Maritozzi

Sapevate che i maritozzi esistevano già ai tempi dell’Antica Roma? Il loro nome, infatti, deriverebbe dall’usanza dei giovani uomini di donare questo dolce alle loro promesse spose, a volte nascondendo tra la panna un anello o un piccolo gioiello! Le donne, quindi, definivano il donatore con un vezzeggiativo affettuoso: “maritozzo”, appunto.

Io adoro i maritozzi per la lenta colazione domenicale, magari accompagnati da un caffè e una spremuta d’arancia! Chi mi conosce un po’ conosce già la mia ossessione per i dolci per la colazione 😅 Solitamente, infatti, preparo sempre il pan d’arancia, con arance biologiche, la torta di mele e mandorle, la torta con mele e pinoli oppure la torta allo yogurt ai 7 vasetti: tutte torte leggere e salutari. Ma, si sa, nel weekend bisogna coccolarsi sempre un po’ di più, quindi ecco a voi la ricetta dei maritozzi!

Maritozzi | l'aPina in cucina
  • DifficoltàAlta
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni15 maritozzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 15 maritozzi

Impasto

  • 300 gfarina (350 w)
  • 180 glatte
  • 30 gzucchero
  • 80 glievito madre
  • 2uova
  • 50 mlolio extravergine d’oliva
  • 4 gsale
  • 2.5 gmalto (facoltativo)
  • buccia grattugiata 1/2 limone e 1/2 arancia

Sciroppo

  • 100 gzucchero
  • 50 gacqua

Farcia

  • 500 mlpanna da montare
  • 50 gzucchero a velo

Strumenti

Potete realizzare l’impasto dei maritozzi in diversi modi: a mano, con la planetaria, con il robot da cucina o con il Bimby. Considerate però che farlo a mano potrebbe risultare faticoso, in quanto si tratta di un impasto molto morbido che ha bisogno di essere incordato bene. Io ho usato la planetaria e mi sono trovata benissimo!
  • Planetaria oppure Robot da cucina
  • Ciotola
  • Pellicola per alimenti
  • Teglia
  • Carta forno
  • Sac a poche

Preparazione dei maritozzi

  1. Maritozzi | l'aPina in cucina

    Innanzitutto, dovete preparare il lievito madre.

    Quindi, unite farina, zucchero, malto, lievito madre, 150 g di latte e uova, e iniziate a impastare fino a incordare l’impasto. Quindi, aggiungete la buccia grattugiata di limone e d’arancia, il sale e gradualmente i restanti 30g di latte. A questo punto, aggiungete anche l’olio, stando sempre ben attenti a non perdere la corda. 

    Quando l’impasto sarà diventato liscio (non appiccicoso), mettetelo a crescere in una ciotola ben oleata, che coprirete con della pellicola per alimenti. L’impasto deve quadruplicare il suo volume! 

    🌟Il mio impasto ha impiegato circa 6 ore, ma potreste dover attendere anche 8 ore (dipende dalla temperatura ambiente: di notte la temperatura è più bassa, non in tutte le stagioni è uguale. Insomma le variabili sono tante!). Quindi, il mio consiglio è di prepararlo la sera prima, in modo tale che la mattina dopo sia già pronto per essere lavorato (o quasi). In ogni caso, basatevi sempre sul volume, piuttosto che sul tempo!

  2. A questo punto, riprendete l’impasto e porzionatelo in pezzettini da 50 g, che andrete a pirlare. Ovvero, dovete realizzare delle palline, dalla forma affusolata.

    Disponete le palline su una teglia ricoperta di carta forno, quindi lasciatele riposare fino al raddoppio del volume (circa 2 ore).

    Nel frattempo preparate lo sciroppo di zucchero ponendo l’acqua e lo zucchero in un pentolino, portatelo ad ebolizione e lasciate bollire per circa 10 minuti e comunque fino ad ottenere uno sciroppo meno denso del miele.

    🌟Potete preparare lo sciroppo anche qualche giorno prima conservandolo in frigorifero 😉.

    Prima di infornare i maritozzi spennellateli delicatamente con un po’ di latte. Infornate a 170° per circa 20 minuti, o comunque fin quando i maritozzi non saranno dorati e ben cotti all’interno.

    Nel frattempo, montate la panna con 50g di zucchero a velo.

    Quindi, sfornate e quando sono ancora caldi lucidateli con lo sciroppo di zucchero, e lasciateli raffreddare.

    Infine, incidete la superficie dei maritozzi per il verso lungo, senza arrivare a sezionarli del tutto, e farciteli con la panna montata. I vostri maritozzi sono pronti per essere serviti, buongiorno!

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.