Torta salata di porri e patate

Eccoci qui con una nuova ricetta di torta di verdura. Lo devo ammettere, le torte di verdura sono una vera passione per me, le mangerei di continuo!
Da quando, poi, ho scoperto la “pasta matta” da sostituire a pasta brisee o pasta sfoglia come base di varie torte rustiche, le amo ancora di più perchè sono leggere e sane!

Oggi mi sono dedicata a questa torta di porri e patate.
Non fatevi spaventare, se il porro a crudo ha un aroma molto forte e pungente, una volta cotto diventa più delicato: se poi lo accompagnamo ad un ortaggio come la patata, dal sapore neutro e dalla cosistenza cremosa, diventa delicatissimo ma saporito.
Insomma, questa torta di porri e patate è davvero una tentazione irrinunciabile!

Se avete poco tempo a disposizione, preparatela alla sera per il pranzo del giorno successivo: questa torta rustica è ottima sia tiepida che fredda.
Ma non lasciatela in frigo oltre una giornata: ricordatevi che le patate cotte, a causa del loro abbondante contenuto di amido, diventano un terreno fertile per i batteri, che possono provocare anche spiacevoli mal di pancia con annessi e connessi …

Bene,  partiamo a preparare questa torta di porri e patate? Allora … mani in pasta!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la pasta matta

  • 200 g Farina
  • 80 g Acqua (tiepida)
  • 20 g Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale

Per il ripieno

  • 2 Porri
  • 3 Patate (medie)
  • 4 Uova
  • 50 g Grana padano
  • 50 g Pecorino (semi stagionato)
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 3 cucchiai Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Cominciamo a preparare la pasta matta. Niente di più semplice! Unite farina, olio, acqua e sale in una ciotola ed impastate a mano fino ad ottenere una pasta liscia. Spolverizzate di farina il piano di lavoro, metteci la pasta, copritela con la ciotola rovesciata e lasciate riposare mentre preparate il ripieno. Il tempo di riposo è indispensabile se volete stendere la pasta matta facilmente.

    Prepariamo ora il ripieno della nostra torta di porri e patate.
    Prendiamo i porri, eliminiamo le estremità, laviamoli bene sotto acqua corrente e … attenzioni! I porri riescono bene a nascondere tracce di terra tra le foglie, per cui lavateli con cura.

    Peliamo ora le patate e tagliamole a cubetti mentre il porro lo tagliamo a rondelle.

    Mettiamo l’olio nella padella, facciamolo scaldare e versiamo in padella i porri e le patate, facciamo ben rosolare, saliamo e portiamo a cottura su fuoco medio e con padella coperta. Se necessario aggiungiamo un po’ di acqua calda per facilitare la cottura.

    Mettiamo i porri e le patate in una ciotola e lasciamo raffreddare, mentre stendiamo la pasta matta e facciamo riscaldare il forno a 180°. Si sa, in cucina dobbiamo essere multi-tasking (per usare un termine alla moda), ossia dobbiamo fare dieci cose contemporaneamente!

    Infariniamo ulteriormente il piano di lavoro e stendiamo la pasta matta in un rettangolo (o disco se avte la teglia rotonda)  sottile dello spessore di circa 3 mm. Ungiamo un foglio di carta forno, spostiamoci sopra la pasta e trasferiamo il tutto in una teglia dai bordi bassi. Attenzione, sia che scegliate di fare una torta tonda, quadrata o rettangolare, la pasta deve sbordare dalla teglia di almeno 10 cm per lato. Questo ci permetterà di ricoprire bene il ripieno con la pasta, che in cottura diventerà bella croccante rendendo la nostra torta ancora più golosa.

  2. A questo punto le verdure dovrebbero essere tiepide, quindi possiamo cominciare ad aggiungere le uova, una alla volta incorporandole bene prima di aggiungere le successive, ed il formaggio.

    Mescoliamo bene, aggiustiamo di sale e pepe se necessario, e rovesciamo il ripieno sulla base di pasta matta.

    Livelliamo bene il composto, ripieghiamo la pasta eccedente dai lati della tortiera sul ripieno, condiamo con un filo di olio ed inforniamo.

    La torta dovrebbe essere pronta in circa 30 minuti: deve essere bella dorata.

    Sforniamo e lasciamo intiepidire prima di servire.

Note

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi restare sempre aggiornato sulle nuovi pubblicazioni, iscriviti oppure  metti un like alla pagina Facebook di Cucina Italiana e Dintorni. Ti aspetto!

Precedente Come sostituire le uova nelle ricette dolci Successivo Challah buns (ovvero panini soffici)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.