Crea sito

Vellutata rosa di cavolfiore

Con la vellutata rosa di cavolfiore partecipo al contest Chef a Colori, organizzato da The sign of color, il magazine tutto colorato di Ceramicolor Federchimica.
Ma facciamo un passo indietro!
Vi ricordate che lo scorso anno ho fatto il giudice per la quarta edizione de “A cena con il colore”, organizzato sempre da The sign of color. Potete trovare il racconto della serata qui, così potete farvi un’idea di cosa sono state le precedenti quattro edizioni. Quella di quest’anno sarebbe dovuta essere la quinta edizione, ma i recenti avvenimenti pandemici hanno di fatto annullato tutte le iniziative in cui poteva esserci una aggregazione di persone, e visti i numeri della scorsa edizione se ne sarebbero assembrate parecchie!
L’iniziativa è stata quindi trasformata in un contest a livello nazionale in cui, una volta inviata la domanda di iscrizione e ricevuto il colore da interpretare, ognuno di noi deve creare un piatto a scelta del colore assegnato.
A me è capitato il rosa, che sotto tanti punti di vista aiuta tanto. Sono rosa le fragole e le ciliegie, sarebbe stato facile fare un bel dolce. Ho voluto però fare un passo avanti e proporre una ricetta salata. A casa amiamo le vellutate e le prepariamo in grande quantità durante l’inverno. E’ infatti un tipo di piatto che ci piace gustare nelle fredde serate invernali. Ma il colore rosa mi ha fatto pensare di più alla bella stagione e la vellutata di cavolfiore rosa si è trasformata in un piatto tiepido da gustare tranquillamente anche con il termometro più alto.
Inutile dirvi che ho dovuto utilizzare la scorta di cimette di cavolfiore messe via in congelatore, adesso non si trovano più i cavolfiori freschi. Ma li metto via proprio per queste occasioni, ci piacciono molto e li cucino spesso al vapore anche con la bella stagione.
La vellutata rosa di cavolfiore è colorata in modo naturale con un pizzico di barbabietola cotta, appena qualche dadino perché è un alimento che colora parecchio e io volevo ottenere un colore molto tenue.
Oltre che un delizioso primo piatto, la vellutata rosa di cavolfiore è perfetta anche come piccolo antipasto se servita in cucchiai mono porzione, eventualmente con un crostino appoggiato sopra.
Buona cena colorata!

vellutata-rosa-di-cavolfiore
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la vellutata rosa di cavolfiore

  • 1cavolfiore
  • 1porro
  • 2patate (medie)
  • 1/2barbabietola (cotta)
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Per decorare la vellutata

  • 10 gnocciole tostate
  • 1 ciuffotimo (fresco)

Preparazione della vellutata rosa di cavolfiore

  1. Portate a bollore 1 litro di acqua salata.

    Nel frattempo lavate e mondate le verdure e tagliate il cavolfiore a cimette, il porro a rondelle e le patate a cubetti.

  2. Versate un filo d’olio extravergine di oliva in una casseruola e versate le verdure tagliate.

    Lasciate rosolare alcuni minuti prestando ben attenzione a non farle dorare. Le verdure devono rimanere chiare.

  3. Versate l’acqua bollente e cuocete la velluta rosa di cavolfiore per circa 10-15 minuti.

    Assaggiate ed eventualmente regolate il sale.

  4. Mentre le verdure per la vellutata si cuociono iniziate a preparare la decorazione.

Preparazione della decorazione per la vellutata rosa di cavolfiore

  1. Tagliate la barbabietola cotta in dadini piccoli e tenete da parte.

    Tritate grossolanamente le nocciole tostate e tenete da parte.

    Pulite delicatamente le foglioline di timo.

Fase finale della preparazione della vellutata rosa di cavolfiore

  1. Appena le verdure sono pronte, prelevate qualche cimetta di cavolfiore che vi servirà per la decorazione.

    Prelevate quasi tutto il brodo e tenetelo da parte.

    Versate le verdure nel bicchiere del mixer ad immersione e frullate bene, aggiungendo un poco di brodo se la vellutata dovesse essere troppo densa.

    Prendete alcuni dadini di barbabietola che avete tagliato per la decorazione e frullateli con il resto delle verdure. Iniziate aggiungendo pochi dadini e regolatevi a seconda del colore rosa che più vi piace. Non c’è una regola fissa, si può ottenere un tenue rosa pastello aggiungendo pochissima barbabietola, o un rosa più tendente al violetto se ne aggiungiamo di più.

    Io volevo ottenere un colore tenue, confettato, quindi ho aggiunto pochissimi dadini.

  2. Versate la vellutata rosa di cavolfiore nelle scodelle individuali e decorate la superficie con le nocciole tritate, le cimette di cavolfiore e i dadini di barbabietola.

    Aggiungete infine le foglioline di timo fresche.

  3. vellutata-rosa-di-cavolfiore

Chef a colori

  1. banner-chef-a-colori

    Con questa ricetta partecipo al contest indetto da The sign of color il Magazine di Ceramicolor Federchimica.

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.