Zeppole di San Giuseppe

Le Zeppole di San Giuseppe sono il dolce caratteristico della Festa del Papà.
Si tratta di morbide pasta choux  fritte e farcite con crema pasticcera e amarene sciroppate. Un dolce monoporzione golosissimo, tipico della tradizione campana, che si prepara in tutta Italia nella settimana del 19 marzo, ma che spopola nelle pasticcerie durante tutto l’anno! Vi invito a seguire questa ricetta collaudata per realizzare delle ottime Zeppole di San Giuseppe che non avranno nulla a che invidiare a quelle delle pasticcerie.

Zeppole di San Giuseppe
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 8 pezzi medio grandi

Per la pasta choux

125 g farina 00
125 g acqua
25 g burro
3 uova (medie)
3 g sale
q.b. olio di semi di arachide (per la frittura)

Per la crema pasticcera

230 g latte intero
3 tuorli
75 g zucchero
15 g farina 00
10 g fecola di patate
1/2 cucchiaino estratto di vaniglia

Per la decorazione

8 amarene sciroppate
q.b. zucchero a velo

Strumenti

Preparazione

Preparazione della crema pasticcera

Portate ad ebollizione il latte in una pentola capiente. Se volete potete aggiungere una scorza di limone bio ben lavata ed eliminarla prima di aggiungere il composto di uova, zucchero e farina.

In una ciotola mettete lo zucchero, la farina e la fecola setacciate e mescolate. Unite un tuorlo e mescolate energicamente per amalgamarlo alle polveri. Quando gli ingredienti si sono ben amalgamati aggiungete il secondo tuorlo e procedete allo stesso modo fino a terminare i tuorli.

Versate il composto così ottenuto dentro il latte bollente tolto dal fuoco e mescolate velocemente con una frusta per impedire che si formino grumi.

Riportate sul fuoco mantenendo la fiamma al minimo e continuando a mescolare, togliendo il composto dal fuoco ogni volta che accenna a prendere il bollore.

Proseguite la cottura per una decina di minuti affinchè le farine cuociano bene, quindi togliete dal fuoco, aggiungete l’estratto di vaniglia e fate raffreddare all’interno di una ciotola coperta di pellicola trasparente..

Preparazione della pasta choux

Mettete l’acqua, il sale e il burro a pezzettini In un pentolino  capiente che vi permetta poi di inserire anche il resto degli ingredienti e lavorarli agevolmente.

Girate con un cucchiaio di legno fintanto che si sciolga il burro.

Quando il burro è sciolto, aspettate che il composto vada ad ebollizione e si ricopra di bollicine quindi aggiungete la farina in un solo colpo e mescolate immediatamente.

Allontanate dal fuoco e continuate a girate energicamente per qualche secondo, in modo che il composto assorba tutta la farina, fino ad ottenere una palla di impasto che si stacca dalle pareti della pentola.
Riponete subito sul fuoco e girate ancora per pochi secondi, fino a quando sentirete l’impasto “sfrigolare”.

Versate l’impasto bollente in una ciotola e lasciatelo raffreddare.

NON procedete ad inserire le uova fino a quando l’impasto non sia tiepido, altrimenti rischiate di cuocere le uova ed avere un impasto con un forte odore di frescume.

Rompete un uovo alla volta, sbattetelo leggermente con la forchetta e aggiungetelo all’impasto mescolando energicamente.

Ripetete la stessa operazione con le restanti uova ricordando di non aggiungere l’uovo successivo fintanto che quello precedente non sia stato completamente incorporato dall’impasto.

L’impasto finale dovrà essere morbido e sodo, come quello di una crema pasticciera molto densa.

Formazione e prima cottura delle zeppole di San Giuseppe

Montate una sac à poche con un beccuccio a fiore piuttosto grande, che vada dagli 8 ai 10mm, per ottenere una zeppola di dimensioni medio/grandi.

Riempite la sac à poche con l’impasto e realizzate le zeppole direttamente in una teglia rivestita precedentemente di carta da forno, facendo un primo cerchio del diametro di circa 6 cm, e sovrapponendo un secondo cerchio leggermente più piccolo in modo QUASI da chiudere il foro centrale, che comunque deve restare aperto.

Fate attenzione di distanziare le zeppole di almeno 5 cm l’una dall’altra perchè in cottura si gonfieranno molto.

Scaldate il forno a 200° e cuocete le zeppole per 10 minuti circa , fino a quando non si saranno leggermente gonfiate  e avranno formato una crosticina superficiale.

Questo passaggio in forno prima della frittura è fondamentale per ottenere delle zeppole non untuose ma perfettamente asciutte. Infatti la pre-cottura in forno serve a sigillare l’impasto e renderlo in qualche modo “impermeabile”, evitando così che assorba l’olio durante la frittura.

Frittura delle zeppole di San Giuseppe

A questo punto potete procedere con la seconda cottura, ovvero friggere le zeppole.

Io preferisco fare la frittura in un pentolino piccolo e profondo, che accolga una o due zeppole alla volta, perchè ciò permette di ottenere una frittura perfetta, senza che la temperatura dell’olio scenda. Attenzione però, perchè le zeppole raddoppieranno il volume in cottura, perciò fate bene i conti con le dimensioni del recipiente che userete.

Cominciate quindi a scaldare l’olio su fuoco moderato facendo attenzione che l’olio non sia eccessivamente bollente, altrimenti le zeppole si bruceranno subito senza gonfiarsi nè cuocersi.

Quando l’olio raggiunge la temperatura di 165° -170°  circa potete iniziare la frittura (potete usare un termometro da cucina per verificare la temperatura).
Quando immergete la zeppola questa risalirà a galla e si gonfierà nel giro di pochi secondi. Rigiratela con una forchetta e lasciate cuocere per circa 1 minuto per parte.

La zeppola è pronta quando avrà raddoppiato il volume e sarà ben gonfia e dorata.

Scolate con un mestolo forato e lasciate asciugare su carta assorbente per un’oretta circa. Cominciate a farcirla solo quando sarà completamente raffreddata.

Farcitura delle zeppole di San Giuseppe

Riempite una sac à poche con bocchetta a fiore con la crema pasticcera. Partite dal centro della zeppola facendo un giro di crema.
Per una zeppola ancora più golosa potete farcire anche l’interno della zeppola con la stessa crema pasticcera o con la panna montata.

Infine guarnite con un’amarena sciroppata al centro e spolverizzate di zucchero a velo.

Conservazione

Le zeppole di San Giuseppe sono ottime se consumate in giornata.

Se trascorrono oltre 2 ore tra la preparazione e la consumazione, meglio conservarle in frigorifero.

Nella stagione calda devono essere preparate e conservate subito in frigorifero, ed anche la crema pasticcera meglio se messa in frigo appena intiepidisce.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Cucina Italiana e Dintorni

Ciao. Mi chiamo Cristina, sono la mamma di due bambini, ho un lavoro ed una passione: la cucina. Voglio condividere con voi le ricette della mia tradizione famigliare ed anche le nuove creazioni che negli anni ho potuto sperimentare mettendo insieme letture, consigli e tanti esperimenti in cucina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »