Polpette di broccolo romanesco e patate

Le polpette di broccolo romanesco e patate sono un finger food e un secondo molto gustoso e profumato. Dal cuore morbido e dalla crosta croccante, questo piatto attirerà anche l’attenzione dei bambini, che come si sa sono sempre restii a mangiare la verdura.

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

Polpette di broccoloPolpette di broccolo romanesco e patate

Ingredienti 

1 broccolo romanesco di media dimensione (circa 500 g)
1 grossa patata
2 uova medie
50 g di parmigiano
Pangrattato q.b.
Sale e pepe q.b.

Per friggere

Olio di semi di arachide

Polpette di broccoloPolpette di broccolo romanesco e patate

Procedimento 

La procedura per preparare le polpette di broccolo romanesco e patate è come vedrete un’operazione semplice e veloce.

Come prima cosa mondate il broccolo, lavatelo e tagliatelo a cimette. Bollitelo in acqua bollente salata per 15 minuti, facendo attenzione che non si spappoli e resti croccante.

Scolatelo, mettetelo in acqua e ghiaccio, per non fargli perdere il colore verde brillante, dopodiché ponetelo in una ciotola ampia e schiacciatelo con la forchetta.

A questo punto fate bollire sempre in acqua salata la patata fino a cottura. Lasciatela intiepidire e aggiungetela al broccolo schiacciando anche essa, meglio se con lo schiacciapatate.

Aggiungere l’uovo, il parmigiano, il pangrattato, sale e pepe. Mescolate il tutto.

Riporre in frigorifero per 30 minuti in modo da far rassodare l’impasto delle polpette e renderlo così più lavorabile.

Trascorso il tempo di riposo riprendere l’impasto e con le mani bagnate formate delle polpette che passerete nell’uovo sbattuto e nel pangrattato.

Friggete le polpette in abbondante olio. Non appena saranno ben dorate scolatele e ponetele su della carta assorbente per fargli perdere l’unto in eccesso

NB: Per una cottura più leggera potete cuocerle in forno, ponendole su una teglia cosparsa di olio e infornandole a forno già caldo a 200° per 20 minuti avendo cura di girarle non appena si dorano in superficie.

Precedente Plumcake zucca e marmellata di fichi Successivo Straccetti di pollo, funghi e crema alla curcuma