Pane di timilia – tumminia

Pane di timilia. Detto anche tumminia, una varietà antica di grano duro siciliano, scuro e profumato, per un pane che ha la caratteristica di avere alveolatura fitta, colore scuro e profumo intenso. I benefici dei grani antichi sull’intestino, sul sistema immunitario, sul metabolismo sono innumerevoli, ormai lo sappiamo… grani antichi, benessere moderno!

Pane di timilia

La Tumminia è una varietà di grano che fino al secolo scorso era molto diffusa, soprattutto nel bacino del Mediterraneo. Si tratta di una delle tante varietà di grano antico accantonata perché non riesce a soddisfare gli elevati standard produttivi richiesti dalle industrie agroalimentari. Il grano timilia anche noto come grano marzulotumenia tumminia, è stato meno fortunato del Grano Khorasan (la varietà di frumento del Kamut) e tra il 1940 e il 1950, le sue coltivazioni sono state quasi completamente abbandonate. Le sue caratteristiche alimentari sono notevoli: è ricco di oligo-elementi, anche di proteine, ma ha un basso indice di glutine. Questo frumento non ha bisogno di molta acqua, ma per prosperare vuole un clima mite, non è un caso che la sua coltivazione si concentri in Sicilia.

I grani antichi sono quelle varietà di frumento non sottoposte a modificazioni genetiche, che non hanno subito la selezione dell’uomo, ma sono rimasti originali. Molte sono le varietà e fortunatamente da qualche anno vi sono programmi sperimentali che mirano alla produzione di questi grani antichi che oramai stanno scomparendo. Secondo le ricerche, il timilia, come gli altri grani antichi, aiuterebbe a prevenire la sindrome dell’intestino irritabile, prevenendo il diffondersi di allergie e di intolleranze potenziando le difese immunitarie.

Ingredienti:

Preparazione del pane di timilia

In una ciotola arieggiate la farina ed aggiungete l’acqua non fredda, mescolate quanto basta per unire acqua e farina senza formare un impasto, coprite con pellicola e lasciate riposare per 30 minuti (autolisi).

Unite il lievito madre spezzettato e cominciate ad impastare, unite l’olio ed infine il sale ed impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Coprite la ciotola con pellicola e lasciate riposare 2 ore.

Rovesciate l’impasto sulla spianatoia infarinata e fate un giro di pieghe, poi arrotondate chiudendo strettamente nella parte inferiore.

A questo punto potete, se volete, dare la forma a treccia schiacciando il panetto in forma rettangolare, tagliandolo in tre capi partendo da un paio di cm dal bordo superiore, intrecciando i tre capi e chiudendoli stretti al termine.

Pane di timilia

Trasferite la pagnotta o la treccia in una cestino da lievitazione infarinato, coprite con pellicola e mettete a lievitare per 2-3 ore a 26°C. Controllate che la lievitazione sia avvenuta e controllate anche che non sia andata oltre.

Trasferite delicatamente il pane su una pala e fatelo scivolare in forno preriscaldato a 220°C, cuocete per 20 minuti con vapore, poi abbassate a 200°C per 20 minuti lasciando una fessura negli ultimi 10 minuti. Sfornate lasciate raffreddare su una gratella prima di tagliare.

Pane di timilia

Bibliografia:

  • “La grande via” Berrino-Fontana ed. Mondadori
  • “Medicina da mangiare” Berrino ed. La Grande Via
  • “Il cibo della gratitudine” AA. VV. ed. Terra Nuova
  • “L’apprendista macrobiotico” Dealma Franceschetti ed. Macro
  • “Il sale della vita” Pietro Leeman ed. Mondadori Electa
  • “Cucinare è un atto d’amore” Marco Bianchi ed. Harper
  • “Ventuno giorni per rinascere” Berrino-Lumera-Mariani ed. Mondadori
  • “Ciò che non sai sul cibo e che potrebbe salvarti la vita” Stefano Momentè ed. Il punto d’incontro
  • “The China Study” Colin & Thomas Campbell ed. Macro
  • “La dieta cinese dei sapori” Gabriele Piuri ed. LSWR
  • “I magnifici 20 e le ricette” Marco Bianchi ed. Ponte alle Grazie
  • “Il potere curativo del digiuno” Raffaele e Michael Morelli ed. Mondadori
  • “La felicità ha il sapore della salute” Luigi Fontana ed. Slow Food
  • “Pasta Madre” Riccardo Astolfi ed. Guido Tommasi
  • “Pasta madre, pane nuovo, grani antichi” Antonella Scialdone ed Agricole

Per tornare alla HOME PAGE e cercare altre ricette. Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette inserisci la tua email in SEGUI QUESTO BLOG.
Ti aspetto sulla pagina
Facebook ARYBLUE, risponderò personalmente a tutte le domande, oppure seguimi su Instagram, Twitter o Pinterest !
Grazie della visita e se ti va lascia un commento qui sotto 😀
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Aryblue

Pane di timilia

Precedente Appunti di Alimentazione consapevole - dalla teoria alla pratica Successivo Pizza di farro in teglia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.