Crea sito

Panini dolci alla crema

Una nuova golosa ricetta per la prima colazione sono questi panini dolci alla crema.
Adesso che ricomincia la scuola, evitiamo le soste al bar ma prepariamo a casa questi deliziosi panini dolci, simili ale veneziane, che saranno uno snack gustoso da consumare durante l’intervallo scolastico.

Come sempre, io preparo i miei lievitati dolci e salati con il lievito madre solido, ma se voi usate li.co.li o lievito di birra potrebbe esservi utile questa tabella di conversione dei lieviti

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10 panini
  • Costo: Economico

Ingredienti

Per la crema

  • 250 ml Latte intero
  • 100 ml Panna fresca liquida
  • 3 Tuorli
  • 80 g Zucchero
  • 30 g Fecola di patate
  • 1 Scorza di limone

Per i panini dolci

  • 250 g Farina Manitoba
  • 80 g Zucchero
  • 80 g Pasta madre
  • 125 ml Latte
  • 2 Tuorli
  • 1 pizzico Sale
  • 40 g Burro
  • q.b. Uova sbattuto o latte
  • q.b. Zucchero granella

Preparazione

  1. L’impasto base e la crema vanno preparati alla mattina per infornare i panini alla sera.

    Cominciamo con l’impasto per i panini dolci. Mettiamo la pasta madre, la farina e il latte nella planetaria e cominciamo ad impastare a media velocità. Quando la pasta incorda, aggiungiamo i tuorli, uno alla volta, evitando di aggiungere il secondo fintanto che il primo non è stato completamente assorbito dall’impasto.

    Una volta che l’impasto è  incordato aggiungere il burro ed il pizzico di sale e incordare nuovamente.

    Lasciare riposare per circa 30 minuti nella ciotola della planetaria, quindi spostare l’impasto sul piano di lavoro infarinato e appiattire con le mani fino ad ottenere un rettangolo spesso circa mezzo cm.

    Fare il classico giro di pieghe a tre, pirlare e mettere l’impasto a lievitare in una ciotola imburrata e coperta di pellicola per circa 3 ore, ad una temperatura di almeno 28°C (è sufficiente mettere la ciotola in forno con la lucina accesa).

     

  2. Preparare la crema.

    Mettere il latte, la panna e la scorza di limone in un pentolino e scaldarli sul fuoco. Toglierli immediatamente prima che raggiungano il bollore.

    In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero insieme alla fecola e lavorarli bene per non avere grumi. Una volta ottenuto un composto liscio, versare la miscela di latte e panna nella ciotola, mescolando bene per evitare i grumi. Rimettere il tutto nella pentola e far cuocere su fuoco basso per circa 10 minuti.

    Versare la crema nella ciotola, coprirla con pellicola trasparente, farla raffreddare e riporla in frigorifero.

  3. Riprendere l’impasto e suddividerlo in 10 parti di pari peso e ad ognuna dare la forma di una pallina. Con il palmo della mano appiattire le palline e mettere un cucchiaio di crema nel centro di ogni disco così ottenuto. Riportare la parte esterna dei dischi verso l’interno ottenendo nuovamente un panino che ora sarà ripieno di crema.

    Disporre i panini su di una placca da forno rivestita di carta oleata e lasciare lievitare coperti di pellicola trasparente fino al raddoppio. Potrebbero essere necessarie dalle 6 alle 8 ore a seconda della temperatura ambiente.

    Una volta pronti, spennellare i panini di latte o uovo sbattuto, decorare con granella di zucchero ed infornare in forno caldo (180°) per circa 13 /15 minuti.

    Fare raffreddare su di ua gratella e consumare freddi.

Note

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi restare sempre aggiornato sulle nuovi pubblicazioni, iscriviti oppure  metti un like alla pagina Facebook di Cucina Italiana e Dintorni. Ti aspetto!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Cucina Italiana e Dintorni

Ciao. Mi chiamo Cristina, sono la mamma di due bambini, ho un lavoro ed una passione: la cucina. Voglio condividere con voi le ricette della mia tradizione famigliare ed anche le nuove creazioni che negli anni ho potuto sperimentare mettendo insieme letture, consigli e tanti esperimenti in cucina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »