CAPPELLETTI IN BRODO

Cappelletti in brodo un classico che non può mancare sulla tavola di Natale con il brodo fatto in casa ovviamente e che rende l’atmosfera davvero natalizia. I cappelletti in brodo sono una delle ricetta di Natale che mi ha fatta penare più di tutte non per la realizzazione in sè quanto perchè, trattandosi di ricetta della tradizione, volevo farla nel modo più corretto possibile e ho avuto difficoltà a capire esattamente il ripieno dei cappelletti. Molti nei cappelletti mettono la carne, alcuni carne mista a salumi, altri addirittura le verdure poi in tantissimi mi avete detto che i veri cappelletti sono preparati con un ripieno di solo formaggio e noce moscata e allora ho voluto prepararli proprio così anche se esiste una versione di Artusi che aggiunge oltre al formaggio anche un pezzo di petto di cappone (con il quale avete preparato il brodo). Anche per la forma dei cappelletti mi sono dovuta documentare e ho scoperto che si chiamano così perchè ricordano la forma di un cappello ed è quello che li differenzia (oltre al ripieno) dai TORTELLINI inoltre la differenza tra cappelletti e tortellini è anche che i tortellini devono avere il buco e le estremità unite mentre i cappelletti NON devono avere i buco al centro e le estremità vanno sovrapposte. Dopo tutto questo preambolo vi voglio ricordare che potete leggere il BRODO DI CARNE o BRODO DI GALLINA ma che i cappelletti andrebbero cotti nel brodo di cappone per seguire fino in fondo la tradizione. Forza allora, iniziamo subito a vedere la ricetta e tutto il procedimento per preparare insieme i cappelletti in brodo. Ah… Non perdete il mio account Instagram (QUI) e la mia pagina facebook (QUI).
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

CAPPELLETTI IN BRODO
CAPPELLETTI IN BRODO
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia dei cappelletti:

300 g farina 00
3 uova

Per il ripieno dei cappelletti:

150 g formaggio morbido (tipo stracchino, raviggiolo o squacquerone)
150 g ricotta
80 g parmigiano
1 pizzico pepe
1 pizzico noce moscata
1 scorza di limone
1 pizzico sale

Strumenti

Vi servirà la macchina per stendere la pasta (nonnapapera) oppure il matterello

1 Coppapasta Rotondo
1 Sac a poche (anche usa e getta)

Preparazione:

LA SFOGLIA DEI CAPPELLETTI:

Prendete la farina e mettetela sul piano da lavoro poi fate un buco al centro e unite le 3 uova intere.

Sbattete leggermente le uova con la forchetta e iniziate ad incorporare la farina con la forchetta.

Impastate con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per 20 minuti circa.

Dividete l’impasto in tante palline poi passatele nella macchina per fare la pasta fino all’ultima tacca in modo da ottenere una sfoglia liscia e sottile.

CAPPELLETTI IN BRODO

IL RIPIENO DEI CAPPELLETTI:

Mettete in una ciotola il formaggio morbido e unite la ricotta.

Mescolate i due formaggi poi unite il parmigiano grattugiato, il pepe, il sale, la noce moscata e la scorza di limone grattugiata.

Mescolate e amalgamate tutto il composto per il ripieno dei cappelletti.

Mettete il ripieno dei cappelletti in un sac a poche senza punta poi tagliate la punta con le forbici.

CAPPELLETTI IN BRODO

CREARE I CAPPELLETTI:

Prendete la sfoglia e create tutti i tondi con il coppapasta.

Con il sac a poche mettete una parte di ripieno al centro di ogni dischetto.

Quando avrete riempito tutti i dischetti di sfoglia prendetene uno e chiudetelo a mezzaluna premendo sul perimetro in modo che si attacchi e facendo un leggero incavo verso l’interno come mostrato nella foto.

CAPPELLETTI IN BRODO

CHIUSURA DEI CAPPELLETTI:

Quando avrete chiuso la mezzaluna prendete le due estremità con le dita e sovrapponetele una all’altra chiudendo e premendo le punte in modo che si attacchino e che NON si formi il buco al centro (che invece è un classico del TORTELLINO)

Preparate in questo modo tutti i cappelletti.

Una volta che avrete creato tutti i cappelletti potete preparare il brodo mettendo un misto di carne da brodo, composto da muscolo (punta di petto, biancostato, polpa di spalla), nervetti, osso, lingua, cappone, cipolla, sedano, carota, alloro, pepe e chiodi di garofano, un po’ di sale grosso in acqua fredda poi fate cuocere per 2 ore, togliete la carne, filtrate il brodo e poi cuocete i cappelletti in brodo di cappone.

Servite i cappelletti in brodo ben caldi e fumanti se volete con una spolverata di noce moscata sopra.

CAPPELLETTI IN BRODO

VARIANTI E CONSIGLI:

Molti mettono anche la carne nel ripieno dei cappelletti come per esempio un pezzo di cappone del brodo (lo fa Artusi) ma una delle ricette tipiche dei cappelletti originali è solo con formaggio.

Utilizzate stracchino oppure raviggiolo o anche squacquerone per il ripieno.

Non grattate la parte bianca della scorza del limone perchè risulterebbe amara.

L’impasto della sfoglia inizialmente vi sembrerà granuloso, non preoccupatevi è normale, vi basterà far riposare la pasta per 20 minuti e poi impastarla nuovamente energicamente per qualche minuto per renderla elastica.

La sfoglia dovrete stenderla con la macchina della pasta, in alternativa potete provare con il matterello ma dovrete lavorare molto per ottenere una sfoglia molto sottile.

Potete anche fare dei quadratini invece che dei tondi ma la vera forma del cappelletto è rotonda, senza buco al centro e con i lembi sovrapposti.

Se volete potete cuocere i cappelletti anche in BRODO DI CARNE o BRODO DI VERDURE oppure in BRODO DI POLLO ma la vera ricetta prevede brodo di cappone e carne mista.

Se vi è piaciuta la ricetta per i cappelletti in brodo forse potrebbero interessarvi anche i TORTELLINI oppure i PANSOTI o anche i PASSATELLI IN BRODO oppure la PASTA FRESCA FATTA IN CASA.
in questa ricetta sono presenti uno o più link di affiliazione

Conservazione:

I cappelletti non cotti si conservano in frigo per due giorni, potete congelarli su un vassoio ben allargati e poi metterli in un sacchetto da congelo una volta congelati. I cappelletti in brodo invece si conservano in frigo solo fino al giorno dopo poi diventeranno molli.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI  o sul mio account Instagram (QUI) e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright - Allacciate il Grembiule s.r.l ®

Partita iva 02516730997
Tutti i diritti sono riservati. Tutte le foto ed i contenuti presenti in questo sito sono di proprietà esclusiva di Luisa Orizio. E' vietato l'uso per fini commerciali e vietata la modifica. La violazione del diritto d'autore è un reato ed è perseguibile legalmente per furto di proprietà intellettuale.