danubio salato lievitato con kefir

danubio salato lievitato con kefir, quello da latte……morbidissimo!!!!!!
con queste dosi ne vengono due medi o uno grande

danubio salato kefir

gr 800 farina manitoba
gr 300 kefir
2 cucchiaini di sale
gr 120 circa siero di kefir o acqua

- alle ore 8 impastare gr 150 di farina con gr 300 di kefir e 1 cucchianino di zucchero, coprire e mettere a lievitare al caldo 24 ore
- aggiungere la restante farina e poco alla volta il siero di kefir, può servirne di meno o di più, impastare fino ad ottenere un impasto morbido, almeno 10′, effettuare alcuni giri di pieghe, formare una palla, oliarla e coprila e metterla a lievitare in forno spento, ma con la luce accesa, per 4 ore
- riprendere l’impasto, lavorarlo brevemente, dividerlo in tanti pezzi di uguale peso, appiattirli e farcirli, io ricotta e prosciutto cotto, formare delle palline, disporle in una o due teglie, un pò distanziate tra loro, e farle lievitare altre 4 ore in forno spento con la luce accesa
- cuocere in forno a 200° per 25′ circa

 

Print Friendly

avenotto al pomodoro e zafferano

l’ avenotto al pomodoro e zafferano è una saporita alternativa al classico risotto, preparato con l’avena, a basso indice glicemico, e ad un sugo di pomodoro profumato al basilico e alloro ed arricchito dallo zafferano…un pieno di bontà!

avenotto pomodoro e zafferano6 pomodorini san marzano o perini
2 spicchi di aglio
3 foglie di alloro
3 foglie di basilico
sale e olio evo
gr 300 avena decorticata non precotta
ml 500 brodo vegetale
1 bustina di zafferano
2 cucchiai abbondanti parmigiano grattugiato

- pulire e tagliare a cubetti i pomodorini, metterli in una pentola, io di ghisa, insieme ai due spicchi di aglio, le 3 foglie di alloro , un giro di olio evo e un pizzico di sale, far cuocere, se occorre aggiungere un poco di acqua calda, quasi a fine cottura aggiungere il basilico
- far cuocere a fuoco basso fino a far sfaldare bene i pomodorini
- in una capiente padella antiaderente far rosolare l’avena con l’aglio e l’alloro del sugo di pomodoro, aggiungere un giro di olio evo, il sugo di pomodoro, circa 300 gr, e piano piano il brodo vegetale, regolare di sale e far cuocere per circa 45′, qualche minuto prima della fine della cottura stemperare lo zafferano ed aggiungere il parmigiano grattugiato

 

Print Friendly

risotto in forma gamberetti e champignon

risotto in forma gamberetti e champignon, un’elegante presentazione del classico risotto mare e monti, servito come una crostata decorata con champignon ripieni… sarà un successo

risotta in forma

gr 360 riso
1 l brodo vegetale
1 scalogno
1 spicchio aglio
gr 200 gamberetti sgusciati
gr 500 champignon freschi
3 rametti maggiorana, 3 timo, 3 foglie di salvia
olio evo qb
sale
1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattuguato
vino bianco secco qb

- pulire gli champignon senza lavarli, togliere la terra, spellarli delicatamente, staccare il gambo e svuotare l’interno della cappella e mettere da parte
- tagliare a pezzettini i gambi e i funghi piccini
- in una capiente casseruola rosolare l’aglio e lo scalogno affettato con un poco di olio evo ed aggiungere i funghi spezzettati, cuocere un paio di minuti, unire il riso e farlo tostare
- sfumare con un poco di vino bianco, aggiungere metà delle erbette tritate e poco per volta il brodo,  a metà cottura unire i gamberetti e le restanti erbette
- portare a cottura tenedo da parte qualche cucchiaio di sugo del risotto e mettere sul fondo della teglia
- riempire le cappelle svuotate degli champignon e adagiare nella teglia
- mettere su ogni fungo un ciuffetto di burro e un poco di parmiggiano grattugiato, cuocere in forno 30′ a 180°
- nel frattempo mettere il risotto avanzato in  una teglia da crostata oliata, pressare e mettere al caldo
- terninata la cottura degli champignon sformare il risotto su un piatto di portata, e decorarlo con alcuni champignon ripieni, servire a fette con altri champignon.

 

Print Friendly

crostata di zucchine e salmone

molto gustosa questa crostata di zucchine e salmone, la si pùò gustare sia calda che fredda, la ricetta di partenza è quella di CuciniAmo con Chicca che ringrazio , la trovi qui
io ho aggiunto il salmone affumicato

crstata salmone e zucchine cucinaiamo con chicca

250 gr. di farina “ 0 ”
100 gr. di burro a pezzi
1 pizzico di sale
70 ml. di acqua freddissima
gr 200 ricotta
3 zucchine
2 uova medie
2 cucchiai di parmigiano
gr 250 salmone affumicato
1 spicchio di aglio
1 scalogno
3 cucchiai di olio evo
maggiorana, salvia, timo

- preparare la pasta brisèe impastando la farina con il burro a pezzetti, un pizzico di sale e l’acqua freddissima, fare una palla e lasciare riposare nel frigorifero, nel frattempo preparare il ripieno
- tagliare a pezzetti le zucchine e cuocerle 10′ in una padella con l’olio evo, l’aglio e lo scalogno tritati
- frullarne metà con una manciata di aromi freschi tritati, unire la ricotta, le uova e il foraggio
- mescolare i restanti pezzetti di zuccchine e il salone affumicato a listarelle
- stendere la pasta e metterla in un tortiera rivestita di carta da forno
- versare il ripieno e cuocere in forno caldo a 200° per circa 25′

Print Friendly

torta fredda di riso basmati zucchine e prosciutto cotto alla birra

torta fredda di riso basmati zucchine e prosciutto cotto alla birra, un piatto unico completo da servire agli amici in terrazza o da portare al mare, per circa 12 persone, si possono dimezzare le dosi

corona di riso basati alla birra

gr 700 zucchine chiare con fiori
2 scalogni
gr 100 prosciutto cotto a cubetti
gr 500 riso basmati
1 bottiglietta di birra chiara, io Menabrea
salvia, maggioraa, timo, rosmarino, alloro, basilico freschi
ml 500 brodo vegetale
sale
olio evo

- tagliare a cubetti le zuccchine e a listarelle i fiori e rosolarli insieme ad un pochino di olio e ai due scalogni affettati sottili in una capiente padella con i bordi alti
- unire il riso basmati, cuocere qulache minuto, sfumare con la birra, aggiungere le erbette tritate, meno il bsilico
- coprire con il brodo, regolare di sale e portare a cottura, circa 14′, se occorre aggiungere ancora un poco di brodo
- mescolare con un poco di olio evo e mettere in uno stampo oliato, io in due di silicone, far freddare, levare dagli stampi, tagliare a fette e servire con dell’insalata di pomodori o con del pesto alla genovese diluito

Print Friendly

lasagne alla besciamella di pesto alla genovese con filetti di cernia e spinaci

le lasagne alla besciamella di pesto genovese con filetti di cernia e spinaci sono un ottimo primo piatto e tranquillamente un piatto unico, completo, pesce e verdure insieme alla pasta!

lasagne besciaella pestogr 250 pasta per lasagna
gr 100 farina
l 1 latte
1 cucchiaini sale
gr 50 burro
2 cucchiaini di pesto genovese
gr 350 spinaci
gr 450 filetti di cernia
gr 100 vongole
2 cucchiaini di erbe aromatiche
1/2 bicchiere di vino bianco

- in una capiente padella antiaderente far cuocere i filetti di cernia, le vongole surgelate sgusiate e  3/4 degli spinaci, io ho usato quelli surgelati, aggiungere le erbe roatiche e il vino bianco
- preparare la besciamella con il latte, la farina e il sale, a metà cottura aggiungere la parte restante degli spinaci e il burro, far addensare per circa 15′ spegnere e aggiungere i due cucchiaini di pesto genovese
- frullare leggerente, ricoprire il fondo di una teglia rettangolare con la besciamella e rivestire con il primo strato di pasta
- aggiungere sopra parte dei  filetti di cernia spezzettati e parte degli spinaci e vongole
- aggiungere della besciamella  e completare con altri strati terminando con i filetti di cernia, gli spinaci e abbondante besciaella al pesto
- cuocere in forno caldo a 180° per circa 20′, fino a doratura

 

Print Friendly

lasagne di spinaci e tacchino con besciamella ai carciofi

lasagne di spinaci e tacchino con besciamella ai carciofi…una besciamella leggera, senza latte e con farina integrale arricchita dal carciofo, un originale primo piatto, gustoso e completo, tranquillamente un piatto unico

lasagne spinaci2

gr 500 brodo vegetale
gr70 80 farina integrale
1 carciofo crudo frullato
gr 110 tacchino affettato
gr 150 spinaci cotti al vapore con lo zenzero
parmigiano grattigiato
4 sfoglie grandi di pasta da lasagna

- stemperare la farina nel brodo vegetale ed aggiungere il carciofo tritato, portare a cottura fino ad addensamento
- mettere sul fondo di una teglietta 20 x 15 un poco di besciamella, sopra la pasta, una fetta di tacchino, gli spinaci strizzati e spezzettati
- versare qualce mmestolo di besciamella e una spolverata di parmigiano grattugiato
- ripetere con le altre sfoglie terminado con la fetta di tacchino, gli spinaci, la besciamella e una generosa spolverata di parmigiano
- cuocere in forno caldo a 200° per circa 20′ fino a doratura.

 

Print Friendly

tagliatelle alle vongole e crema di carciofi

la crema di carciofi con le tagliatelle….la morte sua…se ci aggiungi le vongole una delizia!!!!!
la ricetta della crema di carciofi la trovi qui

tagliatelle alla crema di carciofi

gr 350 tagliatelle
gr 250 vongole sgusiate
crema di carciofi
peperoncino due pizzichi
vino bianco secco 1 spruzzata
1 spicchio aglio

- cuocere le vongole in padella con un pochino di acqua, uno spicchio di aglio e un pizzico di sale qualche minuto
- sfumare con il vino bianco secco
- nel frattempo lessare le tagliatelle in acqua salata, scolarle e condirle con la crema di carciofi, aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura, le vongole, un giro di olio evo e due pizzichi di peperoncino

Print Friendly

riso ai funghi su crema di finocchi

riso integrale ai funghi pioppini con crema di finocchi per una cena gustosa ed elegante

riso con crema di finocchi

gr 300 riso integrale
1l circa brodo vegetale
gr 200 funghi pioppini
6 foglie di salvia
6 anici stellati
gr 600 finocchi puliti
1 spicchio aglio
prezzemolo
1/2 bicchiere vino bianco
1 scalogno
olio evo

- tritare lo scalogno e stufarlo in padella con un filo d’olio evo, aggiungere i finocchi puliti ed affettati sottili, l’anice stellato e far stufare con un poco d’acqua per 15′ circa
- levare l’anice stellato e frullare con ml 500 di brodo vegetale
- cuocere i funghi pioppini in padella con un filo d’olio evo, il 1/2 bicchiere di vino bianco, lo spicchio di aglio e al termine aggiuingere un poco di prezzemolo fresco tritato, aggiungere al riso lessato nel brodo vegetale per i tempi indicati e scolato
- mettere in quatro stampini monoporzione da budino, pressare bene
- versare nelle fondine la crema di finocchi e in ognuno di essi sgusciare una formina di riso ai funghi, spolverare con una manciata di formaggio grattugiato e un giro di olio evo

 

Print Friendly

vellutata di lenticchie e due salmoni in ciotole di pasta alle erbe

un piatto elegante, gustoso, la  vellutata di lenticchie e due salmoni in ciotole di pasta alle erbe, per una cena raffinata, ricetta per 4 persone
la riceta per la pasta la trovate qui se non volete farla voi potete usare quella già pronta

ciotole di pane

gr 300 pasta da pizza
2 cucchiaini colmi di misto aromi
timo, maggiorana,santoreggia,aglio secco, origano, salvia
gr 250 lenticchie rosse stufate
gr 190 filetto di salmone fresco
gr 200 salmone affumicato
gr 100 farina 00
ml 600 brodo vegetale
sale

- impastare la pasta da pizza con le erbe e dividerla in 4, stenderla in 4 cerchi, e posarli su 4 scodelle capovolte ed unte, pizzicare i bordi
- cuocere in forno caldo a 200° fino a doratura, quando prendono colore, levarle dalle scodelle e voltarle e terminare la cottura, nel frattempo
- portare a bollore il brodo con il filetto di salmone pulito, la farina e le lenticchie, regolare di sale e far cuocere per una decina di minuti, frullare e lasciar addensare a fuoco lento
- versare nelle ciotole di pane caldo e servire con il salmone affumicato spezzettato sopra la vellutata
- per chi ha il bimby, mettere nel boccale il brodo, 1 misurino di farina, il filetto di salmone pulito, le lenticchie e il sale, 15′ vel 3 100°

Print Friendly