Confettura di albicocche

La confettura di albicocche potete usarla per colazione sulle fette di pane ma anche per farcire dolci, crostate, torte e biscottini. Questo è il periodo in cui si trovano le albicocche migliori. E naturalmente il modo più facile per conservarle e gustarle anche nei mesi più freddi è quello di farne un’ottima confettura.

 

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

confettura di albicoccheConfettura di albicocche

 

Ingredienti per 2 vasetti grandi 

1 kg di albicocche

225 g di zucchero

Succo di 1/2 limone

 

confettura di albicoccheConfettura di albicocche

Procedimento 

Dopo aver lavato e asciugato accuratamente le albicocche, occorre aprirle a metà per rimuovere il nocciolo, e collocarle in una grande pentola (meglio se di acciaio inox) in cui aggiungeremo il succo di limone e lo zucchero.

Dopo aver mescolato gli ingredienti, essi devono essere lasciati a macerare per una notte intera a temperatura ambiente.

Il giorno dopo, il composto va messo a riscaldare sul fuoco, mescolando ogni tanto e portandolo a ebollizione.

Periodicamente sarà opportuno schiumare la confettura, vale a dire rimuovere la patina che si forma in superficie, specialmente nel caso in cui sulle bucce delle albicocche si trovino delle macchie: non è il caso di preoccuparsi, si tratta di una reazione assolutamente normale.

La confettura di albicocche sarà pronta dopo trenta minuti di bollitura: per verificare se deve essere cotta ancora un po’, è sufficiente prenderne un cucchiaino e farla cadere su un piatto.

Se la confettura di albicocche rimane compatta, significa che è pronta; se, invece, scivola e si dimostra ancora liquida, vuol dire che deve essere cotta per qualche minuto. Una volta tolta dal fuoco, la marmellata deve essere versata ancora bollente nei vasetti ermetici che avremo in precedenza sterilizzato facendoli bollire in acqua.

I vasetti vanno chiusi, e quindi posizionati capovolti. In alternativa, la sterilizzazione può essere effettuata anche in seguito, quando la marmellata nei vasetti si sarà raffreddata.

A questo punto, prima di poter essere consumata, la confettura di albicocche dovrà rimanere a riposo per almeno un mese.

 

GUARDA ANCHE:

Precedente Plumcake di verdure con cumino e uvetta Successivo Mozzarella in carrozza