Crea sito

Pasta fagioli e cozze cremosa, ricetta napoletana

Se cerchi la ricetta per preparare la pasta fagioli e cozze cremosa e saporita come la fanno a Napoli sei decisamente nel posto giusto! ^_^
Pur essendo napoletana devo confessare che sono solo un paio di anni che ho scoperto di amare questo primo piatto così semplice e al contempo così gustoso. Preparare la pasta fagioli e cozze è un gioco da ragazzi che richiede pochi ingredienti, una spesa minima e qualche piccola variazione rispetto alla classica ricetta della pasta e fagioli. Seguendo pochi semplici accorgimenti il risultato finale sarà un piatto a dir poco fantastico!

Pasta fagioli e cozze alla napoletana
  • CostoEconomico
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 340 gpasta mista (meglio se trafilata al bronzo)
  • 4 mestolifagioli cannellini lessi (circa 240 g secchi)
  • 1 kgcozze fresche (+ il loro fondo di cottura filtrato)
  • 2 spicchiaglio
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • Mezzopeperoncino fresco (facoltativo)
  • q.b.prezzemolo
  • 8pomodorini
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Come preparare la pasta fagioli e cozze alla napoletana

Lessare i fagioli cannellini

  1. Ammorbidisci i fagioli secchi lasciandoli in ammollo in acqua fresca per una notte (12 h). Dopo l’ammollo trasferiscili in una pentola capiente, ricoprili con abbondante acqua fresca e lessali per circa un’oretta (se utilizzi la pentola a pressione basteranno 20 minuti) o comunque fino a cottura completa. Rabbocca l’acqua se dovesse asciugarsi troppo e ricorda di salare solo a fine cottura!

Cuocere le cozze

  1. Lava accuratamente le cozze sotto l’acqua corrente, elimina le eventuali incrostazioni e il bisso (quella specie di barbetta che fuoriesce dalle valve).

  2. Come cucinare le cozze

    In un ampio tegame scalda un filo d’olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio, un paio di gambi di prezzemolo (facoltativi) e un pezzetto di peperoncino.

    Aggiungi le cozze, copri e cuoci a fiamma vivace per circa 5-6 minuti, fino a che risulteranno aperte. Durante la cottura mescola le cozze afferrando il tegame dai manici e agitandolo.

  3. Come cuocere le cozze

    Spegni la fiamma, filtra il fondo di cottura, sguscia le cozze e metti il tutto da parte.

    Ricorda di conservare qualche cozza intera (senza sgusciarla) per la decorazione finale dei piatti e di eliminare le cozze che non si sono aperte.

Preparare la pasta con fagioli e cozze

  1. In una casseruola soffriggi un giro abbondante di olio extra vergine d’oliva, uno spicchio di aglio, un pezzetto di peperoncino fresco (facoltativo), un ciuffetto di prezzemolo tritato e 8 pomodorini maturi tagliati a metà.

  2. Lascia insaporire qualche minuto dopodiché aggiungi i fagioli, qualche mestolo della loro acqua di cottura e cuoci una decina di minuti.

  3. Aggiungi metà acqua di cottura delle cozze, porta a bollore e unisci la pasta.

  4. Cuoci la pasta aggiungendo se necessario poco liquido per volta (acqua o fondo di cottura delle cozze) mano a mano che si asciuga.

  5. pasta con fagioli cannellini e cozze

    Non appena la pasta risulta ben al dente spegni la fiamma e manteca aggiungendo le cozze sgusciate, una manciata di prezzemolo fresco tritato, una spolverata abbondante di pepe e un ultimo goccino di fondo di cottura delle cozze.

  6. La pasta fagioli e cozze alla napoletana è pronta per essere gustata.

  7. pasta fagioli e cozze alla napoletana

    Trasferiscila nei piatti e guarnisci ogni porzione con del prezzemolo, pepe macinato fresco, qualche cozza con il guscio e un filo di olio a crudo (facoltativo).

Note, trucchi & consigli.

Cozze fresche o surgelate?

La scelta ideale ricade sulle cozze fresche da pulire e far “scoppiare” al momento per gustarle nel pieno della loro freschezza e (cosa assolutamente essenziale) ricavare quel saporitissimo sughetto di mare da aggiungere durante la cottura della pasta. Vi ricordo che il trucco per ottenere una “pasta e fagioli che sa di mare” è proprio il fondo di cottura delle cozze.

Una soluzione per abbreviare i tempi, e soprattutto avere sempre a disposizione una scorta di “cozze saporitissime pronto uso”, potrebbe essere quella di acquistare le cozze, pulirle, cucinarle, sgusciarle e congelarle immerse nella loro acqua di cottura (ben filtrata). Ormai da quando utilizzo questo trucco riesco a improvvisare una pasta fagioli e cozze buonissima in pochissimo tempo e senza alcuno sforzo.

Cozze: la cottura perfetta!

Per preservare la morbidezza, il gusto e la forma delle cozze è fondamentale non stracuocerle.

Per questa ragione ho due consigli che ti torneranno molto utili anche per la preparazione di altri piatti che prevedono l’uso delle cozze. Il primo consiglio è quello di togliere le cozze dalla pentola mano a mano che si aprono, il secondo è quello di aggiungere le cozze precotte alle pietanze solo a fuoco spento durante la mantecatura finale o al massimo nell’ultimo minuto di cottura del piatto.

Fagioli secchi o precotti?

Come per la classica pasta e fagioli anche in questo caso puoi utilizzare sia fagioli secchi da ammollare e lessare che fagioli cannellini precotti (quelli in barattolo). Personalmente preferisco sempre quelli secchi per diverse ragioni: sono più salutari, più economici e li trovo anche più buoni. Sono solita lessarne quantità abbondanti e congelarli in comode porzioni.

Fagioli interi o frullati?

Per ottenere una pasta e fagioli con le cozze cremosa e avvolgente (“azzeccata” al punto giusto) non serve frullare i fagioli. Occorre semplicemente utilizzare fagioli lessi ben cotti, lasciarli insaporire nel soffritto iniziale una decina di minuti dopodiché “risottare la pasta“, ovvero cuocerla direttamente all’interno del condimento aggiungendo liquido di cottura poco per volta, proprio come si farebbe per un risotto.

Quale pasta scegliere?

La pasta fagioli e cozze nasce con la “pasta mista“, ovvero la tipica pasta partenopea che ha origine dalla tradizione del recupero. In alternativa vanno benissimo anche i tubetti, o altra pasta corta (tipo gnocchetti sardi) fermo restando che “a mort sua è c’a past ammescat” (ovvero il suo gusto è esaltato pienamente del connubio con la pasta mista).

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.