o una soluzione al 15 % di acido citrico, composta cioè da 1 lt di acqua e 150 g di acido citrico in polvere.
  • Ricordate che certe sostanze non vanno mischiate perché potrebbero reagire violentemente e/o perché il loro potere pulente si annullerebbe. Per queste ragioni è bene non mischiare questo detersivo con il bicarbonato, né tantomeno i detersivi commerciali con quelli fatti in casa.
  • Non cedete alla tentazione di aggiungere altro.
  • Per un corretto utilizzo della lavastoviglie vi consiglio di tenere sempre sotto controllo il livello del sale e di lavare il filtro ogni 15 giorni. E’ bene inoltre, prima di caricare la lavastoviglie, eliminare i residui grossolani di cibo dai piatti aiutandosi con un tovagliolo di carta.

Alla prossima! ^_^

Valeria

Precedente Straccetti di pollo al forno Successivo Ciambellone 7 vasetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.