Crea sito

Giorno 1: Trieste.

Modalità vacanza: on.

 

Siamo partiti alle ore 12:00 e con un pranzo veloce in autogrill, per poter raggiungere Trieste in tempo da poterla almeno visitare  per qualche ora, il viaggio è  stato relativamente tranquillo, e dopo circa 5 ore e mezza siamo arrivati a Trieste alle 17:30 per poi impiegare quasi un’ora a trovare il silos dove parcheggiare l’auto. Parcheggio SABA Trieste Silos prenotato attraverso Parkclick perché vicino sia all’hotel che al porto, ma decisamente mal segnalato e totalmente automatizzato perciò con nessuno a cui chiedere …speriamo che al nostro ritorno non ci facciano pagare qualcosa in più rispetto a quello già pagato attraverso PayPal .
Soggiorniamo all’hotel “Roma“, camera 445. Hotel centrale piuttosto datato, ma bentenuto e in posizione strategica perché nelle immediate vicinanze del centro storico.
Trieste ci è apparsa inizialmente un po’ sporca, solo perché ci trovavamo nella zona non centrale perché, al contrario, il centro storico è molto elegante ed affascinante soprattutto durante la notte con una bella illuminazione, lì la piazza principale Unità d’Italia si affaccia direttamente sul porto dove è già attraccata la nostra nave ovvero la “Costa Venezia”, la cui inaugurazione è avvenuta ieri con tanto di fuochi d’artificio e frecce tricolore e un grande numero di persone che hanno partecipato, tra cui soprattutto addetti al lavoro e invitati. Grazie alla festa di Carnevale che si è svolta oggi, la piazza è ancora più animata e bella. Trieste è una città particolare, una città di confine, il cui passato storico l’ha resa diversa da molte altre città italiane, qui, per esempio, come in Trentino, ci sono le doppie indicazioni, in lingua slava ed di italiana.

Dopo un giro piacevole di circa un’ora e mezza nel centro storico animato soprattutto da giovani trattandosi di una città universitaria, con tanti locali pieni di gente, ci siamo fermati a prendere un aperitivo al bar “Ferrari” dove con piacere abbiamo scoperto che qui gli Spritz (il tipico cocktail della zona veneto-friulana) costano solo €4,50. Ci siamo poi recati al primo ristorante della nostra vacanza ovvero il “Ciò Là Emporio del gusto“, prenotato attraverso The Fork con sconto del 50% , dove abbiamo assaggiato la famosa grigliata “all you can eat” di carne, dopo un antipasto di mare e di salumi misti . Grigliata di carne abbondante a soli €10 a testa e accompagnata da patate alla tecia (specialita triestina di patate bollite fatte saltare con cipolla e poi grigliate al forno) e verdure grigliate; il pezzo forte della grigliata, principalmente composta da pollo, con puntine di maiale, tacchino e lonza, sono cevapcici, ovvero una sorta di polpette in stile kebab, originarie della Persia e molto tipiche soprattutto in questa zona, ricordano appunto il shisha kebab (carne trita aromatizzata da spezie) e la ricetta la potete trovare qui . Abbiamo speso davvero un’inezia: solo €25 in due usufruendo appunto dello sconto del 50% .
 

Domani mattina ci aspetta l’imbarco dopo la prima colazione; l’hotel è abbastanza vicino alla zona del Molo Audace dove ci imbarcheremo sulla Costa Venezia a partire dalle ore 10:00 perciò prossimo appuntamento per il pranzo a bordo di Costa Crociere !!

VAI A:  ViaggiandoMangiando versione estiva: un blog di ricette ...a modo mio...
https://youtu.be/fC1ogAZFT5U
Print Friendly, PDF & Email