About cuochina pat

moglie, mamma, tecnico rx e contraltoin Ars Antiqua, cucino per golosaggine

focaccia con la salvia, fugazza coa sarvia



focaccia con la salvia, fugazza coa sarvia, è una ricetta tipica genovese, profumata focacciona impastata con un trito di salvia fresca, ottima come aperitvo insieme a salumi e formaggi, buonissima anche da sola come merenda. La focaccia con la salvia, fugazza coa sarvia, è una variazione  della focaccia genovese, si può preparare sia sottile che più alta, come ho fatto io, la ricetta è per 2 teglie rotonde da 28 cm

focaccia-con-la-salvia

gr 600 farina di forza W350 manitoba
gr 250 acqua
gr 50 kefir da latte o yogurt naturale
1/2 bicchiere scarso di olio
1 bustina lievito birra disidratato
1 cucchiaino miele
1 cucchiaino sale fino
1 manciata abbondante salvia fresca
– al centro della farina mettere il lievito, il miele e il kefir da latte e iniziare ad impastare versando poco per volta l’acqua tiepida e l’olio extravergine di oliva, dopo un poco aggiungere il sale e la salvia tritata, dovete ottenere una pasta molto morbida se occorre aggiungere ancora un poco di acqua e olio, impastare per una decina di minuti, oliare e coprire e mettere a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa fino al raddoppio
– sgonfiare la pasta, dividere in 2 parti ed impastare ancora per qualche minuto ciascuna parte, formare 2 palle, oliare, coprire e rimettere a lievitare fino al raddoppio sempre in forno
– oliare il fondo delle teglie e stendervici la pasta con le dita unte lasciando al termine le impronte delle dita
– riempire mezzo bicchiere di acqua e olio, aggiungere un pizzico di sale e spennellare abbondantemente sulla pasta, coprire con la pellicola e rimettere a lievitare
– accendere il forno ventilato a 200° ed infornare subito, spennellando spesso con la restante acqua e olio per non far seccare la crosta
– spolverare con del sale e terminare la cottura fino a doratura, sfornare e spennellare e mettere a raffreddare su una gratella, volendo si può servire calda

Torta salata di asparagi e spinaci


Torta salata di asparagi e spinaci, ottima da servire sia calda che fredda, come antipasto elegante o gustoso secondo, potete preparare questa Torta salata di asparagi e spinaci con  la pasta matta oppure con la pasta brisèe o con la  pasta sfoglia già fatta, la pasta matta è una pasta ligure, facile da preparare e leggera, molto elastica grazie alla forza della farina manitoba

cymera_20170420_182409

gr 250 asparagi verdi
gr 250 spinaci
pasta matta
3 uova grandi
4 cucchiai abbondanti parmigiano grattugiato
gr 250 ricotta
1 cucchiaio erbe aromatiche fresche tritate
PASTA MATTA
gr 250 farina 00
gr 250 farina manitoba
4 cucchiai di olio di oliva
gr 300 circa di acqua
gr 10 sale fino

– impastare le due farine con il sale, l’olio di oliva e l’acqua aggiunta poco per volta, fino ad ottenere una pasta liscia e morbida, poterbbe servire una quantità differente di acqua, coprire con un panno e lasciare riposare 30′
– lessare gli spinaci, scolarli e strizzarli
– pulire gli asparagi e cuocerli a vapore
– frullare gli spinaci con le uova, la ricotta, le erbe aromatiche, il parmigiano grattugiato e 3/4 degli asparagi, tene da parte quelli piccoli, salare
– stendere la pasta matta, sul fondo mettere qualche cucchiaio di pane grattugiato e sopra la crema di verdure e uova
– per ottenere una base più friabile al posto du un solo strato più spessondi pasta matta si possono stendere 3 o 4 strati e sovrapposti uno sopra l’altro e spennellati ciascuno con olio, la pasta che avanza si può conservare in frigorifero per 3 giorni oppure congelare
– tagliare a metà nel senso dello spessore gli asparagi rimanenti e decorare la torta
– cuocere in forno caldo a 180° per 30′ circa


torta farina di farro e cioccolato bianco, con olio e yogurt

torta farina di farro e cioccolato bianco, con olio e yogurt, soffice e gustosa, nata dalla fusione di due ricette, fortunato errore di distrazione 😀 che mi ha fatto usare la farina manitoba al posto di quella integrale e aggiungere lo yogurt al posto del miele!!!! quello che ne è venuto fuori dal forno è una torta gustosa e soffice grazie alla farina di farro e manitoba e allo yogurt, io ho usato il mio kefir da latte. questa torta farina di farro e cioccolato bianco, con olio e yogurt è leggera perchè senza burro, adatta alla prima colazione e alla merenda, si conserva morbida per parecchi giorni

torta-farro-e-ciocco

gr 125 farina manitoba 350W
gr 130 farina integrale di farro
gr 200 zucchero
gr 50 olio di semi
gr 100 yogurt naturale
3 uova grandi
1 tavoletta di cioccolato bianco
1 bustina di lievito gr 16

-montare le uova tenute a temperatura ambiente con lo zucchero fino a farle diventare bianche e soffici
– fondere il cioccolato bianco con l’olio di semi e versare nel composto di uova con le fruste in movimento, sempre mescolando aggiungere lo yogurt
– aggiungere le due farine e il lievito setacciato
– versare in una tortiera  da cm 24 oliata ed infarinata e cuocere in forno caldo a 180° per 40′

torta soffice di nocciole

torta soffice di nocciole, una torta leggera come una nuvola, gustosissima, adatta alla prima colazione, golosa a merenda! questa torta soffice di nocciole farcita con una buona crema e decorata diventa un’ottima torta di compleanno, cotta in una teglia da 26 cm si adatta ad essere spolverizzata con dello zucchero a velo o ricoperta da pasta di zucchero, cotta in uno stampo da 22 o 24 cm diventerà più alta e si presterà per essere farcita

torta-soffice-nocciole

gr 40 farina di riso
gr 120 farina tipo1
gr 230 zucchero a velo
gr 170 burro
gr 100 nocciole tostate
4 uova grandi
qualche mandorla amara o 1 fialetta aroma mandorla
1 bustina di lievito

-tritare le nocciole tostate e le madorle con un quarto di zucchero a velo
– montare le uova tenute a temperatura ambiente con il rimanente zucchero a velo fino a quando non saranno molto soffici
– aggiungere poco per volta sempre mescolando con robot il burro a pezzetti e morbido
– aggiungere la farina di riso mescolata a quella tipo1, setacciate, il lievito e la farina di nocciole e madorle amare
– versare nello stampo e cuocere in forno caldo a 160° per circa 30′ se usate lo stampo più piccolo aumentare il tempo di cottura di 5/10′ controllare con lo stecchino

Crostata salata di boraggini ed ortiche con salmone affumicato

Crostata salata di boraggini ed ortiche con salmone affumicato, un guscio di frolla salata ripieno di una crema di boraggini ed ortiche, posata su fette di salmone affumicato. Fine ed elegante, questa torta salata potete servirla sia tiepida che fredda, tagliata a fette è un ottimo antipasto, un buon primo e un ricco piatto unico. Questa  Crostata salata di boraggini ed ortiche con salmone affumicato è per una dozzina di persone, io l’ho cotta in una teglia rotonda da cm 22 di diametro ma potete preparala anche in una teglia quadrata da 20 cm e poi tagliarla a cubotti e servirla come aperitivo

crostata-di-boragginipasta frolla salata:
gr 250 farina tipo 1
gr 120 burro
2 uova grandi
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino abbondante erbe aromatiche tritate
ripieno:
gr 350 ortiche e boraggini stufate
gr 200 ricotta
1 uovo grande
3 spicchi di aglio
5 noci
gr 100 salmone affumicato
2 cucchiai di erbe aromatiche fresche tritate
olio extravergine di oliva, sale

– impastare la farina con le uova ed il burro freddo tagliato a pezzetti, salare ed aggiungere le erbe aromatiche tritate
– pulire le ortiche e le boraggini e metterle in una ampia padella antiaderente insieme agli spicchi di aglio, aggiungere 2 tazzine di acqua poco per volta, cuocere con coperchio fino a quando le verdure diventano morbide, circa 10′, salare e frullare con uno spicchio di aglio, la ricotta, l’uovo e le noci, aggiungere un filo di olio extravergine di oliva
– stendere 3/4 della frolla salata e rivestire una tortiera da cm 22
– sul fondo stendere le fette di salmone affumicato e sopra la crema di vedura
– con la rimante pasta frolla salata ricavate delle strisce e formare una griglia sopra la crema di verdura
– cuocere in forno caldo a 180°  fino a doratura, per circa 20′, io ho usato una teglia di silicone

Torta alle noci

Torta alle noci, delicatissima e sofficissima, da servire con una spolverata di cacao e una di zucchero a velo, ottima a colazione, divina con il te delle 17, se la offrite a fine pasto ai vostri invitati li farete contenti! Questa torta alle noci è per 16 porzioni, si conserva un paio di giorni in una tortiera chiusa

cymera_20170319_190459

gr 120 farina 1
gr 40 fecola
gr 230 zucchero impalpabile
gr 170 burro
gr 100 noci tritate fine
4 uova grandi
1 bustina di lievito istantaneo per dolci

– montare le uova a temperatura ambiente insieme allo zucchero impalpabile per una decina di minuti
– aggiungere il burro ammorbidito, poco per volta
– aggiungere la farina e la fecola setacciate parecchie volte
– aggiungere le noci tritate fine e il lievito setacciato
– versare in una teglia da crostata da cm 28 imburrata ed infarinata e cuocere 25/30 ‘ a 160° oppure 35’ a 170° infornando a forno freddo

biscotti integrali ai 3 cereali, con yogurt, olio e spezie

biscotti integrali ai 3 cereali, con yogurt, olio e spezie, zenzero e cannella, preparati con farina di avena, di orzo e farro, arricchiti dai fiocchi di avena, orzo e farro, olio extravergine di oliva  leggero ligure, e yogurt, io ho usato il mio kefir da latte. Questi biscotti sono ricchi di fibre, a basso indice glicemico, adatti alla prima colazione e ad uno spuntino sano, non sono dolcissimi, se volete potete aggiungere all’impasto un trito grossolano di nocciole tostate, gr 100, e qualche cucchiaio in più di zucchero. Per preparare questi biscotti integrali ai 3 cereali, con yogurt, olio e spezie ho usato lo stampino per i canestrelli, e con questa dose ne vengono circa 60, si coservano bene in una scatola di latta

biscotti-ai-3-cerealigr 50 fiocchi di avena
gr 50 fiocchi di orzo
gr 50 fiocchi di farro
gr 50 farina di vena
gr 100 farina di orzo
gr 100 farina di farro
gr 100 crusca di avena
gr 100 zucchero muscovado o di canna
gr 50 miele millefiori
gr 100 olio extraverginedi oliva leggero
(altrimenti olio di semi)
gr 150 kefir da latte o yogurt naturale
1 cucchiaino abbondante cannella in polvere
1 cucchiaino abbondante zenzero in polvere
1/2 bustina ammoniaca per dolci ( gr10)

– setacciare e mescolare la farina di avena, di orzo e di farro, mettere in una terrina capiente ed aggiungere i fiocchi di avena, orzo e farro, la crusca di avena, 1 cucchiaino abbondante di cannella e 1 di zenzero
– aggiungere l’ammoniaca per dolci sciolta in mezza tazzina di acqua tiepida, mescolare l’olio con lo yogurt ed aggiungere l’emulsione a al resto ( a questo punto assaggiare la pasta e se non è abbastanza dolce per i vostri gusti aggiungere altro zucchero il trito di nocciole)
– impastare il tutto con le mani unte di olio e se occorre aggiungerne un pochino
– stendere l’impasto ad una altezza di mezzo centimetro e ricavare i biscotti con lo stampo preferito
– mettere i biscotti su un foglio di carta da forno e cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 10-12′ fino a doratura dei bordi
– l’odore dell’ammoniaca sparisce con la cottura e il raffreddamento dei biscotti

 

esse di Loano, cucina ligure

esse di Loano, cucina ligure, sono biscotti tipici del savonese, dolcetti di frolla montata, delicatissimi, più che biscotti sono dei pasticcini adatti da gustare con un profumato tè o pucciati nel latte. La ricetta per preparare queste esse di Loano, cucina ligure l’ho presa dal bellissimo libro “Dolci ricette di Liguria” scritto da una carissima amica e  bravissima pasticcera, Ilaria Fiorvanti, con queste dosi potrete fare circa 40 biscotti

esse-di-loanogr 250 farina tipo 1
gr 100 zucchero fine
ge 160 burro
1 uovo intero grande
2 cucchiai di latte
1/2 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
poca scorza di limone grattugiata

-montarel’uovo con lo zucchero fine
– aggiungere il burro molto morbido, un pizzico di sale
– unire la farina setacciata con il lievito, i due cucchiai di latte e la scorza grattugiata di limone
– trasferire l’impasto in una sac a poche robusta con beccuccio a stella grande 1 cm e formare le esse sulla placca del forno ricoperta da carta forno
– cuocere a 170° per una decina di minuti, il tempo di colorare i bordi dei biscotti
– lasciar raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo

linguine integrali con sugo di tonno e carciofi,ricetta light

linguine integrali con sugo di tonno e carciofi, ricetta light, primo piatto a basso indice glicemico, completo, ricco di fibre, povero di grassi, un piatto molto gustoso, il tonno e i carciofi sono cotti insieme al porro, ai capperi e a un paio di filetti di acciuga, le linguine sono di farina di grano duro integrale e acqua, le linguine integrali con sugo di tonno e carciofi, ricetta light sono da considerarsi un piatto unico, facile da preparare, conquisterà anche i palati più fini. la ricetta è per 4 persone

linguine-integrali-tonnoporri-carciofigr 250 linguine integrali ( gr 250 farina integrale)
gr 150 tonno
(filetto al naturale o trancio di tonno fresco)
1 porro
4 cuocri di carciofo
2 acciughe
(sott’olio o sotto sale)
4 capperi
timo, maggiorana freschi tritati

-impastare la farina integrale con acqua naturale tanta a formare una pasta morbida ed elstica, mettere a riposare per almeno 30′, tirare una sfoglia sottile e ricavare le linguine
– affettare il porro sottile, pulire i carciofi e tenere la parte centrale più tenera, tagliarli a fettine sottili
– tamponare le acciughe se sott’olio o sciacquarle per bene se sotto sale
– mettere tutto in una larga padella antiaderente e aggiungere il tonno fresco a cubotti, o sgocciolato se si usa quello al naturale,  i capperi tritati, il timo e la maggiorana freschi, tritati
– aggiungere un poco di acqua e far cuocere fino a quando i carciofi risultano morbidi, se necessario aggiungere altra acqua
– lessare le linguine in acqua non salata o molto poco salata, a seconda della sapidità del sugo, i capperi e le acciughe sono molto saporiti, assaggiate prima di salare l’acqua
– frullare 1/4 abbondante del sugo con mezzo bicchiere di acqua di cottura della pasta e condire le linguine
– aggiungere il rimanente sugo, un poco di olio extrvergine di oliva e servire con una spolverata di peperoncino a piacimento

 

spaghetti integrali con sugo rosso di tonno fresco,ricetta light

gli spaghetti integrali con sugo rosso di tonno fresco, ricetta light sono un piatto unico, completo, colorato e gustoso e a basso indice glicemico, gli spaghetti integrali sono conditi con un sugo di tonno preparato velocemente, mentre cuocciono gli spaghetti, il tonno è insaporito da un fondo preparato con le acciughe e i capperi, la ricetta degli  spaghetti integrali con sugo rosso di tonno fresco,ricetta light è per due porzioni abbondanti

spaghetti-integrali-con-sugo-rosso-di-tonno-frescogr 200 spaghetti integrali
2 acciughe sotto sale o sott’olio
3 capperi sotto sale1 spicchio d’aglio
1 trancio di tonno fresco
1 cucchiaio colmo di erbe aromatiche fresche tritate
mezzo bicchiere di passata di pomodoro

– pulire le acciughe, se sono sotto sale risciacquarle e sono sott’olio sgocciolarle,dopodichè metterle in una padella antiaderente insieme ai capperi risciacquati e allo spicchio d’aglio, aggiungere un cucchiaino di acqua bollente, far andare sul fuoco moderato
– quando le acciughe sisaranno sciolte aggiungere il tonno tagliato a cubotti e le erbe aromatiche tritate
– dopo un pochino aggiungere la passata di pomodoro e gli spaghetti scolati, lessati molto al dente