Trofie radicchio, speck e philadelphia

Le trofie radicchio, speck e philadelphia sono un primo piatto saporito e cremoso, semplicissimo da preparare. Un piatto sostanzioso e nutriente che può essere considerato anche un piatto unico.

Il radicchio è una verdura molto amata caratterizzata dal sapore amarognolo e può essere utilizzato in numerose preparazioni culinarie. Con il radicchio potete preparare primi, secondi, torte salate, contorni e farciture per arrosti e paste ripiene. Estremamente versatile, si abbina perfettamente a salumi e formaggi.

Il formaggio spalmabile mitiga l’amarognolo del radicchio rendendolo molto cremoso e delicato, una vera delizia!

Ingredienti

400 g di trofie fresche
2 cespi piccoli di radicchio trevigiano
1 cipolla piccola
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
120 g di speck affettato
120 g di Philadelphia
sale e pepe q.b.

Procedimento

Mettete a bollire l’acqua per la pasta mentre preparate il condimento.

Sbucciate la cipolla affettatela sottilmente e fatela soffriggere, in una padella, con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva.

Aggiungete lo speck tagliato a striscioline e fate insaporire qualche minuto.

Lavate i cespi di radicchio, eliminate la parte legnosa, tagliateli a listarelle e uniteli alla base di speck e cipolla. Salate, pepate e fate cuocere per una decina di minuti; fate attenzione a non cuocere troppo il radicchio, deve rimanere croccante.

Fate cuocere la pasta e scolatela al dente, finiremo la cottura in padella.
Versate le trofie nella padella con il condimento, unite un mestolo di acqua di cottura, il Philadelphia a pezzettini e fate saltare per un minuto a fuoco medio in modo che si sciolga completamente. Se vedete che la pasta tene ad asciugarsi troppo aggiungete ancora qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Le trofie radicchio, speck e Philadelphia sono pronte, servitele con una macinata di pepe nero.

Se volete renderle ancora più saporite aggiungete una spolverata di Parmigiano.

Se avete bisogno di un consiglio o avete dubbi sulle ricette potete contattarmi sulla pagina facebook cliccando qui 

 

Precedente Chiacchiere di Carnevale, ricetta di Iginio Massari Successivo Meraviglie di Carnevale, ricetta di Iginio Massari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.