Crea sito

Arancine di riso al burro

Solo nel rivedere la foto delle arancine di riso al burro, mi fa venire l’acquolina in bocca.
Sono delle piccole ghiottonerie facili e appetitose per rendere anche i party più allegri e stuzzicanti, conquisteranno grandi e piccini.
Accompagnate le arancine con una fresca salsa di pomodori crudi privati della pelle e dei semi , grossolanamente tritati e insaporiti con olio, sale, pepe ed eventualmente ,uno spicchio d’aglio.
Per una variante vegetariana, sostituite il prosciutto con funghi o verdure di stagione.
Per preparare le arancine di riso al burro potete utilizzare avanzi di risotto alla parmigiana o alla milanese. In questo caso i tempi si riducono sensibilmente.

Ricetta tratta dal libro: La cucina Siciliana in 1000 ricette tradizionali.

  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 500 gRiso (vialone nano o metà originario più metà roma, )
  • 1 bustinaZafferano
  • 50 gCaciocavallo (grattuggiato)
  • 4Uova
  • 200 gCaciocavallo (o mozzarella o primosale)
  • q.b.Olio di semi di arachide (o girasole)
  • q.b.Pangrattato
  • q.b.Farina 00
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 100 gBurro
  • 50 gProsciutto cotto a cubetti

Preparazione delle arancine di riso al burro

Lessate il riso in abbondante acqua salata; scolatelo al dente , trasferitelo in una ciotola e conditelo con il caciocavallo grattuggiato, 1 uovo battuto e lo zafferano sciolto in pochissima acqua calda.
Amalgamate bene tutto e lasciate raffreddare.
Appena il riso sarà freddo, mettetene una cucchiaiata abbondante in una mano e pressatelo leggermente contro il palmo della mano, creando un incavo al centro.
Riempite la cavità con un pezzetto di burro , qualche dadino di mozzarella asciutta o primosale o caciocavallo e qualche dadino di prosciutto cotto; coprite tutto con un poco di riso e plasmate a forma di una piccola arancia.
Passate, quindi, le arancine nella farina; poi, nelle uova battute e , infine, nel pangrattato e friggetele, poche per volta, in abbondante olio caldo.
Scolatele quando saranno dorate e ponetele su carta assorbente a perdere l’unto in eccesso.
Servitele calde o tiepide.

Conservazione:

Le arancine si possono conservare in frigo per 2 giorni o in congelatore crude, friggendole direttamente senza bisogno di scongelarle

Consiglio:

Per aiutarvi nella preparazione delle arancine , tenete vicino una ciotola di acqua, in modo da inumidire le mani ed evitare che il riso vi si attacchi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.