Crea sito

Ciambelline al vino

ciambelline al vino

Le ciambelline al vino rosso, preparate in Ciociaria quasi sempre solo una volta a l’anno, soprattutto prima di Pasqua, sono fatte quasi per durare per sempre. Se ne fanno chili e chili, le mangi da sole, a colazione nel latte, dopo pranzo nel caffè, a merenda col tè, a cena col vino, prima di andare a dormire nella camomilla, ne regali sacchetti e sacchetti, te le porti al cinema come pop corn e comunque non ti stanchi mai di mangiarle.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gFarina 00
  • 150 gZucchero
  • 150 mlVino rosso (Brunello di Montalcino o altro di qualità)
  • 120 mlOlio di semi di girasole
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Zucchero

Preparazione

  1. La preparazione di queste deliziose e super croccanti ciambelline al vino è, come vedrete, molto semplice e veloce. In una ciotola mettete la farina e tutti gli altri ingredienti e impastare il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza sodo ed omogeneo.

  2. Se necessario, aggiungete un altro po’ di farina. Avvolgete il composto in pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per mezz’ora. Prendete l’impasto e aiutandovi con i palmi delle mani formate dei cordoncini delle dimensioni di 10 cm circa.

  3. Formate una ciambellina con ciascun cilindretto di pasta, passatela nello zucchero semolato, coprendola bene, e adagiatela in una teglia foderata con carta forno. Preriscaldare il forno a 200° e, quando caldo, infornare la teglia per 15-20 minuti, o comunque finché le ciambelline al vino non risulteranno belle dorate in superficie.

  4. Sfornatele le ciambelline al vino e lasciatele raffreddare completamente prima di iniziare a sgranocchiarle. Potete conservarle per alcuni giorni all’interno di un barattolo a chiusura ermetica e spiluccare quando ne avete voglia.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.