Crea sito

Babà

babà

Il BABÀ è un fantastico dolce della tradizione napoletana famoso in tutto il mondo, soffice e delicato, perfetto per concludere un pranzo dei giorni di festa. Un dolce talmente tanto amato dai partenopei da essere divenuto parte della propria storia.
Curiosamente, però, le origini del babà non sono sotto il Vesuvio, ma dall’altra parte d’Europa, in Polonia, dove il re Stanislao, nel Settecento, amava i dolci ma non aveva denti e si fece preparare una torta sofficissima e impregnata da una bagna alcolica. Il dolce giunse a Parigi quando sua figlia, sposandosi, divenne regina di Francia e di qui, attraverso cuochi francesi, alla corte dei Borbone di Napoli. Insomma, un bel romanzo, curioso come il suo sapore.
Il dolce è un perfetto equilibrio di morbidezza e di gusto, grazie in particolare alla bagna. Io preferisco quella al rhum, ma ci sono varianti col limoncello, profumatissime.
Un’ultima curiosità: dicono che il nome derivi da Alì Babà, personaggio di “Mille e una notte” amato dal re. Forse è una leggenda, ma vi assicuro che mangiandolo penserete di essere in una fiaba incantata…

babà
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8-10 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

IMPASTO BABA’

  • 320 gfarina Manitoba
  • 4 glievito di birra secco (o 12 g di lievito di birra fresco)
  • 40 gzucchero
  • 1 pizzicosale
  • 6uova (medie 300 g circa)
  • 120 gburro (morbido a temperatura ambiente)

BAGNA

  • 500 gacqua
  • 500 gzucchero
  • 180 grum

GUARNIZIONE

  • 200 gpanna fresca liquida
  • 20 gzucchero a velo
  • frutta fresca (a piacere)

Preparazione

  1. Con questa ricetta la preparazione del BABA’ è alla portata di tutti. Bisogna però eseguire alla lettera ogni singolo passaggio.

    IMPASTO

    Come prima cosa tirate fuori il burro dal frigo almeno 1 ora prima di iniziare ad impastare, vi servirà infatti morbido.

    Ponete la farina, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale nel vaso della planetaria. Se utilizzate il lievito di birra fresco sbriciolatelo nella farina e aggiungete il sale solo una volta che le uova saranno state assorbite.

    Aiutandovi con il gancio a foglia miscelate le polveri.

  2. Unite poco per volta le uova leggermente sbattute. Quando saranno state assorbite completamente dalla farina cambiate il gancio ed inserite quello a spirale. Quindi lavorate l’impasto per almeno 10 minuti o fino a che non risulterà elastico ed incomincerà ad incordarsi ovvero ad avvolgersi intorno al gancio.

    Unite il burro un pezzetto per volta, aggiungendo il successivo solo quando il precedente è stato assorbito del tutto.

  3. Una volta inserito tutto il burro lavorate per altri 5 minuti. Il risultato finale dovrà essere un composto elastico ma morbido.

    Trasferite l’impasto all’interno di uno stampo del diametro di 24-26 cm imburrato, non preoccupatevi se vi sembra troppo molle è normale, coprite con la pellicola e lasciate lievitare per circa 2 ore o fino a che fino a che l’impasto non sarà arrivato ai bordi dello stampo, in un luogo asciutto.

  4. Trascorse le 2 ore preriscaldate il forno a 180° infornate e cuocete il vostro babà per 25 minuti.

    Una volta cotto, sfornate il babà e fatelo raffreddare completamente all’interno dello stampo. La cosa migliore sarebbe prepararlo il giorno prima.

  5. BAGNA

    Ponete l’acqua e lo zucchero in una pentola e scaldatelo fino a sfiorare il bollore. Quindi lasciate raffreddare. Una volta freddo unite il rum e mescolate.

    Posizionate il babà senza estrarlo dallo stampo all’interno di un vassoio con i bordi alti e irroratelo con la bagna; il babà per antonomasia deve essere ben inzuppato, quindi fate questa operazione con accuratezza e senza fretta. Inclinate lo stampo e far fuoriuscire lo sciroppo in eccesso e con quello continuate a bagnare il babà ripetutamente fino a quando il dolce lo assorbirà tutto.

  6. Mettete il babà in frigorifero per almeno 2 ore e al momento di servirlo guarnitelo con della panna montata e della frutta fresca a piacimento.

    GUARDA ANCHE

    SFOGLIATELLA FROLLA NAPOLETANA

    PASTIERA NAPOLETANA

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.