Crea sito

Burek (Kosovo)

La Repubblica del Kosovo è uno Stato a riconoscimento limitato dell’Europa sud-orientale.
Autoproclamatosi indipendente dalla Serbia il 17 febbraio 2008 quest’ultima dichiarò immediatamente di non riconoscerne l’indipendenza accolta, invece, da numerosi stati, tra cui l’Italia.

Dal 1995, dopo la fine della guerra di Bosnia-Erzegovina, il governo serbo iniziò una guerra di pulizia etnica, e una parte degli albanesi kosovari scelse la lotta armata indipendentista che durò fino al 1999.

La cucina kosovara, come quella albanese, risente molto delle forti influenze dei paesi con cui confina. Per questo ci sono numerosi piatti simili alla Bosnia.
Tra i piatti più famosi si ricordano il burek, ovvero pasta fillo (yufka), spesso a forma di spirale, con formaggio (skuta), spinaci e carne macinata; sebbene in realtà il piatto faccia parte della gastronomia turca, dove lo troviamo con il nome di börek, diffusosi nei Paesi Balcani con l’espansione ottomana.
Il Burek è il simbolo della cucina balcanica, almeno quanti i Cevapcici.

Il nome deriva dal tema turco bur- “arrotolare” che può anche descrivere un qualsiasi piatto formato da una pasta arrotolata.

In Grecia ne viene fatta una variante senza carne, con feta e gli spinaci, arrotolata e messa in forno.

Segue la ricetta con la pasta fillo già pronta, ma se preferite potete prepararla voi. La ricetta prevede farina, acqua, sale e olio d’oliva, e potete trovarla QUI.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaEuropea

Ingredienti

  • 600 gcarne macinata (vitello e/o suino)
  • 1cipolla
  • 300 gformaggio Skuta (o ricotta)
  • 400 gspinaci, cotti, bolliti
  • 1tuorlo
  • q.b.burro
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.sesamo (opzionale)

Preparazione

  1. Fare bollire gli spinaci.

    In una grande ciotola, mischiare il formaggio con gli spinaci e la carne. Regolare di sale e pepe.

    (Potete anche fare saltare carne e spinaci insieme in una padella con un filo di olio)

    Stendere l’impasto filo in due pile (circa 14 fogli ciascuna) spennellare su ogni foglio, prima di utilizzarlo, un mix di acqua, latte e olio.

    Stendere una striscia di ripieno sul lato più lungo del foglio e arrotolate la pasta su se stessa. Fare attenzione a non mettere troppo ripieno, altrimenti il foglio di pasta fillo si romperà.

  2. Realizzare la forma a spirale e sistemarla in una pirofila tonda di 28 cm di diametro.

    (Potete anche decidere di farlo a strati anzichè a spirale)

    Spennellare il burek con un uovo sbattuto.

    Se volete potete decorare con il sesamo.

    Cuocere a 180°C per 25/30 minuti o fino a doratura.

    Se la parte superiore inizia a dorare troppo velocemente, coprire con un foglio di alluminio e continuare a cuocere. Rimuovere la pellicola e cuocere altri 5 minuti.

Link affiliato #adv

Se volete approfondire la storai del Kosovo e dei suoi conflitti, vi suggerisco il libro “Kosovo. La guerra in Europa. Origini e realtà di un conflitto etnico” di Roberto Morozzo Della Rocca a 11,87 €

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.