Trippa alla Ciociara

La trippa è una frattaglia usata in gastronomia e ricavata dalle diverse parti dello stomaco del bovino e non, come molti credono, dall’intestino. La trippa è un alimento consumato da lungo tempo: i greci la cucinavano sulla brace, mentre i romani la utilizzavano per preparare salsicce. Oggi la trippa costituisce un alimento tradizionale di molte regioni d’ Italia, in particolare della cucina romana, toscana e milanese.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

trippa alla ciociara Trippa alla Ciociara

 

 

Ingredienti 

1 Kg di trippa di vitella

400 g di cipolla

400 g di pomodori

1 carota

1 costa di sedano

1 foglia di alloro

1 spicchio d’aglio

1/2 bicchiere di vino (meglio rosso)

Pecorino

Olio extravergine d’oliva

Sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Affettare sottilmente la trippa, lavarla e scolarla. In una casseruola di coccio soffriggere le verdure affettate, l’aglio e l’alloro: aggiungere la trippa, farla asciugare, versare il vino e far evaporare completamente.

Unire i pomodori, salare e pepare.

Portare a cottura bagnando di tanto in tanto con acqua e rimescolare spesso; prima di toglierla dal fuoco aggiungere se lo gradite del basilico.

Rimescolare e servire con abbondante pecorino grattugiato.

 

Caratteristiche nutrizionali della trippa

Alimento magro, ricco di proteine ad alto valore biologico. Non contiene glucidi o fibre, e non si possiedono dati sufficienti per stabilirne l’idoneità al regime alimentare contro certe malattie del metabolismo (mancanza di valori quali colesterolo e acidi grassi saturi). Di certo, è un taglio di carne (o meglio, di quinto quarto) decisamente ipocalorico.
Inoltre, per quel che concerne i sali minerali, la trippa contiene ottime quantità di ferro (utile a combattere e prevenire l’anemia sideropenica) e non mancano ottime concentrazioni di molte vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina e niacina).
La trippa potrebbe contenere alti livelli di purine, molecole indesiderate per i soggetti affetti da iperuricemia ed attacchi gottosi.

Valori nutrizionali (per 100 g di parte edibile)

Parte edibile 100.0%
Acqua 72.0g
Proteine 15.8g
Amminoacidi prevalenti
Amminoacido limitante
Lipidi TOT 5.0g
Acidi grassi saturi – g
Acidi grassi monoinsaturi – g
Acidi grassi polinsaturi – g
Colesterolo – mg
Carboidrati TOT 0.0g
Zuccheri complessi 0.0g
Zuccheri solubili 0.0g
Fibra alimentare 0.0g
Fibra solubile 0.0g
Fibra insolubile 0.0g
Energia 108.0kcal
Sodio 107.0mg
Potassio 18.0mg
Ferro 4.0mg
Calcio 18.0mg
Fosforo 50.0mg
Tiamina 0.14mg
Riboflavina 0.18mg
Niacina 1.60mg
Vitamina A – µg
Vitamina C 3.00mg
Vitamina E – mg

Precedente Laina e ceci Successivo Risotto ai carciofi