pesche sciroppate al miele e limoncello

pesche sciroppate al miele e limoncello, profumate con cannella ….si sciolgono in bocca….io le ho servite sul gelato fiordilatte, si preparano in un batte d’occhio…e si finiscono ancora più velocemente, se volete conservare le pesche sciroppate al miele e limoncello potete metterle ancora calde nei vasetti per conserve, tappare e far bollire per sterilizzare e creare il sottovuoto.
ricetta per due

pesche sciroppate2 pesche
4 cucchiai di miele di agrumi o di ciliegio
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella
4 cucchiai di limoncello

– pulire le pesche e affettarle non troppo sottili
– mettere il miele di agrumi o di ciliegio in una padella antiaderente, aggiungere lo zucchero e la cannella, far scaldare ed aggiungere le pesche, mescolare e coprire
– girare delicatamente, aggiungere il limoncello e far cuocere fino a quando le pesche non saranno morbide, spegnere il fuoco e lasciar riposare coperto per una decina di minuti
– servire sul gelato o sullo yogurt insieme allo sciroppo di cottura

Print Friendly, PDF & Email

machetto alla ligure, la pasta di acciughe

machetto alla ligure, la pasta di acciughe, è un parente stretto del Garum romano, una crema ottenuta pestando nel mortaio le acciughe messe 40 giorni a macerare nel sale grosso, il machetto alla ligure, la pasta di acciughe viene messo e conservato in un contenitore ricoperto di olio extravergine di oliva, questa crema condita con olio e origano, o prezzemolo la si può gustare sul pane, mescolata con un pochino di aglio e sciolta in un pentolino con un trito di magiorana, o origano o prezzemolo, diventa un ottimo condimento per la pasta. Se volete fare prima potete acquistare le acciughe già sotto sale, prenderne 6, pulirle, pestarle e preparare il condimento come vi ho spiegato

machettogr 500 acciughe o sardine
sale grosso
olio extravergine di oliva

– pulire le acciuhe, tagliare la testa e le interioria, alcuni le lasciano intere
– metterle in un contenitore alternandole al sale grosso, chiudere e lasciar riposare per una quarantina di giorni
– sciacquarle e pestarle in un mortaio, raccogliere la pasta e conservarla in un contenitore ricoperto di olio extravergine di oliva

Print Friendly, PDF & Email

marmellata di pere agli aromi, per formaggi

marmellata di pere agli aromi, per formaggi, profumatissima! da servire insieme a formaggi tipo caprino, robiola, riicotta dura e pecorino, da farcire una crosatata salata, da spalmare sul pane nero e burro….sulla tavola del vostro buffet sarà la regina della festa!!!!! La marmellata di pere agli aromi, per formaggi potete servirla anche con del bollito o delle fette di arrosto

marmellata agli aromi

gr 500 pere succose pulite
gr 200 fruttosio
1/2 bustina di fruttapec 1:3
3 cucchiaini colmi di aromi tritati: maggiorana, salvia, timo, pimento, rosmarino
8 fogliette di basilico, 4 fogliette di menta
qualche rametto di rosmarino
1 cucchiaino di semi di nigella

– tagliare a cubetti le pere pulite, mescolare lo zucchero e il fruttapec 1:3 ed aggiungerlo alle pere
– tritare gli aromi: maggiorana, salvia, timo, pimento, rosmarino e i semi di nigella, tenedo da parte 8 fogliette di basilico e 4 fogliette di menta, aggiungere nella pentola e portare a cottura
– invasare la marmellata di pere agli aromi, per formaggi e  in ogni vaso aggiungere 1 pezzeto di rosmarino e 1 foglia di menta, chiudere con i tappi puliti e far sterilizare in acqua bollente per 40′

Print Friendly, PDF & Email

gobeletti

i gobeletti sono un antico pasticcino della cucina ligure, della zona tra Savona e Genova, e venivano preparati e portati nella val bissagno per la festa di S. Agata il 5 di febbraio, sono delle pastine di pasta frolla ripiene di marmellata di mele cotogne o di albicocche, il loro nome significa cappelletto, e deriva dalla forma ottenuta con due stampi, uno per il guscio ripieno di marmellata, di albicocche o di cotogne, l’altro per il cappelletto che lo richiudeva.
ricette per circa 15 gobeletti

gobeletto1

gr 260 farina
gr 130 burro
2 tuorli
scorza di 1 limone
gr 90 zucchero
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaio di marsala
marmellata di mele cotogne o albicocche

– lavorare lo zucchero con il burro ammorbidito, aggiungere la farina, il lievito, il marsala e i tuorli,la scorza grattugiata del limone e  se occorre ammorbidire con del latte
– far riposare la pasta in frigo 30′ , stenderla con spessore di un paio di mm e ricavare dei cerchi, rivestire degli stampi scanalati troncoconici, riempirli con la marmellata e richiuderli con dei disci di pasta, ripiegare i bordi
– cuocere in forno caldo a 180° per 15 20 ‘
– far raffreddare e ricoprire con zucchero al velo

 

 

Print Friendly, PDF & Email

crostata morbida con crema di marroni e lemon curd

crostata morbida con crema di marroni e lemon curd, delicata e veloce, preparata per il compleanno di mio marito….divorata!

crostata morbida lemon curd

gr 100 farina 00
gr 100 cioccolato al latte
gr 100 burro
gr 150 zucchero al velo
3 uova grandi
LEMON CURD:
3 uova medie
3 limoni succo
gr 60 burro
gr 150 zucchero
crema di marroni
2 fogli di gelatina

– mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere il cioccolato fuso nel burro e la farina
– versare nello stampo da crostata con scanalatura e cuocere in forno caldo a 180° per 15′
– nel frattempo preparare la lemon curd: in un pentolino scaldare il succo di limone con lo zucchero e il burro, quando tutto si è sciolto aggiungere le uova leggermente battute e far addensare a fuoco basso, per una decina di minuti, al termine aggiungere la colla di pesce ammollata 10′ in acqua fredda e strizzata, mescolare
– rovesciare la base della torta, sul fondo spalmare la crema di marroni e sopra versare la lemon curd, far raffreddare

 

 

Print Friendly, PDF & Email

marmellata di mele cotogne e melograno

marmellata di mele cotogne e melograno, spalmata sui biscotti, mescolata allo yogurt, oppure accostata ad un formaggio, buona, incredibilmente buona!

marmellata di melecotogne e melograno

1 kg di mele cotogne pulite non sbucciate
450 gr di zucchero
il succo di un limone
300 gr succo di melograno ( 2 melograni grandi )
1 cucchiaino di cardamomo, uno di cannella e uno di zenzero

– tagliare a pezzetti le mele cotogne non sbucciate e farle cuocere  in acqua con il succo del limone fino a quando risulteranno morbide, passarle nel passaverdura o frullarle e metterle in una capiente pentola con lo zucchero e il succo di melograno, aggiungere le spezie
– fra cuocere una mezz’oretta non di più, invasare e sterilizzare i barattoli

 

Print Friendly, PDF & Email

cotognata dura

cotognata dura, tanto lavoro per dei dolcetti morbidi e gustosi di mela cotogna da servire insieme al tè o da confezionare e regalare a Natale, si conservano a lungo, se riusite a non mangiarli subito….!

cotognata dura collage

kg 2 mele cotogne
kg 2  zucchero semolato
1 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di zenzero
1 limone
– pulire la buccia pelosa delle mele cotogne con un panno, affettarle in quarti e farle cuocere in acqua con il succo e la buccia del limone
– scolarle e passale al passaverdura con i fori grandi
– pesare il passato e aggiungere pari peso di zucchero, io ne ho aggiunto ancora un poco
– mettere in pentola insieme alle spezie e far cuocre a fuoco basso mescolando spesso specialmente verso la fine
– effettuare la prova piattino e fersare negli stampini, io di silicone, o in una teglia bassa e unta,  lasciare riposare 1 giorno, possibilmente in luogo areggiato
– non usare stampi troppo profondi
– estrarre dalle formine e mettere ad asciugare se possibile al sole, o altrimenti un paio d’ore in forno a 100°
– disporre su un vassoio, girare spesso per facilitare l’asciugatura da tutti i lati,  e lasciar asciugare ancora fino a quando la cotognata dura non risulterà più appicicosa ma bella asciutta
– incartare con carta velina e riporre in contenitori ermetici, si conserva a lungo
– con l’acqua di cottura delle mele si può preparare una gustosa gelatina: filtrare l’acqua, aggiungere pari peso di zucchero, far addensare sul fuoco, versare nei barattoli, chiudere a sterilizzare per bollitura

Print Friendly, PDF & Email

crostata morbida integrale con ananas e lemon curd

la crostata morbida integrale con ananas e lemon curd nasce da una ricetta di Ornella, la trovi qui, io l’ho fatta con la farina di avena e quella integrale
la ricetta del mio lemon curd

la trovi qui e del mio limoncello qui

cros morbint lemon curd

gr 100 farina di avena
gr 100 farina integrale
gr 150 burro morbido
gr 160 zucchero
2 uova
1 bicchierino di limoncello
1/2 bustina di lievito vanigliato
gr 100 ananas fresco a cubetti
16 cucchiaini colmi di lemon curd

– lavorare a crema le due uova con lo zucchero, aggiungere il burro ammorbidito, la farina di avena, la farina integrale, mescolare con la 1/2 bustina di lievito vanigliato
– ammorbidire con il bicchierino di limoncello e aggiungere l’ananas a cubetti
– versare in una teglia rettangolare 20X20 rivestita di carta da forno
– con un cucchiaino unto praticare 16 fossette e riempire con il lemon curd
– cuocere in forno caldo a 180° per 30′ circa

 

Print Friendly, PDF & Email

marmellata di arance al profumo di whisky con cardamomo, anice stellato e tozzetti di cioccolato fondente

marmellata di arance al profumo di whisky con cardamomo, anice stellato e tozzetti di cioccolato fondente…profumata con un aroma rotondo, una delizai per la colazione super

marmellata di arance whisky

gr 800 arance senza buccia
gr 450 zucchero di canna
gr 11 fruttapec 2:1
1 cucchiaino abbondante di anice stellato
1 cucchiaino abbondante di cardamomo
1 bicchierino di whisky
gr 100 cioccolato fondente 70% con fave di cacao Venchi

– frullare grosolanamente le arance senza buccia con lo zucchero
– versare in una pentola con la pectina, aggiungere 1 cucchiaino abbondante di anice stellato e 1 cucchiaino abbondante di cardamomo
– portare a cottura, versare 1 bicchierino di whisky, lasciar cuocere ancora 1 minuto
– tagliare a cubetti piccoli il cioccolato fondente 70% con fave di cacao Venchi e metterlo sul fondo dei barattoli
– versare la marmellata, chiuere con i coperchi e far sterilizzare nell’acqua bollente

Print Friendly, PDF & Email

marmellata light di ananas e melograna

marmellata light di ananas e melograna , una squisitezza con poco zucchero, per una colozione gustosa senza sensi di colpa

maa

gr 600 ananas pulita
gr 400 succo di melagrana
gr 350 zucchero di canna
1 busta fruttapec 1;3

– sgranare la melagrana e passare i chicchi nel passaverdura insieme all’ananas pulito e fatto a cubetti
– mettere in una pentola insieme allo zucchero di canna e al fruttapec, mescolare e portare a cottura
– invasare e sterilizzare i bararttoli nell’acqua facendo bollire per 40′

Print Friendly, PDF & Email