Cannoli siciliani

I CANNOLI SICILIANI sono dolci meravigliosi, ricchi di storia e tradizione, la cui preparazione non è per nulla complicata come si potrebbe immaginare. Sono una delle prelibatezze della Sicilia, croccanti per la cialda esterna e cremosi e dolcissimi per la crema di ricotta che li farcisce.

La loro storia si perde nei secoli. Una leggenda, che mi piace pensare sia vera, narra che le donne dell’harem di un emiro saraceno che viveva a Qalc‘at al-Nissa (Caltanissetta) inventarono queste delizie ispirandosi ad un dolce romano, citato nientemeno che da Cicerone. La ricetta passò poi ad altre donne, ugualmente recluse: le suore di un convento della stessa città, che la conservarono e diffusero nei secoli in tutta l’isola.

L’amore e la passione per il bello e il buono di queste donne ancora oggi tocca il cuore di chiunque provi i buoni cannoli siciliani. Ad un patto, che si segua puntualmente la ricetta, che si scelgano ingredienti di prima scelta e, mi raccomando, che si farcisca la cialda solo al momento di servire il dolce, così che si mantenga perfettamente croccante.

cannoli siciliani
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    20 cannoli circa
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il cannolo

  • 220 g Farina 00
  • 5 g Cacao amaro in polvere
  • 30 g Zucchero
  • 40 g Strutto
  • 1 Uova (media)
  • 25 g Marsala
  • 25 g Aceto di vino bianco
  • 1/2 cucchiaino Cannella in polvere
  • 1 pizzico Sale
  • Olio di semi di arachide (per friggere)

Per la farcia

  • 700 g Ricotta di pecora (asciutta)
  • 250 g Zucchero
  • 100 g Gocce di cioccolato fondente

Per decorare

  • q.b. Granella di pistacchi (o frutta candita)
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. La preparazione dei CANNOLI SICILIANI inizia il giorno prima. Ponete la ricotta a sgocciolare in un colino e tenetela in frigo coperta per una notte.

    Ponete la farina, lo zucchero, il cacao, la cannella e il pizzico di sale nel vaso della planetaria e mescolate. Quindi aggiungete lo strutto ed iniziate ad impastare con il gancio K. Naturalmente se non avete l’impastatrice potete fare l’impasto a mano.

  2. Unite quindi l’uovo, il marsala, l’aceto e incorporateli al resto degli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

    Richiudetelo nella pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per circa 2 ore.

    cannoli siciliani

    Dopo il riposo potete procedere a stendere l’impasto ad uno spessore di 1-2 mm. Potete farlo con un mattarello ma essendo la pasta elastica faticherete un po per ottenere una sfoglia sottile.

  3. Quindi fate come ho fatto io, e cioè, tirate l’impasto con la sfogliatrice per pasta fresca fino ad arrivare ad uno spessore compreso tra 6 e 7, sono i numeri che trovate sulla macchina.

    Con un coppapasta circolare del diametro di 9 cm ricavate tanti cerchi. Quindi prendete i cilindri di acciaio, spennellateli con dell’olio e avvolgetevi i dischi di pasta. Sigillate un lembo con dell’albume in modo da sigillare la pasta ed evitare che si apra in cottura.

    cannoli siciliani

  4. Ponete abbondante olio di semi in una pentola dai bordi alti e quando l’olio sarà ben caldo (170° se avete la sonda), tuffate i vostri cannoli, 1 o 2 al massimo, altrimenti l’olio si raffredda a contatto con l’acciaio.

    Fate friggere per pochi secondi e non appena inizia a prendere un bel colore ambrato scolate. Sfilate subito il cilindro e lasciate raffreddare le cialde di cannolo.

    FARCIA

    In una ciotola capiente setacciate la ricotta, unite lo zucchero semolato e con una spatola o un cucchiaio amalgamate il tutto fino ad ottenere una crema. In ultimo aggiungete anche le gocce di cioccolato.

  5. Trasferite quindi la farcia in una sac a poche. La cosa importante per guastare il cannolo nel migliore dei modi è quella di farcirlo solo al momento di servirlo, per evitare che l’umidità della ricotta ammolli la pasta friabile e croccante del cannolo.

    Una volta farciti decorate i vostri cannoli siciliani con della granella di pistacchi o con della frutta candita e spolverateli con lo zucchero a velo.

  6. GUARDA ANCHE:

Note

Precedente Pollo alle mandorle Successivo Finocchi gratinati con salsiccia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.