Crea sito

Pasta “ri casa” o pasta fresca fatta in casa – ricetta della nonna –

La ricetta della Pasta “ri casa”o pasta fresca fatta in casa qui da noi in Sicilia è da sempre il piatto della domenica, dei pranzi familiari, della tradizione, delle grandi riunioni!

La nonna è una maestra, accontenta tutti!!

Cavatelli, tagliatelle o pappardelle sono assicurati…

Infatti l’impasto base si presta a vari formati!

Oggi abbiamo fatto le tagliatelle con la “nonna papera”….. ovviamente si possono fare anche a mano, se siete bravi e pieni di buona volontà, come da tradizione, a voi la scelta

La tecnica d’impasto è alquanto semplice così come gli attrezzi da lavoro.

La Tradizione dice……

Una spianatoia (detta “scaniaturi”) in legno e un matterello (“lasagnaturi”) possibilmente senza manici, per tirare la sfoglia al meglio.

Disposta la farina di grano duro a fontana, si aggiunge l’acqua e qualche uovo.

A casa mia la facciamo “mista”, cioè con pochissima acqua e poche uova!!

Provatela, ha una consistenza soda e compatta, adatta a vari sughi e condimenti.

La versione più conosciuta e amata in Sicilia è con il Sugo di Maiale, che richiede una lunga e lenta preparazione, buonissimo, ma di questo parleremo….più avanti!

Ecco come fare a “Pasta ri casa”…. come la fa la nonna!!

Vediamo come si prepara:

Pasta ri casa o pasta fresca fatta in casa
  • Preparazione: 15/20 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4/5 porzioni
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 500 g Farina di grano duro
  • 2 Uova (freschissime)
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Acqua (un goccino)

Preparazione

  1. Versiamo la farina su di una spianatoia, uniamo le uova e un pizzico di sale.

    Impastiamo e amalgamiamo bene gli ingredienti, se occorre unire un goccino d’acqua.

    Dopo aver ottenuto un impasto liscio ed omogeneo farlo riposare una mezz’oretta coperto da pellicola.

  2. Trascorso il tempo prendere il panetto di pasta e con il mattarello stendere una sfoglia.

    Arrotolare la sfoglia su se stessa e tagliarla finemente a seconda del formato di pasta che volete ottenere… (pappardelle, tagliatalle o altro)…

  3. Variando i vari tipi di pasta si ottengono particolari formati indicati per il sugo, per i legumi o il brodo di gallina.

  4. Una volta tagliata, si sistema in un vassoio con un po’ di farina pronta per essere cotta e condita come più si gradisce!!!

Note

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi sui Social…

Alla prossima…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.