Gyoza alla piastra

I gyoza alla piastra sono la versione giapponese dei famosi ravioli al vapore consumati in qualsiasi momento della giornata, soprattutto a colazione.
A me viene in mente il cartone animato Kun Fu Panda, in cui il papà di Po ne produce in quantità industriale per lui e per tutto il paese. Quelli sono però la versione cinese al vapore, la cui ricetta trovate qui.
Comunque ritorniamo ai nostri gyoza alla piastra. Nella versione giapponese vengono appunto cotti su una piastra calda in modo da formare la crosticina caratteristica, per poi ultimare la cottura a vapore, semplicemente aggiungendo un pochino di acqua nella padella e coprendo in modo da formare il vapore.
Vi lascio questo video per farvi vedere alcuni modi per chiudere i ravioli, il mio preferito è il quarto, e ho fatto una brutta copie del numero 8 🙂
Prepariamoli insieme.

Gyoza alla piastra
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni25 ravioli
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaGiapponese

Ingredienti

Per la pasta

  • 125 gFarina
  • 75 gAcqua (caldissima)

Per la farcitura

  • 150 gMaiale (macinato)
  • 150 gCavolo cappuccio
  • q.b.Olio di sesamo (in alternativa olio di semi di girasole)
  • 1Cipollina fresca
  • 1Zenzero (una grattugiata)
  • 1Spicchio d’aglio
  • q.b.Salsa di soia

Preparazione

  1. Per la pasta:

    Impastate in una ciotola la farina con l’acqua calda, fino a ottenere in composto abbastanza sodo e liscio. Copritelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare mezz’ora.

  2. Per il ripieno:

    Unite alla carne macinata di maiale il cavolo cappuccio finemente tritato, la cipollina fresca tritata e la grattugiata di zenzero. Versate un filo di salsa di soia, un pizzico di sale e mescolate accuratamente. Lasciate riposare dieci minuti. In questo modo tutti i sapori saranno ben amalgamati.

  3. Trascorso il tempo di riposo prelevate un pezzetto di pasta e stendetelo abbastanza sottilmente con mattarello. Dovete ricavare dei cerchi di circa 8 cm di diametro. Appoggiate al centro un cucchiaio di farcitura e chiudete a mezzaluna. Praticate poi le cinque pieghe, io devo assolutamente affinare la tecnica, le mie pieghette sono proprio bruttine, ma la cosa importante è che i ravioli siano ben chiusi.

    Procedete in questo modo con tutta la pasta. Verranno circa 25 ravioli.

  4. Versate in una padella antiaderente, di cui avete il coperchio, un filo di olio di sesamo, se non lo avete potete utilizzare l’olio di semi di arachide come ho fatto io.

    Appoggiate i ravioli in piedi, uno vicino all’altro senza farli toccare, e lasciateli cuocere alcuni minuti. In questo modo si formerà la caratteristica crosticina alla base. Versate mezzo bicchiere d’acqua e coprite per ultimare la cottura della parte superiore.

  5. Servite i gyoza alla piastra accompagnandoli con salsa di soia o salsa piccante.

  6. Gyoza alla piastra

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

2 Risposte a “Gyoza alla piastra”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.