Crea sito

Gelato allo yogurt e banana

Cosa c’è di più goloso di un fresco gelato allo yogurt e banana, da gustare comodamente grazie allo stecchino di legno? Nulla…
L’idea mi è venuta pensando alla passione che le mie ragazze hanno per lo yogurt arricchito con la frutta fresca. Ho pensato quindi di trasformare questa sanissima merenda in uno snack fresco, adatto alla stagione estiva. Questa volta ho utilizzato la banana, ma si può utilizzare qualsiasi tipo di frutta, mantenendo semplicemente le proporzioni della ricetta.
Il lavoro è stato poi facilitato grazie all’uso dello stampo in silicone di Pavonidea, Pavogel Pocket, in questo caso nella forma Maracaibo Pocket.
Ho finito il gelato con una decorazione di cioccolato fondente croccante per rendere ancora più golosa la nostra merenda.
Ma voi lo sapete quando è nato il ghiacciolo? E perché piace così tanto ai bambini, e non solo?
Non è infatti un caso che ad inventare questo popolarissimo dolce freddo sia stato proprio un bambino di undici anni agli inizi del Novecento. L’intuizione del ghiacciolo, che risale al 1905, si deve infatti alla scoperta casuale fatta dal piccolo Frank Epperson, un ragazzino di Oakland che in una gelida notte d’inverno aveva inavvertitamente lasciato sul davanzale della finestra di casa un bicchiere con un bastoncino di legno, utilizzato per mescolare la sua bevanda, immerso in acqua e soda. Dopo qualche anno, nel 1923, lo stesso Epperson brevettò il ghiacciolo e ben presto tutto il mondo (Italia compresa, ma solo dopo la seconda guerra mondiale) scoprì come rinfrescarsi grazie alla frutta in modo dolce e alternativo.

gelato allo yogurt e banana
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Porzioni4 ghiaccioli
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
155,02 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 155,02 (Kcal)
  • Carboidrati 26,45 (g) di cui Zuccheri 17,88 (g)
  • Proteine 3,37 (g)
  • Grassi 4,85 (g) di cui saturi 2,95 (g)di cui insaturi 1,61 (g)
  • Fibre 2,89 (g)
  • Sodio 23,60 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per il gelato allo yogurt e banana

  • 300 gbanane (mature)
  • 150 mlyogurt bianco naturale
  • 2 cucchiaizucchero
  • 40 gcioccolato fondente

Preparazione dei ghiaccioli alla banana e yogurt

  1. Sbucciate le banane e tagliatele a rondelle, raccogliendole in una ciotola. Aggiungete lo yogurt e lo zucchero.

  2. Con l’aiuto di un frullatore ad immersione frullate gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio e uniforme e perfettamente frullato.

  3. gelato allo yogurt e banana
  4. Mettete gli stecchini di legno all’interno dello stampo, chiudete la parte inferiore in modo da sigillare lo stecco e versate il composto riempendo fino al bordo tutte le cavità. Appoggiate lo stampo su un vassoio e mettete in congelatore per almeno tre ore, tutta la notte è ancor meglio.

  5. Sciogliete il cioccolato fondente e versatelo all’interno di un cono di carta forno. Tagliate la puntina e con movimenti veloci decorate la superficie dei gelati allo yogurt e banana, che avrete sformato dallo stampo e appoggiato su un foglio di carta forno.

    Rimettete i gelati in congelatore per dieci minuti prima di consumarli.

  6. gelato allo yogurt e banana

Seguimi anche sui social

la mia pagina Facebook     il mio profilo Instagram       la mia pagina Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ferri Micaela

Chimico con la passione della cucina! Vi porto in giro per il mondo e vi faccio conoscere le mie ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.