Semifreddo al torrone

Il semifreddo al torrone è un dolce al cucchiaio molto gustoso e fresco che può essere servito sia in estate, sia in inverno. In poche parole può essere gustato in qualsiasi stagione. È un’ottima alternativa al gelato. Lo potete preparare in uno stampo unico, oppure in piccoli stampi monoporzione.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

semifreddo al torrone

Semifreddo al torrone

 

Ingredienti 

2 uova

250 g di torrone alle nocciole

100 g di zucchero a velo vanigliato

300 g di panna da montare fresca

1 bicchierino di rum

Un pizzico di sale

 

Semifreddo al torrone

Procedimento 

Per la preparazione del semifreddo come prima cosa, prendete il torrone alle nocciole e spezzettatelo abbastanza finemente con un coltello, oppure più veloce con un mixer, riducendolo in una sorta di granella uniforme. Prendete le uova e dividete i tuorli dagli albumi.

Mettete poi i tuorli in una ciotola assieme allo zucchero a velo e, con una frusta a mano o elettrica, iniziate a sbattere il tutto fino a che non otterrete un composto chiaro e spumoso ben omogeneo. Unite il torrone e mescolate con un cucchiaio di legno.

Profumate il tutto con il bicchierino di rum e amalgamate bene.

Mettete gli albumi in un tegame piccolo ma fondo e montateli a neve assieme ad un pizzico di sale mantenendo per tutto il tempo dell’operazione il contenitore a bagnomaria.
In una ciotola ben fredda, tenuta precedentemente almeno un’ora in congelatore, versate la panna fresca e, con l’aiuto della frusta, montatela bene. Inglobate i due composti montati poco alla volta nella preparazione con il torrone sbriciolato.

Fate attenzione a mescolare con un cucchiaio di legno sempre nello stesso verso ovvero dal basso verso l’alto. A questo punto non vi resta che versare il composto così preparato in uno stampo per semifreddi o in stampi monoporzione.

Mettete il tutto in congelatore e lasciate raffreddare per almeno tre ore.

Sformate, impiattate e servite il vostro cremoso e fresco semifreddo con una spolverata di cacao amaro.

 

Precedente Linguine alla marinara con pomodorini, capperi e olive Successivo Pasta cime di rapa e alici