Crea sito

Ribollita toscana

Oggi voglio parlarvi di una ricetta tradizionale toscana che sicuramente conoscerete: la ribollita toscana. Una ricetta della cucina povera che vede i propri natali nelle case dei contadini che allietavano le loro fredde serate con un piatto a base di verdure caldo e confortevole, la ribollita, appunto. 
Ricco di verdure, senza carne né pesce, è un piatto che veniva cotto a lungo solitamente sulle braci. A voi che da tempo mi seguite così numerosi e mi conoscete per le ricette sempre facili e soprattutto veloci, oggi voglio parlare del piacere di riscoprire la cottura lunga a bassa temperatura. Quella in cui il calore cuoce dolcemente senza essere invasivo e preservando tutte le numerose proprietà degli alimenti.
E così per la preparazione di questa ricetta ho usato la Crock-Pot. Un dispositivo con timer regolabile che cuoce lentamente e dolcemente. 
Inizialmente pensavo come poter coniugare i lunghi tempi di cottura con i miei numerosissimi impegni. Ed è stata una vera rivelazione, perchè una volta messi dentro gli ingredienti, la Crock-Pot cuoce completamente da sola, senza bisogno di dover mescolare o controllare la cottura. Farà tutto da sola. Così io durante quel tempo di cottura non solo ho preso i ragazzi da scuola, ho portato fuori il cane, ho lavato, stirato e son riuscita addirittura ad andare dalla parrucchiera e poi, con mio marito, a fare l’aperitivo con un calice di rosso. Al nostro rientro, la Crock-Pot aveva finito di cuocere la nostra ribollita e ce la stava perfino tenendo in caldo. Proprio quello che ci voleva!

Seguimi anche sulla PAGINA FACEBOOK e su INSTAGRAM
Vai alla home per continuare a leggere TUTTE le altre ricette facili e sfiziose 🙂

Sponsorizzato da Crock-Pot

Ribollita toscana ricette con la crockpot
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura5 Ore
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gcavolo nero
  • 200 gfagioli secchi precedentemente ammollati
  • 100 gcannellini bolliti e frullati
  • 100 gpassata di pomodoro
  • 1.5 lbrodo vegetale
  • 300pane duro
  • 3carote
  • 3coste di sedano
  • 2cipolle
  • 100 gpecorino toscano
  • q.b.olio extra vergine d’oliva
  • 1 pizzicosale, pepe

Strumenti

  • Slow cooker Crock-Pot
  • Tagliere
  • Coltello

Preparazione

  1. Per prima cosa, la sera prima della preparazioni i fagioli cannellini in ammollo con acqua ed un paio di foglie di alloro. Il giorno seguente scola dall’acqua e cuocili a bassa fiamma  per un paio d’ore. Una volta cotti, prendine 100 g e frullali.

  2. Il giorno seguente, prepara le verdure: taglia il cavolo nero eliminando le coste e tenendo le foglie tagliate a listarelle. Sbuccia le cipolle e pela le carote,poi tagliali a cubetti assieme al sedano.

  3. Metti le verdure nella slow cooker CROCK-POT, aggiungendo anche i fagioli, sia quelli interi che frullati, la passata di pomodori, il pecorino grattugiato ed  cucchiaino di sale ed uno di pepe nero.

  4. Versa il brodo e chiudi la crock pot con il coperchio. Accedi il dispositivo, seleziona la modalità LOW e riduci il tempo di default di 10h a 5h.

  5. A questo punto basterà semplicemente attendere che trascorra il tempo selezionato. Una volta trascorso, la ribollita sarà già pronta. Basterà servire assieme alle fette di pane tostato ed un filo d’olio extra vergine d’oliva.

  6. Ricorda che la Crock-pot, a termine cottura, manterrà in caldo il cibo fino al momento di consumarlo.

Rossella Consiglia:

L’utilizzo della CrokPot è davvero semplicissimo: basta mettere tutto dentro e lei farà il resto, mantenendo i cibi caldi anche oltre il tempo di cottura. Leggi bene le ricette del ricettario, se necessaria qualche preparazione prima della cottura nella slow cooker, così saprai organizzarti bene 🙂

Seguimi anche sulla PAGINA FACEBOOK e su INSTAGRAM
Vai alla home per continuare a leggere TUTTE le altre ricette facili e sfiziose 🙂

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.