Tortino al cioccolato dal cuore morbido

Il tortino dal cuore morbido (anche chiamato “lava cake”) è un dolcetto squisito a cui è difficile dire di no. Apparentemente sembra un semplice tortino al cacao, ma basta affondare il cucchiaino per far sprigionare una dolce e scioglievole colata di cioccolato a dir poco irresistibile. Goloso, monoporzione e furbissimo: è un dolcino da non lasciarsi scappare! Vi basti sapere che va preparato in anticipo, conservato in congelatore e infornato ancora congelato per soli 16 minuti. Insomma, è il dessert perfetto per gli ospiti dell’ultimo momento o per una cena romantica. Non lasciatevi scappare la ricetta! ^_^

Tortino al cioccolato dal cuore morbido
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    15-18 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 100 g cioccolato fondente
  • 80 g Zucchero
  • 90 g Burro
  • 2 Uova
  • 1/2 cucchiaino Essenza di vaniglia
  • 20 g Farina 00
  • q.b. Cacao amaro in polvere
  • q.b. Zucchero a velo
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

  1. Tortino dal cuore morbido_impasto

    Sciogliere il cioccolato e il burro a bagnomaria o in microonde (potenza massima 500 w). Aggiungere lo zucchero e mescolare per bene.

  2. Tortino dal cuore morbido_impasto 2

    Lasciare intiepidire qualche istante il cioccolato, dopodiché aggiungere un uovo per volta e mescolare per bene con una forchetta o una frusta a mano. Aggiungere l’uovo successivo solo dopo aver incorporato accuratamente quello precedente. Unire l’essenza di vaniglia, il pizzico di sale e la farina.

  3. Tortini dal cuore morbido_porzionamento

    Imburrare 4 stampini di alluminio usa e getta (quelli da muffin) e cospargerli di cacao amaro facendo attenzione che ogni stampino sia perfettamente imburrato in quanto l’operazione di sformatura è delicata.

  4. Congelare i tortini per almeno 12 h. Questa è un’operazione irrinunciabile, pena la buona riuscita del dolce. C’è chi dice che basta passarli in congelatore per un’ora, io invece penso che sia assolutamente consigliabile prepararli con almeno un giorno di anticipo.

  5. Tortini dal cuore morbido_porzionamento 2

    Riempire ogni stampino con un mestolo di composto fino a riempire i pirottini per 3/4.

  6. Tortino dal cuore morbido_cottura

    Preriscaldare il forno a 200° e cuocere i tortini ancora congelati (non vanno fatti scongelare) con modalità ventilata per 15-18 minuti.

    La cottura è l’unica fase difficile! Il problema è raggiungere il giusto equilibrio tra la cottura della parte esterna del tortino (che deve risultare asciutta) e la consistenza fondente di quella interna. In linea di massima occorre sfornare il tortino quando appare in superficie ben gonfio, asciutto e pieno di crepe. In pratica conviene fare delle prove di cottura per testare il proprio forno e trovare il giusto tempo di cottura. Solitamente si consiglia di cuocere un primo tortino di prova e regolarsi di conseguenza. Nello specifico io ho utilizzato la funzione ventilata del mio Whirlpool JT 469 e ho cotto un tortino per 16 minuti con un risultato perfetto. Dato il risultato penso che con il mio forno io possa spingere la cottura fino ad un massimo di 17 minuti. In linea generale i tempi di cottura consigliati vanno da un minimo di 15 ad un massimo di 18 minuti. Qualora invece cuociate più tortini contemporaneamente il tempo necessario potrebbe leggermente protrarsi.

  7. Tortino dal cuore morbido_3

    A cottura ultimata sfornare il tortino, capovolgerlo delicatamente sul piatto da portata, cospargerlo con zucchero a velo e servirlo immediatamente.

  8. Il tortino può essere servito tal quale o accompagnato con una pallina di gelato, un ciuffo di panna o dei frutti rossi.

Note & Consigli

  • Il tortino dal cuore morbido è un dolce adatto ai veri amanti del cioccolato. Se vuoi renderlo più particolare aggiungi un pizzico di peperoncino o di cannella.
  • Questi tortini sono buonissimi e finiscono in un baleno. Per di più si conservano in congelatore per un paio di mesi, pertanto vi consiglio di prepararli almeno in doppia dose!

Precedente Panna cotta al caffè: la ricetta perfetta Successivo Cannelloni alla zucca con salsiccia e ricotta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.